ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

25 novembre 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 09:55 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 31 LUGLIO 2016

TRASPORTO FERROVIARIO

COMPLETATA L'ESPANSIONE DEL PIÙ GRANDE TERMINAL CONTAINER FERROVIARIO DELLA GERMANIA

La HHLA (Hamburger Hafen und Logistik AG) ha completato l'espansione del terminal ferroviario presso il proprio CTA (Container Terminal Altenwerder) notevolmente prima di quanto fosse stato programmato.

Finoto il periodo di realizzazione, le operazioni riprenderanno fin dal 1° agosto prossimo, vale a dire due mesi più presto di quanto si fosse calcolato originariamente.

Il terminal ferroviario CTA dispone adesso di nove binari, in luogo dei precedenti sette.

L'espansione incrementerà la capacità del terminal di 140.000 contenitori standard (TEU) sino a 930.000 TEU all'anno.

Dal 2010, i risultati produttivi annui relativi ai container presso il terminal ferroviario CTA sono aumentati di quasi il 20% sino a 769.000 TEU nel 2015.

Ciò significa che, ancora una volta, il terminal CTA ha conseguito il più alto risultato produttivo di tutti i terminal container ferroviari in Germania.

Anche la quota della ferrovia dei volumi containerizzati complessivi ha continuato a crescere negli ultimi anni.

Il ministero federale dei trasporti tedesco si aspetta che i servizi di trasporto dei traffici ferroviari di merci si incrementino del 43% entro il 2030.

Il dr. Stefan Behn, membro del consiglio di amministrazione della Hamburger Hafen un Logistik AG, sottolinea il significato dell'espansione del terminal ferroviario: "L'espansione del terminal ferroviario ci consentirà di assicurare l'efficienza del Container Terminal Altenwerder allo stato dell'arte della HHLA.

Ciò significa che siamo assolutamente preparati ad un ulteriore dirottamento dei volumi a favore della ferrovia quale modalità di trasporto.

Stiamo così rafforzando Amburgo quale porto ferroviario".

Oliver Dux, amministratore delegato del Container Terminal Altenwerder, evidenzia: "Siamo riusciti a finire prima di quanto programmato, che già era di per sé ambizioso.

Siamo estremamente contenti di questo notevole risultato!

Mi piacerebbe ringraziare tutti coloro che vi sono stati coinvolti.

Tutta una serie di sforzi ha significato che le inevitabili restrizioni alle movimentazioni causate dall'espansione sono state ridotte al minimo.

In particolare, vorrei ringraziare le ditte dedite allo smistamento che hanno lavorato davvero a stretto contatto l'un l'altra e con noi e che hanno fatto di tutto per far sì che quasi non ci fossero disservizi nelle operazioni ferroviarie nel corso del periodo di costruzione.

I nostri clienti ora trarranno vantaggio due mesi prima di quanto programmato dal completamento dei lavori di costruzione e dalla ripresa delle operazioni regolari".

Il dr. Bernhard Pahnke, vicepresidente dello sviluppo portuale alla DB Cargo, sottolinea: "Da gennaio di quest'anno, abbiamo lavorato con sei altre imprese per ottimizzare le operazioni di smistamento al Porto di Amburgo.

Nel farlo, abbiamo notevolmente incrementando la competitività del sito.

Siamo stati in grado di supportare efficacemente l'espansione del terminal ferroviario CTA nel corso del periodo di costruzione con un tasso di rendimento di oltre il 95%.

L'espansione ci apporterà vantaggi alla luce di un ulteriore dirottamento verso il trasporto ferroviario".

L'area complessiva del terminal ferroviario CTA non è stata toccata dall'espansione, dal momento che i due binari in più sono stati realizzati sull'area esistente.

Ciò incrementa l'uso efficiente dello spazio della struttura, che già era alto.

La distanza fra i binari è diventata minore, il che significa che il controllo dei dati sui container non sarà più effettuato come prima dal personale del terminal che si muoverà lungo lo spazio fra i treni su veicoli detti "check-mobili".

Per questa ragione, si è dovuto realizzare un "varco per i treni".

Tale varco registra automaticamente i dati relativi ai container appena il treno entra nel terminal.

La registrazione automatica è più veloce di quella manuale effettuata in precedenza, cosa che significa che le operazioni di movimentazione dei treni possono iniziare più presto.

Non utilizzando più le check-mobili alimentate a diesel, si potrebbero inoltre ridurre ulteriormente le emissioni della pericolosa CO2 presso il già in gran parte elettrificato CTA.

Afferma Oliver Dux: "Sono particolarmente contento del fatto che noi adesso possiamo movimentare i contenitori al CTA senza emettere nocive emissioni di CO2".

L'espansione del terminal ferroviario è iniziata ai primi di aprile.

Il costo complessivo dei lavori di costruzione è stato approssimativamente pari a 10 milioni di euro.
(da: transportjournal.com/hhla.de, 15 luglio 2016)



PSA Genova Pra'


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail