ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

24 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 02:38 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 15 GENNAIO 2016

PORTI

PREVISIONI DI UN ULTERIORE CALO NELLA PRIMA METÀ DEL 2016 PER I PORTI EUROPEI

Secondo l'ultimo rapporto pubblicato il 4 gennaio dalla Hackett Associates e dall'ISL (Institute of Shipping Economics and Logistics), la debolezza degli indicatori economici a livello globale e locale fa supporre un ulteriore declino dei volumi containerizzati presso i porti europei nella prima metà del 2016: per i porti del nord si prevede la registrazione di un decremento del 5,2% da un anno all'altro.

Nel loro rapporto "Global Port Tracker: North Europe Trade Outlook" si legge che l'economia nord-europea mostra segnali di permanenza nella depressione, contribuendo così ad un ulteriore calo dei volumi containerizzati europei nella prima metà del 2016.

"Nel migliore dei casi stiamo affrontando una tenue recessione, in quello peggiore qualcosa di più grave, dato che la capacità continua a lasciare indietro impetuosamente la domanda" sostiene il rapporto.

Il modello degli indicatori economici fondamentali dei porti del Nord Europa sottolinea una carenza di crescita e molti di loro fanno pensare ad una ulteriore diminuzione dell'attività economica, che finirà per ridurre il volume dei traffici".

Per i prossimi sei mesi, le previsioni parlano di un decremento del 4,1% delle movimentazioni complessive nella gamma settentrionale - rispetto ai sei mesi precedenti - e di un decremento del 5,2% in relazione allo stesso periodo dell'anno scorso.

Le previsioni relative ai contenitori carichi in entrata parlano di una diminuzione del 4,5% nei prossimi sei mesi rispetto ai sei mesi precedenti, con un calo del 6% rispetto all'anno scorso.

Le cifre della Haclett in ordine all'intero anno 2015 stimano che le importazioni complessive in Europa siano diminuite del 3,2%, con previsione di una scivolata di almeno il 4% nel Nord Europa.

Si prevede che i sei porti della gamma settentrionale faranno registrare un decremento del 4,4% dei volumi in entrata per l'intero anno 2015, mentre per i volumi dei container carichi in uscita si prevede una diminuzione del 3,1%.

I volumi complessivi movimentati sono previsti in calo del 2,3%.

Nel rapporto si dice che fra i principali porti della gamma settentrionale "solo il porto di Anversa ha avuto un'annata decente nel 2015 e probabilmente conserverà la propria tenuta nel 2016 dal momento che non è esposto al crollo dei volumi di traffico russi che ha afflitto così tanto i suoi concorrenti settentrionali".

Guardando avanti, Ben Hackett della Hackett Associates avverte: "Ciò è anche probabilmente dovuto al fatto che la globalizzazione ha raggiunto un equilibrio laddove ci sono solo poche industrie che ancora dirottano l'approvvigionamento e la produzione in Asia, lasciando che la crescita dei volumi segua la crescita dei consumi.

Oltre a questo, c'è l'incertezza ancora avvertita dai consumatori europei a causa delle problematiche economiche, politiche ed inerenti alla sicurezza che tutte quante hanno tirato giù la domanda.

Noi non vediamo una ripresa dei volumi né delle tariffe di nolo".

L'ISL nota come da gennaio a novembre 2015 la crescita da un anno all'altro nei principali porti mondiali sia stata negativa.

"È improbabile che i valori di dicembre modifichino di molto questa situazione e, dati i rapporti di una diminuzione dell'attività economica in Cina, non siamo ottimisti a breve termine" conclude Hackett.

Il "Global Port Tracker: North Europe Trade Outlook" fornisce una proiezione semestrale oltre ad una previsione aggiuntiva in ordine a due trimestri delle movimentazioni in termini di TEU dei contenitori in entrata ed in uscita per i sei principali porti della regione: Le Havre, Zeebrugge, Anversa, Rotterdam, Brema/Bremerhaven ed Amburgo.

La Hackett Associates fornisce servizi di consulenza e ricerca alle imprese marittime internazionali, alle agenzie governative ed alle istituzioni internazionali.

Lo ISL (Institute of Shipping Economics and Logistics) è uno dei principali istituti di ricerca nel settore marittimo, di consulenza e di trasferimento delle competenze.
(da: llloydsloadinglist.com, 4 gennaio 2016)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail