ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

16 October 2018 The on-line newspaper devoted to the world of transports 14:59 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXI - Numero 15/31 AGOSTO 2013

TRASPORTO STRADALE

INCERTEZZA SULL'AVVIO DEL SISTEMA FRANCESE DI IMPOSTE SUI VEICOLI PESANTI

La programmata introduzione di una tassa in Francia sui veicoli pesanti dal 1° ottobre prossimo è stata messa in dubbio a causa del ritardo dell'amministrazione in ordine all'istituzione del sistema.

In origine, il sistema impositivo in questione sarebbe dovuto entrare in vigore il 1° luglio scorso.

La società incaricata di provvedere alla raccolta della tassa, la Ecomouv, ha dato il via alla registrazione di 800.000 veicoli pesanti stimati, compresi 200.000 veicoli immatricolati all'estero, il 19 luglio scorso, ma si dice che sia in grado di gestire solamente 10.000 domande di registrazione giornaliere.

Per di più, alcuni autotrasportatori sono sospettati di averla deliberatamente tirata per le lunghe nel farsi avanti per l'iscrizione dei veicoli nella speranza di far ritardare l'introduzione del sistema per guadagnare qualche giorno “libero” dopo il 1° ottobre.

Il risentimento nei confronti della tassa è esploso all'inizio di agosto in Bretagna, quando uno dei circa 170 caselli stradali fissi appartenenti al sistema di rilevazione automatica per la raccolta della tassa è stato abbattuto da un gruppo di dimostranti non identificati.

La Ecomouv ha in programma di raddoppiare il numero dei propri impiegati nel corso della fase di avvio ma sottolinea che non sarà in grado di provvedere ai propri compiti se verrà inondata di domande all'ultimo minuto.

La tassa, dell'importo medio di 0,12 euro al km, sarà applicata ai veicoli commerciali di oltre 3,5 tonnellate su oltre 12.000 km delle autostrade francesi, esclusi i pedaggi autostradali, poiché lo scopo è quello di incoraggiare i caricatori ad utilizzare modalità di trasporto diverse rispetto alla strada.

Ci si aspetta che il sistema ingeneri entrate annue per poco più di 1,2 miliardi di euro che saranno utilizzate per finanziare la manutenzione delle strade ed i nuovi progetti relativi ad infrastrutture di trasporto.

La Ecomouv riceverà un compenso annuale di circa 240 milioni di euro per la gestione del sistema che comporta l'equipaggiamento dei veicoli con speciali etichette che consentono il monitoraggio dei loro percorsi via satellite.

La FNTR, principale federazione dell'autotrasporto francese, ha esercitato per lungo tempo pressioni - da ultimo con successo - affinché l'imposta venisse trasferita per intero ai clienti caricatori, con la forte e comprensibile opposizione da parte dei caricatori che devono affrontare la prospettiva di maggiori costi del trasporto.

La FNTR, federazione datoriale trasversale, la MEDEF ed altri organismi associativi del settore hanno chiesto al governo di rinviare l'avvio del sistema affinché esso possa entrare in vigore “alle migliori condizioni”.

Peraltro, pur ammettendo che c'è poco spazio di manovra, il ministero dei trasporti francese sembra essere contrario ad un secondo rinvio quest'anno.

Qualsiasi decisione al riguardo non dovrebbe essere presa prima della fine del mese prossimo allo scopo di compensare l'atteggiamento attendista emerso fra le fila degli autotrasportatori.
(lloydsloadinglist.com, 23.08.2013



ABB Marine Solutions Consorzio ZAI Salerno Container Terminal


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail