ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

20 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 21:58 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIII - Numero 15 LUGLIO 2015

REEFER

IL DOLLARO FORTE ED IL CATTIVO TEMPO MANDANO A MALE I PRODOTTI DEPERIBILI STATUNITENSI

Le esportazioni statunitensi di prodotti freschi sono state in sofferenza a causa del rafforzamento del dollaro, che ha indebolito la loro attrattiva nei confronti dei consumatori esteri; il problema è stato esacerbato dall'impatto sui raccolti delle avverse condizioni meteorologiche.

"Il mercato dei deperibili quest'anno è un po' spento" riferisce Tim Strauss, vicepresidente della divisione merci della Hawaiian Air.

"Vediamo un po' di fiacchezza nel mercato.

Fragole, ciliegie ad altra frutta sono diventate più care per il consumatore estero" aggiunge Chris Connell, presidente della ditta specializzata in deperibili Commodity Forwarders Inc. con sede a Los Angeles.

"Si tratta di un momento molto allarmante, perché le tendenze sono collegate in misura notevole al tasso di cambio" afferma.

Il Dipartimento dell'Agricoltura statunitense prevede un calo delle esportazioni agricole quest'anno, dopo diversi anni di continua crescita alimentati dalla domanda globale in aumento e da un dollaro più competitivo.

"La gente non vuole raddoppiare la spesa per le mele perché il tasso di cambio ed costi di trasporto sono alti.

Al loro posto, prenderà un altro tipo di frutta" dichiara Connell.

I coltivatori di mele dello stato di Washington hanno perduto decine di migliaia di dollari di ricavi a causa del rallentamento dei porti della costa occidentale, che ha fatto sì che le mele venissero lasciate a marcire nei campi o sui moli.

Secondo la Commissione Mele dello stato di Washington gli esportatori di mele della zona in effetti hanno perduto almeno tre settimane della propria stagione a causa di tali problemi.

Unitamente ad una offerta da record di mele, la situazione ha creato dei surplus che non possono né essere spediti con profitto alla volta dei mercati né inviati alle ditte che provvedono alla trasformazione in succhi di frutta.

E adesso la siccità in corso in California ha colpito la produzione stessa del raccolto, risultando in una qualità leggermente più bassa od in meno frutta.

"I raccolti della California non sono così cospicui come negli ultimi anni: il tempo secco ha spinto un po' in basso la qualità del raccolto, cosa che è necessaria affinché il mercato delle esportazioni vada al massimo" sottolinea Strauss.

Connell, da parte sua, sostiene che la siccità probabilmente non avrebbe comportato un impatto enorme, ma che, combinato con il tasso di cambio ha indotto alla spedizione di meno volumi, in particolare in Asia ed Europa.

Persino le esportazioni di ciliegie dal Pacifico nord-occidentale hanno mostrato un calo.

Per certi versi, tuttavia, ciò non era inatteso, essendo venuto dopo un raccolto record nel 2014, ma anche il tempo ha svolto un ruolo in questo.

"Le ciliegie dello stato di Washington hanno sbandato un po' perché hanno preso la pioggia nel momento sbagliato" spiega Connell.

"La finestra quest'anno è stata più stretta a causa del tempo" ha aggiunto.

"Normalmente c'è una finestra di tre mesi dalla fine di aprile ad agosto".

I coltivatori hanno dovuto inoltre adattarsi ad un cambiamento della domanda dall'altro lato del Pacifico.

"Il grande cambiamento nel mercato sta nel fatto che le ciliegie si concentrano più verso la Corea che verso il Giappone, che normalmente aveva una posizione di preminenza. Evidentemente la Costco ha più vendite per piede quadrato nei suoi magazzini coreani che altrove nel proprio sistema" afferma Strauss. Secondo Connell, questo dirottamento è in corso da alcuni anni.

Il mercato giapponese è divenuto più sensibile ai prezzi ed ora è un acquirente di minori volumi, mentre la domanda in Corea è aumentata.

"Io penso che ciò continuerà" afferma Connell.
(da: theloadstar.co.uk, 29 giugno 2015)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail