ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

22 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 02:08 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIII - Numero 15 APRILE 2015

PORTI

ASSOCIAZIONE DEI CARICATORI ATTACCA IL SUPPLEMENTO PER LA CONGESTIONE A ROTTERDAM

Lo EVO (Consiglio dei Caricatori Olandesi) ha criticato i piani dell'importante operatore di trasporto fluviale su chiatte Contargo finalizzati ad introdurre un supplemento per la congestione alla fine del mese di aprile in relazione ai contenitori trasportati da e per il porto di Rotterdam.

Il portavoce dello EVO per gli affari marittimi, Lodewijl Wisse, ha dichiarato: "L'annuncio della Contargo rappresenta una preoccupazione per noi.

È un brutto segnale.

I soli caricatori dovranno pagare il conto.

Quale comunità marittima, siamo già soggetti a tantissimi supplementi e questo qui è un altro.

Dovremmo cercare di risolvere la questione della congestione mediante colloqui, mettendo assieme attorno ad un tavolo tutti coloro che fanno parte della filiera distributiva: linee di navigazione, operatori terminalistici, operatori di chiatte fluviali, spedizionieri e caricatori.

Invece, una sola parte della filiera suddetta, cioè i caricatori, si trovano di fronte ad un'imposizione relativa ad una situazione di cui non sono responsabili".

Un portavoce dell'Autorità Portuale di Rotterdam ha dichiarato che la congestione è stata in gran parte dovuta a due fattori: la forte crescita dei traffici containerizzati ed i ritardi in due nuovi terminal dedicati alla movimentazione delle merci - uno gestito dalla APMT e l'altro dalla RWG - che sono entrati in servizio presso il Maasvlakte 2.

"L'anno scorso, Rotterdam ha fatto registrare una crescita del 6% in termini di TEU e nei primi due mesi del 2015 la crescita cumulativa è stata dell'8%.

Se si aggiunge che il Maasvlakte 2 sta richiedendo più tempo di quanto ci si aspettasse per diventare operativo, ci si ritrova in una situazione in cui la capacità di movimentazione è carente" afferma.

L'APMT attualmente movimenta solo una nave alla settimana presso il proprio nuovo terminal completamente automatizzato nel Maasvlakte 2, che sarà ufficialmente inaugurato alla fine del mese.

L'altro nuovo terminal, gestito dalla RWG, è ancora in fase di collaudo ma le operazioni commerciali potrebbero partire ad aprile o a maggio.

Commentando l'introduzione di un supplemento per la congestione, il condirettore generale della Contargo Heinrich Kerstgens, dichiara: "Abbiamo intavolato molte discussioni con l'Autorità Portuale e gli operatori terminalistici ma senza risultati concreti.

Pertanto, abbiamo deciso che adesso era il momento di prendere l'iniziativa di trasferire alcuni dei costi supplementari indotti dalla congestione - non tutti, sia chiaro - ai nostri clienti" aggiunge.

"Quando una chiatta deve aspettare tre o quattro giorni in più in uno scalo marittimo, significa che essa non può tornare indietro nei giusti tempi per raccogliere i contenitori del viaggio successivo;

E quindi bisogna noleggiare altre chiatte e la capacità di navigazione supplementare è alquanto costosa.

Normalmente, una chiatta starebbe in uno scalo marittimo 36 ore, cioè il tempo che ci vuole per scaricare i container e ricaricarli sulla nave; noi stabiliamo il nostro budget su quella base, il che vi dà un'idea dei costi aggiuntivi che ci toccano attualmente.

Abbiamo avuto a che fare con la congestione sin dalla metà di febbraio e le nostre chiatte hanno dovuto subire tempi di attesa di oltre 50, 60 e 70 ore e, in un caso, il 23 febbraio, di 91 ore".
(da: lloydsloadinglist.com, 1° Aprile 2015)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail