ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

24 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 10:57 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXIX - Numero 5/2011 - MAGGIO 2011

Trasporto intermodale

L'InlandLinks olandese entra nel vivo

L'iniziativa InlandLinks del Porto di Rotterdam, finalizzata a collegare in modo migliore i caricatori con i terminal terrestri situati nei Paesi Bassi, è entrata nel vivo il 10 maggio scorso.

I caricatori e gli spedizionieri che desiderino conoscere quale terminal terrestre si adatti meglio alle proprie esigenze devono solo connettersi al sito www.inlandlinks.eu, decidere che cosa vogliono e premere il pulsante di ricerca.

Apparirà quindi sullo schermo una lista di terminal, a ciascuno dei quali è associato un elenco di criteri relativi alla corrispondenza con i requisiti richiesti.

Tali criteri comprendono:

  • la localizzazione e la disponibilità delle infrastrutture e dei servizi (vale a dire l'orario di apertura, le condizioni di movimentazione, le funzioni di gru e depositi);
  • la sicurezza personale e la protezione;
  • l'accessibilità e le connessioni con Rotterdam (compresi la frequenza dei treni, i collegamenti fluviali su chiatta ed i tempi di viaggio);
  • il collegamento e l'integrazione dei dati con il Portbase;
  • le infrastrutture e lo status doganali (Operatore Economico Autorizzato);
  • politiche e procedure inerenti a sostenibilità ed ambiente.
La base della valutazione di ciascun terminal consiste in una indagine indipendente condotta dal Lloyds Register.

Sebbene il sito riguardi solamente i terminal intermodali dei Paesi Bassi, si ha intenzione di estendere il servizio alla Germania ed al Belgio nel prossimo futuro.

Non tutti i terminal indicati per i Paesi Bassi sono stati ancora controllati.

L'iniziativa InlandLinks del Porto di Rotterdam deriva in parte dal fatto che la proporzione delle movimentazioni terrestri ora effettuate a cura del proprietario della merce si stima sia attorno al 75%.

Quando si tratta di scegliere il terminal terrestre, gli importatori e gli esportatori di norma vengono consigliati dai propri spedizionieri.

L'InlandLinks non intende sostituire tale servizio, bensì integrarlo.

L'iniziativa discende inoltre dalla previsione del porto secondo cui nel giro dei prossimi 25 anni il flusso dei propri container triplicherà.

Ci si aspetta che, rispetto ai 30 milioni di TEU che secondo le previsioni saranno movimentati nel 2035, 18 milioni viaggeranno da e per il suo hinterland mediante trasporto intermodale.

In poche parole, il Porto di Rotterdam non vuole che questo traffico vada ad intasare le sue strade ed autostrade più di quanto già non lo faccia ora.

I vantaggi a lungo termine della logistica porto-centrica, pertanto, vengono visti con molti sospetti dall'Autorità Portuale.
(da: ci-online.co.uk, 11.05.2011)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail