ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

04 December 2020 The on-line newspaper devoted to the world of transports 12:02 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 31 AGOSTO 2016

STUDI E RICERCHE

GLI ACCORDI RELATIVI A FUSIONI ED ACQUISIZIONI CAMBIANO IL PANORAMA NEL SETTORE DEI PORTI CONTAINERIZZATI

Secondo il "Rapporto Annuale 2016 sugli Operatori di Terminal Container Globali" pubblicato dalla ditta di consulenze marittime globali Drewry, l'attenuazione della crescita della domanda unitamente alle maggiori dimensioni delle alleanze e delle navi stanno spostando l'industria dei porti containerizzati verso un settore di valore da un settore di crescita, sebbene ancora ad alta redditività.

Gli operatori globali ed internazionali di terminal container devono affrontare la doppia sfida della più debole crescita della domanda e dei crescenti costi operativi e del capitale dovuti a navi ed alleanze più grandi.

Nei mercati azionari, i porti sono sempre più visti come un settore di valore maturo che come un settore di crescita.

CLASSIFICA PREVISTA PER IL 2020 DELLA CAPACITÀ DEGLI OPERATORI GLOBALI/INTERNAZIONALI DI TERMINAL CONTAINER

Operatore

Classifica capacità


2020

Attuale

Cosco-China Shipping

4° e 8°

APM Terminals *

PSA International

Hutchison Port Holdings

DP World

Terminal Investment Ltd

CMA CGM **

* = Compreso il Grup TCB nei calcoli relativi alla classifica 2020

** = compresa lo APL nei calcoli relativi alla classifica 2020

I calcoli si basano sulla capacità totale di tutti i terminal (a prescindere dalle dimensioni delle quote azionarie) e non comprendono la capacità di altri operatori nei quali si detengano quote minoritarie

Fonte: Drewry Maritime Research


La Drewry prevede che la domanda globale di porti containerizzati cresca di meno del 3% all'anno nel giro dei prossimi cinque anni e le previsioni sono in diminuzione in particolare a causa del drastico rallentamento delle esportazioni cinesi.

Fattori positivi sono la capacità di recupero del Medio Oriente e dell'Asia meridionale e la potenziale ripresa della Russia (unitamente ai prezzi del petrolio).

In risposta, gli operatori terminalistici e gli investitori hanno rivisto con urgenza i piani di espansione della capacità.

Molti progetti relativi all'orizzonte di previsione quinquennale sono già troppo avanzati per poterli modificare in modo significativo, ma quelli per cui è in programma la comparsa più in là nel tempo sono soggetti ad essere riconsiderati in termini di tempi e portata.

Per gli operatori terminalistici, l'attenzione si sta spostando dagli sviluppi di terreni edificabili ad attività di fusioni ed acquisizioni, con un certo numero di importanti accordi già in fase di realizzazione ed altri che probabilmente arriveranno.

La APM Terminals ha acquisito il Grup TCB, la CMA CGM ha comprato la APL e lo Yilport sta rilevando la Tertir.

Tre società cinesi - China Merchants Port Holdings, Cosco e China Shipping (le ultime due ora fuse) - hanno un forte appetito ed una notevole attività in termini di espansione mediante l'acquisto di ditte esistenti.

Nel 2020 l'impresa combinata Cosco-China Shipping sarà la più grande della classifica della Drewry relativa agli operatori terminalistici globali/internazionali (in termini di capacità), sebbene gran parte di essa sia in un solo paese (la Cina).

Neil Davidson, analista senior per porti e terminal della Drewry, afferma: "È chiaro che gli operatori terminalistici globali ed internazionali stanno rivedendo in modo sostanziale le proprie strategie, diventando più freddi sui progetti edilizi e più interessati alle opportunità di fusione ed acquisizione".

Una risposta naturale alle dimensioni in aumento delle alleanze di linea per gli operatori terminalistici è quella di puntare al consolidamento della proprietà dei terminal in parallelo.

"Tuttavia, è evidente una dicotomia nell'approccio.

Da un lato molti dei soggetti internazionali affermati sono divenuti più cauti perché preoccupati che i ritorni possano essere minori di quanto non fossero di solito.

Ma dall'altro lato ci sono diversi soggetti intenzionati ad espandersi come gli operatori cinesi e la Yilport Holdings (nuova arrivata quest'anno nella classifica della Drewry degli operatori terminalistici globali ed internazionali) la cui principale priorità strategica è quella di acquisire ulteriore patrimonio" aggiunge Davidson.
(da: hellenicshippingnews.com, 2 agosto 2016)



PSA Genova Pra'


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail