ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

22 octobre 2014 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 05:11 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXVIII - Numero 2/2010 - FEBBRAIO 2010

Trasporto intermodale

La IFB dà il via ad un nuovo servizio per l'Ungheria

La IFB, società con sede in Belgio, ha in programma l'avvio di un servizio di treniblocco da Anversa a Sopron (in Ungheria) nel prossimo mese di marzo con la ICF (Intercontainer).

I treni partiranno inizialmente dai terminal Combinant e Mainhub di Anversa tre volte alla settimana, ma l'intenzione è quella di incrementarne la frequenza a settimanale non appena possibile.

I tempi di viaggio saranno dal giorno A al giorno B; le fermate saranno effettuate a Colonia (in Germania) ed a Vienna (in Austria), mentre Sopron verrà utilizzato quale hub per le altre destinazioni in Europa Orientale.

Regolari servizi di treni-navetta collegano tutti i terminal container di Anversa al Mainhub, di modo che il servizio può essere utilizzato per i traffici sia infra-europei che marittimi a lungo raggio.

Il terminal Combinant è una nuova infrastruttura ferroviaria allo stato dell'arte situata nell'impianto chimico della BASF nella parte settentrionale del porto che intende inaugurare il 1° marzo prossimo.

L'infrastruttura, che appartiene per il 45% alla BASF, per il 35% alla Hupac e per il 20% alla IFB, disporrà di una capacità di 150.000 contenitori all'anno, 20.000 dei quali potrebbero essere assicurati dalla BASF.

Lo sviluppo del terminal Combinant e del servizio della IFB sono solo due delle molte iniziativa incoraggiate dal Porto di Anversa per contribuire alla crescita delle proprie attività ferroviarie.

Un'altra di tali attività è rappresentata dal nuovo terminal HTA della Hupac in mezzo al porto, che prevede anch'esso una capacità di 150.000 container all'anno.

Poiché solo l'11% dei traffici containerizzati terrestri di Anversa è stato movimentato via rotaia nel 2008, l'aspirante porta d'accesso europea ha ancora molto lavoro da fare per raggiungere il proprio obiettivo auto-imposto del 15% nel 2010.

Essa nel frattempo vorrebbe inoltre accrescere la propria quota di trasporto fluviale su chiatta dal 32,4% al 43%.
(da: ci-online.co.uk, 15.02.2010)



ABB Marine Solutions


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail