ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

24 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 08:05 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 30 APRILE 2016

TRASPORTO INTERMODALE

EUROTUNNEL CONFERMA LA GRAVITÀ DEL DECLINO DEL TRASPORTO MERCI FERROVIARIO DIRETTO

Nel 1° trimestre del 2016 il numero dei treni merci diretti è diminuito da un anno all'altro del 44% da 787 a 442, mentre il tonnellaggio è sceso del 41% per 365.041 tonnellate.

Gli operatori intermodali hanno sempre più evitato di servirsi della linea fissa e hanno optato per altre tratte, normalmente la ferrovia alla volta di porti continentali quali Zeebrugge, Moerdijk e Rotterdam per poi spedire le merci via mare in modalità ro-ro o lo-lo ai porti del Regno Unito con successiva consegna via strada ai clienti britannici.

"Il trasporto merci ferroviario via tunnel è stato il traffico maggiormente afflitto dalla crisi dei migranti in conseguenza delle difficoltà sperimentate nel provvedere alla sicurezza del piazzale della SNCF a Calais-Fréthun e ha perduto metà dei propri clienti e servizi a vantaggio di altre tratte nel corso dell'autunno del 2015" sottolinea la GETSA (Groupe Eurotunnel SA) nella propria relazione sui risultati del primo trimestre del 2016.

"Stiamo lavorando con tutte le parti interessate allo scopo di rilanciare i traffici ora che i binari sono nuovamente sicuri".

I servizi navetta di trasporto merci della GETSA hanno conseguito il proprio record trimestrale di sempre con 410.729 camion, il 10% in più rispetto al primo trimestre 2015 ed il 6% in più rispetto al trimestre-record precedente, il quarto del 2014.

I suoi servizi "Le Shuttle" per il trasporto di automobili e pullman per passeggeri hanno trasportato più di 0,5 milioni di veicoli, in aumento dell'8% da un anno all'altro.

I ricavi complessivi derivanti da servizi navetta sono aumentati del 13% sino a 135,5 milioni di euro.

I servizi ferroviari passeggeri diretti gestiti dalla Eurostar hanno trasportato un numero leggermente minore di passeggeri, 2,2 milioni.

Per quanto riguarda il settore trasporto merci ferroviario proprio della GETSA, la sua branca Europorte ha fatto registrare ricavi quasi immutati per 72,6 milioni di euro.

L'affiliata di Europorte Socorail ha ottenuto nuovi appalti per effettuare le operazioni dei servizi ferroviari portuali interni presso gli scali marittimi di Nantes-St.Nazaire e La Rochelle per altri cinque anni, mentre l'affiliata britannica GB Railfreight ha ottenuto un contratto quinquennale con il generatore di energia per biomasse Drax e adesso effettua altresì le operazioni del "Caledonian Sleeper" (servizi passeggeri).

L'accordo con la Drax le ha consentito di compensare la riduzione del trasporto di carbone correlata all'incremento della Tassa sul Carbonio nel Regno Unito nel 2015.

D'altro canto, la Europorte ha trovato difficoltà nell'ottenere tracce dalla SNCF Réseau al fine di sviluppare servizi di trasporto auto per i clienti.
(da: worldcargonews.com, 24 aprile 2016)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail