ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

19 March 2019 The on-line newspaper devoted to the world of transports 21:45 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXIX - Numero 9/2011 - SETTEMBRE 2011

Industria

Nel settore delle gru la programmazione tempestiva paga

In questo momento sono in corso di installazione presso importanti porti di tutto il mondo gru con sbracci molto lunghi.

Peraltro, le attuali infrastrutture portuali sono sufficienti affinché le si possano accogliere?

La pianificazione dello sviluppo portuale per l'ampliamento della baia esterna di Algeciras presso la Isla Verde è iniziata alla fine degli anni '90 ed è culminata in un progetto globale a fasi plurime all'inizio degli anni 2000.

Nello specifico, la prima delle sue componenti ha preso forma nel 2002.

La pianificazione di questa nuova infrastruttura ha tenuto in considerazione due parametri.

In primo luogo, la realtà fisica dell'area portuale e, specificamente, le aree prescelte per il nuovo sviluppo, con profondità delle acque da 17 a 20 metri lungo le banchine.

In secondo luogo, la linea di tendenza per quanto attiene le dimensioni sia delle navi che dell'equipaggiamento per la movimentazione dei contenitori.

Questi due vincoli progettuali hanno spinto l'autorità portuale a sviluppare banchine dotate di strutture profonde nel contesto di una visione a lungo termine che tiene in conto le esigenze finalizzate ad accogliere le future generazioni di navi.

Le banchine ed i bagli posteriori di supporto delle gambe delle gru, ad esempio, possono tollerare un livello di attività superiore rispetto a quello che attualmente possono consentire le progettazioni esistenti di equipaggiamento che dispongono di uno sbraccio di oltre 23 file di container stivati a bordo.

"La domanda nel settore dei container si è evoluta in modo significativo negli ultimi anni, specialmente nel campo della tecnica.

Ad Algeciras, adesso, disponiamo dell'ultima generazione di equipaggiamento per il carico, lo scarico e la movimentazione dei contenitori nell'ambito delle nostre installazioni portuali" afferma un portavoce dell'autorità portuale.

Presso il porto di Barcellona, pure la nuova baia di El Prat è stata specificamente progettata tenendo presente la Classe E delle navi della Maersk.

Infatti, la larghezza di queste navi ha davvero determinato la geometria dell'intero bacino e le caratteristiche delle gru, in particolare riguardo a qualsiasi forza esse possano esercitare sulle banchine.

"Al momento attuale, le navi della Classe E della Maersk sono le più grandi che si possono trovare in mare, con le loro 22 file di contenitori stivati.

Tuttavia, quando la progettazione di El Prat venne messa assieme, tali navi non erano ancora entrate in servizio, ma noi sapevamo che il design della baia avrebbe dovuto rispecchiare tali specifiche" afferma un portavoce del porto.

Il nuovo terminal container di Barcellona è altresì insolito per il fatto che, essendo così vicino al locale aeroporto, vi sono anche limitazioni di altezza.

In effetti, saranno necessarie gru a basso profilo, il che ha voluto dire l'ordinazione di modelli progettuali su misura, la cui fattibilità tecnica ha dovuto essere vagliata con i produttori per far sì che esse fossero ancora in grado di allargarsi su 22 file di box.

Le gru dovrebbero diventare operative nel 2012.
(da: portstrategy.com, 20.09.2011)



ABB Marine Solutions


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail