ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

1 août 2014 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 09:51 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXVIII - Numero 9/2010 - SETTEMBRE 2010

Porti

La HPH espande il terminal di Gdynia

La HPH (Hutchison Port Holding) e l'Autorità Portuale di Gdynia hanno sottoscritto un accordo finalizzato ad ampliare il GCT (Gdynia Container Terminal) della HPH in Polonia.

La sua attuale banchina di 485 metri sarà estesa per altri 375 metri, mentre il pescaggio massimo lungo la banchina sarà dragato da 10,5 a 15 metri, rendendo così possibile l'accoglienza lungobanchina di navi da oltre 8.000 TEU.

Ci si aspetta che i lavori vengano ultimati per la metà del 2012. Janusz Jarosiki, presidente dell'Autorità Portuale di Gdynia, ha dichiarato: "Gdynia è sempre stato il principale porto per contenitori della Polonia.

Siamo contenti di fare squadra con la HPH per avviare questo progetto di espansione, nell'intento di trasformare Gdynia in un porto containerizzato ad acque profonde, al fine di mantenere il ritmo dei recenti sviluppi del mercato e di affrontare nuove sfide".

Jan Westerhoud, amministratore delegato della Divisione Nord Europa della HPH, aggiunge: "Il GCT è parte integrante della rete portuale della HPH nel Nord Europa.

Nel giro di soli quattro anni, si è affermato quale porto di raccordo preferito per un certo numero di linee di navigazione.

Oggi, abbiamo ulteriormente dimostrato il nostro impegno nello sviluppo a lungo termine di una moderna infrastruttura portuale nello scalo di Gdynia, che comporterà un migliore servizio per i nostri clienti.

Il nuovo investimento contribuirà a far diventare la direttrice di traffico Gdynia-Rotterdam una vera e propria autostrada del mare".

Il GCT attualmente fa concorrenza al più affermato BCT (Baltic Container Terminal) della ICTSI, situato sull'altro lato del molo, che dispone già di una banchina lunga 800 metri dragata sino a 12 metri, con un ulteriore dragaggio in corso per raggiungere i 13,5 metri, di modo che per molti aspetti si tratta di una vera e propria lotta.

D'altro canto, entrambi i terminal fanno concorrenza alla nuova infrastruttura ad acque profonde ed allo stato dell'arte di Danzica denominata DCT (Deepwater Container Terminal), alla quale alla fine del 2008 è approdata la Maersk Line, di modo che essi hanno una preoccupazione in comune.

Il maggiore cliente del GCT è la CMA CGM, mentre il maggiore cliente della BCT è la MSC.

Nei primi sei mesi dell'anno, i risultati containerizzati di Gdynia sono aumentati del 31,1% sino a 230.247 TEU, mentre i traffici di Danzica sono saliti di un assai più impressionante 80,5%, sino a 209.310 TEU, il che evidenzia l'importanza di un'espansione ad acque profonde.

Sia a Gdynia che a Danzica piacerebbe assistere ad una maggiore movimentazione dei traffici containerizzati polacchi attraverso i propri terminal, invece di doverli trasportare via terra da e per Amburgo, Bremerhaven e Rotterdam.
(da: ci-online.co.uk, 05.10.2010)



ABB Marine Solutions


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail