ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 02:15 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 30 GIUGNO 2016

TRASPORTO FERROVIARIO

LA SVIZZERA INAUGURA IL TUNNEL DI BASE DEL GOTTARDO

Il Tunnel di Base del Gottardo è stato inaugurato dal presidente della Federazione Svizzera Johann Schneider-Ammann e dalla ministra federale dei trasporti Doris Leuthard il 1° giugno scorso con cerimonie simultanee presso i portali settentrionale e meridionale del più lungo tunnel ferroviario di linea primaria mondiale.

Agli eventi gemelli hanno partecipato sei capi di stato, fra cui la cancelliera tedesca Angela Merkel ed il presidente francese François Holland, la commissaria europea ai trasporto Violeta Bulc e 1.000 cittadini svizzeri che sono stati scelti casualmente fra gli oltre 160.000 richiedenti per il viaggio inaugurale attraverso il tunnel.

Una seconda cerimonia di consegna si è svolta nel pomeriggio per sancire il trasferimento ufficiale del controllo del tunnel di 57,1 km dalla AlpTransit alla SBB (Ferrovie Federali Svizzere), la quale effettuerà approfonditi collaudi ed addestramenti nel corso dei prossimi 193 giorni in vista dell'inizio delle vere e proprie operazioni commerciali.

Nel corso della fase di messa in funzione la SBB effettuerà operazioni con sino a 5.000 treni, la maggior parte dei quali convogli merci, attraverso il tunnel prima dell'avvio delle operazioni commerciali complete il prossimo 11 dicembre.

Un certo numero di treni speciali trasporterà altresì passeggeri attraverso il tunnel nel corso di questa fase e da settembre alcuni servizi passeggeri previsti nell'orario saranno dirottati sulla nuova linea dalla tratta di montagna.

Fino al momento in cui si concluderà questa fase, avranno ricevuto un addestramento nel tunnel 3.900 unità del personale fra cui 1.000 macchinisti.

La costruzione

La tratta del Nuovo Collegamento Ferroviario attraverso le Alpi era stata definita nel 1995 ed i finanziamenti per 11,1 miliardi di euro correlati al progetto era stati definitivamente conseguiti nel 1998.

I lavori preparatori iniziali sono cominciati a Sedrun nel 1996 e le principali costruzioni sono iniziate con il brillamento nei pozzi di accesso nel 1999.

Il progetto ha comportato lo scavo di 151,8 km di gallerie, pozzi e collegamenti trasversali.

A Faido e Sedrun sono state realizzate due stazioni di emergenza per essere di ausilio alla evacuazione del tunnel.

Quattro fresatrici sono state utilizzate per scavare e delineare i 97,1 km del tunnel, compresa la maggior parte dei due tunnel di corsa.

La AlpTransit aveva assegnato un contratto al consorzio Transtec Gotthard per l'installazione della infrastruttura ferroviaria ad aprile del 2008.

Tale opera comprendeva 146 km di binari (di cui 115 km di armamenti senza massicciata) e 154 km di catenaria, di cui 115 km in galleria.

L'impiego dello ETCS Livello 2 ha comportato l'installazione di 712 conta-assi con un unico centro radio di blocco che copre l'intera lunghezza della nuova linea.

Un nuovo centro di controllo a Pollegio al capo meridionale del tunnel è stato aperto nel 2014 e, oltre al tunnel, questa struttura controlla tutta la movimentazione ferroviaria nel Canton Ticino.

In servizio

Da dicembre, 52 treni passeggeri e sino a 210 treni merci passeranno attraverso il tunnel ogni giorno con sino a quattro tracce nel corso della giornata (cinque di notte) e due tracce passeggeri all'ora in ciascuna direzione.

Al fine di sfruttare pienamente questa capacità la velocità dei treni merci nel tunnel sarà di almeno 100 km/h mentre i treni passeggeri opereranno sino a 200 km/h.

L'impatto del tunnel sulle operazioni di trasporto merci transalpino sarà significativo.

Il tempo di viaggio fra la frontiera con la Germania a Basilea e Bellinzona sarà ridotto ad appena 3 ore e 45 minuti, il che significa che sarà possibile ad un macchinista di fare un viaggio di andata e ritorno fra questi due hub in un solo turno.

Poiché il tunnel aggirerà la forte pendenza della originaria tratta di montagna, sarà richiesta una sola locomotiva per far viaggiare un treno da 1.600 tonnellate alla volta di Bellinzona o Luino.

Il completamento del tunnel consentirà inoltre di effettuare treni lunghi 750 metri.

Tuttavia, il pieno potenziale del tunnel per quanto attiene il traffico merci sarà realizzato solamente nel 2020 con l'apertura del Tunnel di Base del Ceneri di 15,4 km - riducendo ulteriormente i tempi di viaggio e consentendo di effettuare operazioni con treni da 2.000 tonnellate - e con il completamento di un progetto da 940 milioni di franchi svizzeri per migliorare la tratta del Gottardo al fine di accogliere semirimorchi camionistici con altezza angolare di 4 metri.

La Leuthard ha dichiarato ad IRJ in occasione della cerimonia di apertura che il tunnel assicura una solida base per l'espansione della quota della ferrovia nel mercato del trasporto merci transalpino in linea con la politica di dirottamento modale del governo federale svizzero, ma ha sostenuto che occorrerà che gli operatori ed i gestori delle infrastrutture lavorino assieme strettamente a livello internazionale se il settore vorrà capitalizzare gli investimenti svizzeri nel Gottardo.

"È importante nella politica dei trasporti conseguire una maggiore cooperazione ed un servizio più favorevole alla clientela" ha dichiarato.

"Il corridoio Genova-Rotterdam è un simbolo di come il settore del trasporto merci ferroviario stia lavorando assieme. Stiamo mettendo in funzione l'infrastruttura per aiutare il trasporto merci ferroviario a fare progressi, ma abbiamo anche bisogno di collaborazione".

I servizi passeggeri sulla tratta del Gottardo saranno accelerati da dicembre, quando i tempi di viaggio di 4 ore e 3 minuti da Zurigo a Milano saranno ridotti di 25 minuti mentre sarà lanciato un nuovo servizio Zurigo-Venezia.

Con la riduzione dei tempi di viaggio e l'introduzione della nuova flotta di treni Stadler Giruno, che entreranno in servizio al 2019, la SBB prevede che il numero dei passeggeri sul corridoio del Gottardo raddoppierà entro il 2025.

L'attuale tratta di montagna via Göschenen ed Airolo sarà mantenuta e continuerà ad essere utilizzata da un servizio passeggeri regionale a frequenza oraria così come per le attività di trasporto merci locale.

La linea fungerà altresì da tratta alternativa per i treni passeggeri se il tunnel dovesse essere chiuso, per quanto i treni merci in tal caso dovrebbero essere dirottati attraverso il Lötschberg.
(da: railjournal.com, 1° giugno 2016)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail