ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 07:17 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXX - Numero 28 SETTEMBRE 2012

Legislazione

Inversione di marcia finlandese sulla questione degli sconti per i carburanti marittimi

Il governo finlandese deciderà il mese prossimo se portare avanti o meno una parziale esclusione dalla direttiva dell'Unione Europea sulle emissioni solforose dei carburanti marittimi approvata dal Parlamento Europeo l'11 settembre scorso.

La Finlandia desiderava introdurre uno schema parallelo in ordine alle riduzioni per i carburanti diesel per contribuire a compensare le imprese di navigazione e quelle di autotrasporto in relazione ai costi aggiuntivi comportati dalla direttiva.

Il Ministero degli Affari Economici aveva suggerito che nel bilancio 2013 del governo si sarebbe potuto inserire una copertura finanziaria al riguardo.

La Commissione Europea, peraltro, aveva avvertito la Finlandia di non introdurre alcuno schema di riduzioni per i prezzi del carburante diesel finanziato dallo stato.

Il ministro degli Affari Economici Jyri Häkämies aveva dichiarato: “Dobbiamo evitare progetti di supporto che possano metterci in conflitto con le leggi comunitarie sulla concorrenza.

Il problema è ora quello di cercare le modalità per supportare gli esportatori e le imprese di Trasporto afflitte dall'incremento dei costi.

Abbiamo bisogno di trovare una soluzione che li aiuti dal punto di vista finanziario, osservando nel contempo la normativa europea sulla concorrenza”.

Circa il 90% delle esportazioni ed il 70% delle importazioni finlandesi viaggiano attraverso il Mar Baltico alla volta dei mercati internazionali.

La nuova direttiva della Commissione Europea riduce il contenuto massimo di zolfo nei carburanti marittimi dall'1,5% allo 0,1% nelle delicate cosiddette SECAs (Zone di Controllo delle Emissioni Sulfuree) che comprendono il Mar Baltico, il Mare del Nord e la Manica a partire dal 1° gennaio 2015.

In pratica, ciò significa che le navi dovranno passare a carburanti a basso contenuto di zolfo ovvero cominciare a ripulire le proprie emissioni mediante l'adozione di congegni di assorbimento degli ossidi di zolfo, afferma Jorma Kämäräinen, un ispettore marittimo dell'Agenzia Finlandese per la Sicurezza dei Trasporti.

“Stimiamo che circa un terzo delle navi che ricadono nella normativa dovranno adottare i congegni di assorbimento, mentre i residui due terzi passeranno al carburante a basso contenuto di zolfo” dichiara Kämäräinen.

Nella propria bozza di bilancio, il governo aveva provvisoriamente stanziato 30 milioni di euro per aiutare gli armatori finlandesi a dotare di congegni di assorbimento le proprie navi.
(da: lloydsloadinglist.com, 18.09.2012)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail