ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

22 settembre 2014 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 14.15 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXX - Numero 16 APRILE 2012

Industria

Quanto vale la marca nelle componenti di gru?

Dato che la ZPMC oggigiorno offre una macchina “senza nome”, che incorpora componenti prodotte localmente a prezzi d'occasione, i produttori europei di gru sono mai stati tentati di inserire componenti simili nelle loro RTG per conseguire un prezzo dal costo notevolmente inferiore?

In realtà, le cose non stanno proprio così.

Peraltro, ci sono segnali di metodi di approvvigionamento alternativi.

“Da tempo stiamo lavorando all'ottimizzazione della nostra offerta, che comprende il fatto di essere aperti a nuove soluzioni e/o componenti.

Se l'integrazione di tali soluzioni e/o componenti avesse senso, ciò verrebbe deciso secondo la modalità caso per caso” afferma Marko Rasinen della Cargotec.

“Tuttavia, l'acquisizione di componenti generiche e la loro integrazione nelle nostre macchine è qualcosa di diverso dal produrre una macchina senza nome.

L'attenzione primaria nella nostra gamma di prodotti è concentrata sul costo complessivo di proprietà, il che significa che la Cargotec non desidera compromettere la qualità e le prestazioni delle singole componenti, di marca o meno” dichiara Rasinen.

Gerry Bunyan resta poco convinto del fatto che l'uso indiscriminato delle componenti non di marca possa apportare dividendi.

“La reputazione dei nostri prodotti è ben nota nei circoli industriali.

Essa si fonda sulla nostra persistente politica consistente nel dialogare solamente con sub-fornitori le cui componenti rispettino gli standard rigorosi di qualità ed affidabilità richiesti dalla Liebherr.

In genere, i nostri clienti preferiscono dialogare con noi su questa base” afferma Bunyan.

La Terex, peraltro, ritiene che i produttori di gru non dovrebbero ignorare categoricamente le componenti di produzione asiatiche senza controllo.

“L'Asia è in fase di sviluppo” dichiara Maurizio Altieri, direttore generale della TPE Xiamen Noell China.

“Molti produttori asiatici sono in grado di fornire componenti di buona qualità a prezzi allettanti.

Per ridurre i costi dei nostri clienti, ci piacerebbe utilizzare più componenti “made in Asia” nelle nostre RTG”.

Tuttavia, Altieri ci tiene a puntualizzare che queste componenti più “generiche” debbono essere di eccellente qualità.

Il solo prezzo non dovrebbe essere il fattore principale quando si sceglie di servirsene.

“Siamo convinti che scegliere una qualità media e componenti a buon mercato sia una falsa economia” aggiunge.

Più spesso, la decisione di adoperare componenti costose è indotta dalla clientela, dal momento che tutte le RTG della Terex in realtà sono fatte su misura.

La situazione è simile alla Cargotec, dato che Rasinen fa notare che essa venderà solamente macchinari che presentino componenti di qualità, visto che i clienti invariabilmente specificano presso quali produttori originali esse dovrebbero essere procurate.

“La ragione per cui ciò accade potrebbe essere che le loro organizzazioni addette al servizio dispongono di particolare competenza ed esperienza con certe marche e perciò desiderano limitare le dimensioni delle scorte di pezzi di ricambio a disposizione” afferma Rasinen.

L'esperienza al riguardo alla Liebherr è un po' diversa, tanto che Bunyan sottolinea come i clienti in genere abbiano una preferenza per componenti che arrivano da determinati fornitori sulla base dei loro precedenti.

“Io, però, vorrei anche porre l'accento sul fatto che le componenti di qualità utilizzate dalla Liebherr sono competitive anche dal punto di vista dei prezzi” dichiara Bunyan.

Al fine di rilasciare dichiarazioni in merito era stata contattata anche la ZPMC, ma essa non ha voluto rispondere a numerose domande.
(da: portstrategy.com, 09.04.2012)



FIORE ABB Marine Solutions


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail