ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 06:53 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXX - Numero 16 NOVEMBRE 2012

LEGISLAZIONE

I MINISTRI DEI TRASPORTI EUROPEI APPROVANO LA RIFORMULAZIONE DEL PRIMO PACCHETTO FERROVIARIO

I ministri dei trasporti dell'Unione Europea, riunitisi in Lussemburgo il 29 ottobre scorso, hanno approvato il testo concertato con il Parlamento Europeo per la riformulazione del Primo Pacchetto Ferroviario che istituirà un'unica zona ferroviaria europea.

Gli stati membri hanno adesso 30 mesi per trasporre la direttiva nelle rispettive normative nazionali.

Si spera che la nuova formulazione del Primo Pacchetto Ferroviario possa rafforzare gli addetti alla elaborazione delle regole nazionali, semplificare l'attuale normativa, migliorare il quadro degli investimenti infrastrutturali ed assicurare un corretto accesso alla rete.

La Commissione Europea afferma che i provvedimenti in questione affronteranno quello che essa ravvisa come un livello basso della concorrenza, le prassi discriminatorie e la persistenza di conflitti di interesse, in particolare per quel che attiene i terminal e le infrastrutture di manutenzione.

Inoltre, essi si dovrebbero occupare della diffusa percezione in ordine alla carenza di normativa nazionale.

La Commissione Europea afferma che gli addetti alla elaborazione delle regole di molti stati membri hanno poco personale a disposizione, dispongono di limitati poteri di indagine e non possono far rispettare le loro decisioni con sanzioni pecuniarie.

La riformulazione richiederà agli stati membri di assicurare l'indipendenza degli addetti alla elaborazione delle regole da altre autorità pubbliche, accrescendo i loro poteri e richiedendo collaborazione sulle questioni transfrontaliere.

La riformulazione avrà altresì bisogno di contratti pluriennali fra i governi nazionali ed i gestori delle infrastrutture collegando i finanziamenti alle prestazioni ed ai progetti commerciali.

Essa stabilirà inoltre regole più precise sugli oneri di accesso applicabili: problematica, questa, da tempo oggetto di dispute in molti stati membri.

“Siamo felici che ciò sia giunto a buon fine e ci aspettiamo che in ciascuno stato membro abbia luogo un processo di implementazione tranquillo e veloce” ha dichiarato Libor Lochman, direttore esecutivo della CER (Comunità delle ferrovie e delle società per le infrastrutture europee).

Tuttavia, Lochman sottolinea che il programmato Quarto Pacchetto Ferroviario revisionerà in modo sostanziale la riformulazione del Primo Pacchetto Ferroviario.

Ciononostante, egli spera che, una volta approvato il quarto pacchetto, esso possa essere sostenuto ed implementato completamente in tutta Europa.

“Questo, di conseguenza, potrà essere un periodo di stabilità giuridica e politica, nonché di certezze, per il settore ferroviario” afferma Lochman.
(da: railjournal.com, 29.10.2012)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail