ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

20 July 2019 The on-line newspaper devoted to the world of transports 20:45 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 15 GENNAIO 2017

SICUREZZA E PROTEZIONE

QUALI PROVVEDIMENTI DOVREBBE ADOTTARE UN ARMATORE PRUDENTE QUANDO RIPORTA IN SERVIZIO LE PROPRIE NAVI DOPO UN LUNGO PERIODO DI INATTIVITÀ?

La riattivazione dal disarmo è fondamentale dato che la nave potrebbe essere stata fuori servizio per un certo numero di mesi e quindi il Club degli Armatori ha stabilito delle direttive d'ispezione in ordine alle riattivazioni dal disarmo (Regola 35).

Il grado dei lavori per la riutilizzazione dovrebbe dipendere da se la nave sia stata posta in rimessaggio a caldo o in rimessaggio a freddo, dalla lunghezza del periodo in cui la nave è stata in disarmo e dal grado di manutenzione effettuata nel corso del periodo di inattività.

Ci sono molte misure da prendere in considerazione quando si prepara la riutilizzazione di una nave dopo il disarmo.

Quella che segue è una guida non esaustiva per le riattivazioni dopo il disarmo.

Le procedure inerenti a classe/bandiera/compagnia di navigazione dovrebbero essere consultate prima di cominciare ad immettersi nei traffici.

Nel caso di un disarmo prolungato, dovrebbero essere tenuti in debita considerazione i collaudi in mare della nave, se del caso, al fine di una corretta valutazione della nave e del suo equipaggio.

Equipaggio

Anche se la nave ha ridotto il proprio equipaggio nel corso del periodo di disarmo su autorizzazione dell'amministrazione di bandiera, è imperativo che prima della riattivazione la nave venga adeguatamente dotata di equipaggio con personale competente ed esperto.

Questo potrebbe non applicarsi alle navi con equipaggio certificato.

Ispezione e certificazione

Nel caso che lo stato di disarmo sia stato avallato da una Bandiera e/o una Classe quando la nave è andata in disarmo, l'intenzione di riattivarla dev'essere loro comunicata preventivamente.

Devono essere intraprese tutte le ispezioni richieste dalla Bandiera e/o dalla Classe per rimettere la nave in servizio attivo.

Sarebbe prudente notificarlo alle autorità portuali locali nel caso esistesse qualche specifica direttiva portuale.

Si dovrebbe prendere in considerazione una revisione del sistema di gestione della sicurezza personale sulla nave quando quest'ultima sia stata in disarmo per un lungo periodo.

Ai sensi delle Regole potrebbe anche essere richiesta un'ispezione per la riattivazione da parte del Club degli Armatori.

Condizioni strutturali

Questo aspetto potrebbe essere stato trascurato nel corso del periodo di disarmo e pertanto dovrà essere effettuata una valutazione dello scafo e delle altre componenti strutturali della nave allo scopo di assicurare che la nave sia strutturalmente solida per poter ricominciare ad operare nei traffici.

Ciò dovrebbe comprendere l'esame dello scafo della nave e delle prese a mare per far sì che essi siano privi di incrostazioni marine.

Macchinari di coperta

Tutto l'equipaggiamento di coperta, comprese le attrezzature di ancoraggio, ormeggio e sollevamento (gru, paranchi ecc.) dev'essere collaudato affinché possa operare correttamente.

Le ancore devono essere controllate per far sì che non si siano incrostate nel corso del periodo di disarmo, cosa che potrebbe ritardare il loro ritiro.

Sala macchine

Tutte le macchine, compresi i motori principali, devono essere collaudate affinché possano funzionare in modo soddisfacente.

L'analisi degli olii lubrificanti dovrebbe essere effettuata come richiesto.

Anche gli allarmi di emergenza ed i sistemi di spegnimento dovrebbero essere collaudati.

Idoneità al trasporto di carichi

Dev'essere controllata la pulizia degli spazi di carico comprese le condizioni dei rivestimenti, ove applicabili.

Tutti i sistemi di pompaggio, gli allarmi di alto livello del serbatoio e gli allarmi di alto livello della sentina devono essere controllati al fine di renderli operativi.

Nel caso delle chiatte, se sono dotate di sponde, devono essere controllate le condizioni di queste ultime.

La resistenza alle condizioni meteorologiche delle coperture dei boccaporti di carico dev'essere controllata e portata alle buone condizioni richieste.

Strumenti salvavita/Equipaggiamento antincendio

Si dovrebbe verificare che tutti i controlli di servizio degli strumenti salvavita e dei dispositivi antincendio fissi e portatili siano aggiornati e che essi siano in buone condizioni per l'uso prima della riattivazione.

Equipaggiamento di navigazione e comunicazione

Tutto l'equipaggiamento di navigazione dev'essere testato secondo le istruzioni del produttore e revisionato come richiesto.

I sistemi elettronici sono soggetti a deterioramento quando non vengono utilizzati per periodi prolungati.

Pertanto, bisogna appurare che essi funzionino per un periodo di tempo sufficiente prima di tornare in uso effettivo.

La copertura sarà soggetta ad un'ispezione relativa alle condizioni della nave, ai sensi della Regola 35, se sia stata in disarmo per un periodo di sei mesi o più, nel caso che la nave sia entrata nell'Associazione per tutto o parte del periodo di disarmo.

L'ispezione dev'essere effettuata da un ispettore nominato dall'Associazione.

Tutti i costi correlati sono completamente a carico dell'associato.

Spetta all'associato l'onere di avvisare l'Associazione che la nave sta per essere riattivata non meno di sette giorni prima che la nave parta dal luogo di disarmo.

Se dovesse verificarsi qualcosa a seguito delle ispezioni il loro costo sarà completamente a carico dell'associato.
(da: hellenicshippingnews.com, 13 gennaio 2017)



Evergreen Line Vincenzo Miele


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail