ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

23 novembre 2014 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 19:45 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXVIII - Numero 2/2010 - FEBBRAIO 2010

Legislazione

In pericolo la situazione finanziaria degli spedizionieri

La Commissione Europea ha chiarito che la Dichiarazione di Obiezioni inviata la settimana scorsa a diverse agenzie di spedizione, fra cui la Panalpina, la Kuehne + Nagel e la DSV, si riferisce ad un'accusa di fissazione dei prezzi in ordine a sovrapprezzi sul trasporto aereo di merci.

Secondo la DHL Global Forwarding, che ha denunciato il fatto ed è, pertanto, immune rispetto all'accusa, nessuno dei suddetti sovrapprezzi si riferisce al prezzo del carburante.

Se venissero riconosciuti colpevoli, gli altri spedizionieri coinvolti nell'illecito accordo di cartello nel 2007 potrebbero dover affrontare sanzioni pecuniarie fino ad oltre il 10% del loro giro d'affari.

La DHL Global Forwarding afferma che la sua “cooperazione ha avuto inizio dopo che la società è divenuta consapevole - nel corso di un'indagine interna - del fatto che potevano essersi verificate attività potenzialmente in grado di indurre preoccupazioni ai sensi della normativa sulla concorrenza.

Alla Deutsche Post AG ed alle consociate pertinenti, nell'ambito della propria cooperazione, è stata concessa l'immunità rispetto ad accuse e sanzioni da parte della Commissione Europea a condizione che continuassero a collaborare con la DHL Global Forwarding”.

La società dichiara che “gli effetti economici delle attività riferite sono minimi.

Le divisioni posta, espresso e filiera delle forniture della Deutsche Post DHL non sono soggette ad indagini.

Ciononostante, la Deutsche Post DHL, oltre a persistere nella propria collaborazione ed ai sensi del programma di amnistia, ha rafforzato - e continuerà a farlo - le proprie attività di formazione in materia di anti-trust nonché le procedure interne di conformità in tutte le unità operative”.

Tutti gli altri spedizionieri coinvolti hanno detto solamente che esamineranno in dettaglio le prove apportate contro di loro e che torneranno sui loro passi a tempo debito.
(da: ci-online.co.uk, 18.02.2010)



ABB Marine Solutions


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail