ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

21 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 11:45 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXX - Numero 15 FEBBRAIO 2012

Trasporto intermodale

Il dilemma svizzero

La Migros, che è il più grande dettagliante della Svizzera, ha nuovamente iniziato a sperimentare operazioni con i porti italiani.

Parlando alla fine di gennaio in occasione della conferenza annuale del Consiglio dei Caricatori Svizzeri, svoltasi ad Interlaken, Markus Helg, direttore dei trasporti internazionali della società, ha dichiarato: “Avevamo perso molto tempo fa la fiducia nei porti meridionali per le nostre importazioni dall'Asia e dal sub-continente indiano, ma i recenti eventi negativi verificatisi nei porti del Nord Europa ci hanno costretto a rivolgerci nuovamente a loro”.

Continua Helg: “Fra questi ultimi, si possono elencare la liquidazione della Intercontainer alla fine del 2010, che ha seriamente compromesso i servizi ferroviari in Svizzera, la chiusura del Reno al traffico fluviale di chiatte a gennaio del 2011 a causa dell'affondamento della Waldhof, lo sciopero delle ferrovie tedesche a marzo del 2011 – anche il quale ha compromesso le nostre filiere della fornitura in Svizzera – ed il deragliamento ferroviario di Mulheim a maggio del 2011.

“Le operazioni nel porto di Genova, d'altro canto, hanno fatto un sacco di progressi, così come quelle del porto di Savona, ed i primi risultati degli esperimenti suggeriscono come entrambe le porte d'accesso italiane in questione siano in grado di assicurare una filiera delle forniture abbastanza buona in alternativa alle nostre solite porte d'accesso nel Nord Europa.

Sfortunatamente, dobbiamo ancora servirci dei camion da Genova agli hub ferroviari terrestri di Busto Arsizio, appena fuori Milano, e di Rivalta Scrivia, ma noi la consideriamo una situazione solo provvisoria.

La Hupac offre un servizio ferroviario accettabile dalla Svizzera in poi, che potrebbe diventare ancora migliore se si riuscissero a trovare altri carichi di ritorno.

Cosa ancor più importante, l'impronta ambientale dell'intera filiera delle forniture è ancora migliore di quella della più lunga rotta attorno ai porti del nord”.

Nei primi 11 mesi dello scorso anno, i tre principali terminal container di Genova hanno incrementato i propri traffici containerizzati complessivi solamente del 4,8% sino a 1,5 milioni di TEU rispetto al medesimo periodo del 2010”.
(da: ci-online.co.uk, 30.01.2012)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail