ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

04 December 2020 The on-line newspaper devoted to the world of transports 12:04 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 31 AGOSTO 2016

PORTI

IL PORTO DI AMBURGO RAVVISA UN PICCO DELL'83% DELLE PORTACONTAINER ULTRA-GRANDI, MA NON C'È ANCORA NESSUN SEGNALE DI DRAGAGGIO DELL'ELBA

Il numero di portacontainer ultra-grandi da 14.000-19.000 TEU che hanno scalato il porto di Amburgo nel secondo trimestre è stato dell'83% maggiore di quello dello stesso periodo dell'anno scorso.

Malgrado la mancanza di progressi nel procedimento di approvazione dell'approfondimento dei canali di navigazione del Basso e dell'Esterno Elba, le linee di navigazione stanno programmando che un numero sempre maggiore delle loro navi più grandi approdi al porto della città.

Secondo i funzionari portuali, il progetto di approfondimento . che comprende altresì un punto di passaggio ampio 385 metri - consentirebbe alle portacontainer ultra-grandi di caricare 1.800 TEU di carico in più nel corso del loro scalo ad Amburgo.

Tuttavia, l'approfondimento dell'Elba resta una questione alquanto controversa nella Germania settentrionale ed il progetto rimane impantanato in una serie di cause giudiziarie.

Parlando in occasione della conferenza stampa di metà anno del porto, il consigliere di amministrazione dell'autorità portuale Ingo Egloff ha ribadito la necessità dell'approvazione dei lavori di dragaggio, affermando che un fiume più profondo "resta essenziale".

Ciononostante, dopo il tonfo del 9,3% dei risultati produttivi dei terminal container amburghesi l'anno scorso, l'autorità ha dichiarato che la tendenza è stata "notevolmente più stabile" nei primi sei mesi dell'anno, avvicinandosi a quasi l'1,2%, rispetto alla prima metà del 2015, per 4,5 milioni di TEU.

L'autorità portuale afferma che il crollo dei traffici containerizzati con la Cina e la Russia "si è quasi arrestato", malgrado la continuazione delle sanzioni relative al commercio estero contro quest'ultima.

I traffici della Cina con il porto di Amburgo sono stati appena lievemente in ribasso, per 1,3 milioni di TEU, ed è stata menzionata la crescente importanza dell'India quale partner commerciale dopo il balzo del 9,9% dei suoi scambi containerizzati.

La causa principale del calo dei risultati containerizzati del porto nel periodo in questione è consistita nella regressione dei traffici di trasbordo con i porti di Polonia e Svezia, dal momento che un numero maggiore di navi ha effettuato scali diretti invece di utilizzare i servizi feeder via Amburgo.

Ad esempio, c'è stato un calo del 5,6% dei contenitori trasbordati con la Scandinavia ed un declino del 5,7% con la Polonia e gli stati baltici.

Nel contempo, Rotterdam ha fatto registrare un calo a metà anno del 2,3% per 6 milioni di TEU, ma Anversa ha continuato ad avanzare, raggiungendo un aumento del 4,4% quanto ai propri risultati produttivi rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso per 5 milioni di TEU e consolidando il proprio stato di secondo porto containerizzato del Nord Europa.

Dal prossimo mese di aprile, le attuali quattro alleanze per la condivisione di navi sui traffici est-ovest si ridurranno a tre: la 2M (comprendente la HMM), la Ocean Alliance e la THE Alliance.

Il dirigente di un vettore appartente ad una alleanza ha detto recentemente a The Loadstar che le trattative con i porti ed i terminal erano già iniziate con i gruppi direttivi, allo scopo di produrre una rete pro forma, ma che le tariffe di stivaggio sarebbero state messe sotto una seria pressione quando le discussioni fossero iniziate sul serio.

"Mi aspetto qualche difficile trattativa sui prezzi terminalistici" ha detto in tono profetico.
(da: theloadstar.co.uk, 17 agosto 2016)



PSA Genova Pra'


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail