ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

28 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 09:39 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIII - Numero 15 GIUGNO 2015

LOGISTICA

IL CENTRO DELLA LOGISTICA EUROPEA SI SPOSTA ED EST

Il paesaggio logistico europeo sta mutando poiché i canali distributivi continuano a spostarsi da ovest ad est nella regione dell'Europa centro-orientale, indotti dai traffici in crescita e dalla domanda di mercato, dallo sviluppo delle infrastrutture, dalle maggiori efficienze della filiera distributiva e dall'incremento della produzione in corso da nord a sud.

Secondo un rapporto della Colliers International sul "Futuro del mercato logistico europeo", i cambiamenti si sono verificati nel corso di un breve periodo.

"La convergenza dello spostamento delle direttrici di traffico globali, di nuove infrastrutture in Europa, della rapida emersione dell'e-commerce, della crescente domanda di mercato nell'Europa centro-orientale e dei miglioramenti nell'efficienza nelle filiere distributive hanno tutti quanti il proprio ruolo da svolgere in questa evoluzione" ha dichiarato al Prague Post Damian Harrington, direttore regionale ricerche della Collier.

"Ma le cose non finiscono qui: la comparsa, nonché la necessità, di capacità di trasporto merci multimodale e di trasporto efficiente dal punto di vista energetico e delle filiere distributive continuerà a trasformare il modello hub and spoke, con un impatto significativo sullo scenario logistico e sulle nostre città e cittadine in futuro".

La rassegna dei principali porti europei mostra che si sono verificati cambiamenti significativi nei traffici dal 2010 in termini di volumi di contenitori movimentati.

I porti al servizio della Polonia e della Germania settentrionale sono stati in cima al fenomeno, che sta contribuendo a guidare la domanda di logistica di tutta la Germania settentrionale in Polonia e nei mercati primari dell'Europa Centro Orientale.

Danzica (Tricity) ha visto crescere i propri volumi di traffico del 133% dal 2010, portandolo alla pari con Marsiglia in Francia.

Questa storia di crescita è seconda solo a quella dello scalo che ha ottenuto le migliori prestazioni, il porto del Pireo ad Atene, che ha assistito ad un incremento dei traffici del 276% che lo mette alla pari con Felixstowe, il principale porto del Regno Unito.

La crescita dei traffici in Grecia, Turchia ed anche a Costanza in Romania rafforza lo spostamento dei traffici attraverso il Mediterraneo fino all'Europa sud-orientale, che sta avvenendo in tandem con un significativo spostamento della crescita produttiva nella medesima regione.

I bassi costi del lavoro ed operativi, una forza lavoro assai competente ed una sempre maggiore connettività paneuropea e globale sono i fattori-guida di questa crescita.

Gli altri porti caratterizzati dalla crescita maggiore dal 2010 sono stati Marsiglia, Genova e Algeciras, dimostrando ulteriormente lo spostamento nei traffici mediterranei al servizio dell'Europa.

Nello stesso periodo, i tradizionali porti marittimi del Nord - Le Havre, Anversa, Zeebrugge e Rotterdam - hanno visto che i volumi di TEU sono rimasti stagnanti o sono diminuiti.

Nel Regno Unito, Londra è stato il porto cresciuto di più, mentre Felixstowe, Southampton e Liverpool hanno visto un calo delle attività.
(da: seanews.co.tr, 15 Giugno 2015)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail