ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

30 November 2020 The on-line newspaper devoted to the world of transports 03:04 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 15 DICEMBRE 2016

TRASPORTO INTERMODALE

NUOVO CENTRO MERCI APRE IN AUSTRIA: IL VIENNA SOUTH FREIGHT TERMINAL

Il ministro dei trasporti austriaco e la ÖBB (Ferrovie Federali Austriache) gettano le basi per alimentare la sostenibilità e lo spostamento modale delle merci dalla strada alla rotaia a lungo termine

Nel corso degli ultimi tre anni il nuovo Vienna South Freight terminal ha preso forma alla periferia meridionale di Vienna.

Costruito dalla ÖBB-Infrastruktur per conto del Ministero dei Trasporti austriaco, l'hub multifunzionale sarà davvero una "grandiosa centrale" per i traffici merci.

La sua ubicazione centrale in Europa - alla confluenza di tre Corridoi di Rete Centrale - rende il nuovo terminal multifunzionale un collegamento cruciale per le importazioni ed esportazioni internazionali.

Con la realizzazione del terminal, il Ministero dei Trasporti e la ÖBB hanno gettato le basi per uno spostamento modale a lungo termine delle merci dalla strada alla ecocompatibile ferrovia, in Europa ed oltre.

Si tratta di un importante passo avanti, poiché la ÖBB è già un operatore dalle eccellenti prestazioni nell'Unione Europea: la quota ferroviaria del mercato del trasporto merci austriaco rappresenta oltre il 30% e la politica dei trasporti dell'Austria è finalizzata ad incrementarla fino a circa il 40% in futuro.

In tale contesto, la ÖBB intende svolgere un ruolo ancora maggiore di quello attuale.

Il 5 dicembre scorso il nuovo terminal merci è stato formalmente inaugurato nel corso di una cerimonia alla quale hanno partecipato un certo numero di personalità di alto livello: Jörg Leichtfried, ministro federale dei trasporti, dell'innovazione e della tecnologia; Andreas Matthä, presidente del consiglio di amministrazione della ÖBB-Holding AG; Jozef Vasak, della Commissione Europea; Maria Vassilakou, vice sindaco di Vienna; Karl Wilfing, parlamentare della Bassa Austria responsabile per i trasporti con delega del primo ministro Erwin Pröll; Alois Schedl, direttore generale della ASFINAG.

Nell'inaugurare il Vienna South Freight Terminal, il Ministero dei Trasporti e la ÖBB supportano l'Austria quale centro economico, realizzando nel contempo una struttura terminalistica ad alta capacità nella parte orientale del paese.

Un importante vantaggio del consolidamento di tutto quanto in un sito unico sarà quello della riduzione del numero dei treni interurbani e delle movimentazioni di smistamento, così come del numero dei viaggi dei veicoli pesanti interurbani.

Il progetto del Vienna South Freight Terminal

Il Ministero dei Trasporti austriaco e la ÖBB stanno investendo assieme qualcosa come 246 milioni di euro nella costruzione di un centro merci ultramoderno a sud di Vienna.

La struttura di trasbordo copre un'area di 55 ettari, equivalenti a quasi 77 campi di calcio.

Il terminal si concentra sul trasporto combinato.

La nuova "grandiosa centrale" merci è situata a sud di Vienna e si collega direttamente alla linea ferroviaria fra Vienna e Pottendorf e via strada all'autostrada S1.

Il centro merci è uno hub cruciale per i collegamenti da e per il Mare del Nord, così come per il Mar Nero ed i principali porti del Mare Adriatico.

Vienna rappresenta pertanto una ubicazione fondamentale per le merci che viaggiano da e per l'Europa meridionale ed orientale ed oltre.

Tutto ciò significa tempi di viaggio ottimizzati, trasbordi più svelti e meno viaggi di veicoli pesanti interurbani.

Collaudo prima delle operazioni

Tutti i processi terminalistici sono stati collaudati nel corso di un periodo bimestrale allo scopo di assicurare lo svolgimento di operazioni tranquille e senza problemi una volta che il terminal fosse stato ufficialmente aperto alle attività.

Allo scopo di collaudare le operazioni in condizioni reali, la Rail Cargo Group ha effettuato un treno al giorno nel terminal, sul quale sono stati provati tutti i processi: la movimentazione di tipi diversi di unità di carico, l'interazione operativa fra processi e sistemi e naturalmente il carico e lo scarico.

Le procedure sono state così controllate e messe a punto alcune settimane prima dell'inaugurazione ufficiale.

Il sito organizza una giornata di apertura al pubblico per i vicini di casa

Fare un'escursione nel giorno della festa nazionale austriaca (il 26 ottobre) è una tradizione di vecchia data.

Quest'anno, a coloro che abitano in prossimità del Vienna South Terminal è stata data l'opportunità di andare a zonzo nel sito di 55 ettari e vedere da sé il posto.

Oltre 600 visitatori da Hennersdorf, Vösendorf e Rothneusiedl (nel 10° distretto di Vienna) hanno accolto l'invito, comprese molte famiglie con bambini piccoli, che hanno fruito di molte attività approntate per loro presso il centro merci: un castello gonfiabile, giri sulle gru a portale, camion giocattoli e pittura del viso.

Dichiarazioni degli intervenuti all'inaugurazione

Jörg Leichtfried, ministro dei trasporti austriaco: "Vorrei spostare quanto più traffico possibile dalla strada alla rotaia.

Per farlo, abbiamo bisogno di infrastrutture ferroviarie di prim'ordine.

Il nuovo terminal merci di Vienna toglierà sino a 220.000 veicoli pesanti dalle strade.

Gli esperti stimano che il terminal merci di Inzersdorf contribuirà a dirottare circa 60.000 viaggi di veicoli pesanti sulla ferrovia nel 2017, una cifra destinata a salire sino a circa 220.000 una volta che il terminal sarà completamente funzionante".

Andreas Matthä, presidente del consiglio di amministrazione della ÖBB-Holding AG: "Il Vienna South Freight Terminal è la nuova "grandiosa centrale" dei carichi.

La sua ubicazione in Europa - alla confluenza dei tre Corridoi di Rete Centrale - fa sì che il nuovo terminal multifunzionale sia lo hub internazionale per le importazioni e le esportazioni.

In futuro, esso sarà il centro del trasporto merci ferroviario in Europa, non solo consolidando l'Austria come un posto per condurre delle attività, ma anche realizzando una struttura terminalistica ad alta capacità nella parte orientale del paese".

Josef Vasak della Commissione Europea: "Questo progetto sblocca un collo di bottiglia all'interfaccia fra i tre Corridoi di Rete Centrale e mette in luce le credenziali dell'Austria quale leader nell'azione di miglioramento della loro rete ferroviaria".

Maria Vassilakou, vice sindaco di Vienna: "Il nuovo centro merci sarà una vera manna per la città e per la regione circostante: migliori condizioni per il trasporto merci ferroviario e più spazio per alloggi in centro città di cui avevamo così urgente bisogno.

Il centro merci è pertanto una cruciale componente essenziale della strategia di mobilità e climatica di Vienna, nonché una conditio sine qua non, volendo la città costruire nuovi alloggi nei propri quartieri centrali".

Karl Wilfing, parlamentare della Bassa Austria responsabile per i trasporti con delega del primo ministro Erwin Pröll: "Il nuovo terminal merci metterà l'economia locale su una solida base, con particolari vantaggi a favore delle ditte industriali e logistiche con sede a sud di Vienna e dintorni.

Allo stesso tempo, il consolidamento delle modalità di trasporto in un singolo sito libererà altre infrastrutture ad uso del trasporto passeggeri".

Alois Schedl, direttore generale della ASFINAG: "Un migliore collegamento con la ferrovia è uno dei principali intenti della ASFINAG.

La nuova stazione di scambio a Inzersdorf collegherà il terminal merci all'autostrada ed alla circostante rete stradale.

Il progetto è un esempio di successo di stretto coordinamento fra la ASFINAG e la ÖBB in ordine alla pianificazione ed alla realizzazione di infrastrutture moderne e multimodali".
(da: railjournal.com/railcargo.at, 6 dicembre 2016)



PSA Genova Pra'


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail