ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

31 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 03:16 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXX - Numero 30 MAGGIO 2012

Studi e ricerche

Nuova ricerca sullo standard dei servizi containerizzati marittimi

Una nuova ricerca sottolinea il basso livello dei servizi forniti alla clientela e la scarsa puntualità nel settore del trasporto marittimo di contenitori.

Gli standard di servizio nel settore del trasporto containerizzato di linea sono bassi sino alla soglia del 40% se valutati rispetto ad una nuova serie di KPI (indicatori chiave di prestazione) pubblicati nella prima metà di maggio nel rapporto “Opinione sulle prestazioni dei vettori” della Drewry Maritime.

I ricercatori in questione affermano che solo quattro caricatori su dieci ottengono una polizza di carico nel giro di tre giorni dal momento della trasmissione delle istruzioni di spedizione, suggerendo così che, per alcune linee di navigazione, molto occorre ancora da fare al fine di migliorare le procedure commerciali.

Le prestazioni spaziano, tuttavia, dallo 0% al 93% nel corso del periodo di valutazione di cinque mesi - da ottobre 2011 a febbraio 2012 - il che indica come il settore sia in qualche modo concentrato nel fare tutto il possibile in ordine al servizio alla clientela.

Nel contempo, il KPI per “la spedizione in orario del carico” - un parametro destinato a valutare se un box parte dal porto come previsto dall'orario - mostra un notevole tasso di successo del 66-70% nell'arco degli stessi cinque mesi, indicando che i ritardi sono abbastanza comuni anche prima che il box sia stato caricato a bordo.

Quando gli esperti hanno confrontato i tempi di viaggio da porto a porto con gli orari di partenza - escludendo così i ritardi in porto - hanno trovato che le linee di navigazione containerizzate sono andate leggermente meglio, ma che il 25% dei contenitori hanno trascorso in mare un periodo di tempo più lungo di quello programmato.

“Qualsiasi miglioramento dell'affidabilità dovrebbe essere accolto favorevolmente, ma un punteggio medio del 70% circa è ancora troppo basso perché un'impresa che effettua servizi-chiave ne sia contenta” afferma Simon Heaney, direttore ricerche alla Drewry.

“I vettori che vogliono assicurarsi nuove attività - nella sostanza, se vogliono riempire le loro nuove grandi navi - dovranno puntare più in alto rispetto all'attuale punto di riferimento e non dovranno riposare sugli allori.

L'affidabilità resta un'area in cui i vettori si possono distinguere dalla concorrenza.

I caricatori possono svolgere la loro parte condizionando la qualità dei futuri servizi ponendo maggiore enfasi sull'affidabilità e sugli altri criteri inerenti ai servizi nella scelta dei propri vettori” aggiunge Heaney.

Secondo la Drewry, i vettori maggiormente affidabili sono stati la Maersk Line la compagnia di navigazione gemella Safmarine, seguite dalla Hanjin Shipping.
(da: lloydsloadinglist.com, 17.05.2012)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail