ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

19 October 2020 The on-line newspaper devoted to the world of transports 23:11 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 15 MARZO 2017

TRASPORTO FERROVIARIO

LA UIC PROTESTA PER LA DISDETTA DELL'ACCORDO SULLO SCAMBIO DI PALLET

La UIC (Unione Internazionale delle Ferrovie) sta protestando con veemenza per la decisione unilaterale della EPAL (Associazione Europea Pallet) di disdire l'accordo sullo scambio di pallet per il trasporto merci con effetto dal prossimo 1° maggio.

La Rail Cargo Austria, che agisce per conto dei membri della UIC, aveva siglato un accordo con la EPAL nell'ottobre 2014 in ordine alla prosecuzione del Centro Europeo di Raccolta dei Pallet per uno scambio senza limitazioni fra pallet UIC/EUR e quelli EPAL.

"La EPAL non può più garantire che i pallet UIC/EUR rispondano alle richieste che i settori dell'industria, della vendita al dettaglio e della logistica giustificatamente pongono rispetto alla qualità ed alla sicurezza dei pallet EPAL Euro" afferma l'amministratore delegato della EPAL Martin Leibrandt.

"In particolare, l'importazione fuori controllo dei pallet UIC/EUR contraffatti mette a rischio la qualità e la sicurezza dei pallet EPAL Euro nel loro insieme.

Secondo la ricerca della EPAL, ci sono più di quattro milioni di pallet UIC/EUR contraffatti provenienti dall'Ucraina nel mercato e questo numero aumenta in continuazione.

Le bande criminali dell'Europa Orientale per lo più stanno contraffacendo in misura sempre maggiore i pallet UIC/EUR, da quando è diventato più rischioso contraffare i EPAL Euro a causa dell'azione congiunta della EPAL, delle autorità doganali e dei legali.

La EPAL si assume la responsabilità per la qualità e la sicurezza del centro di raccolta dei pallet EPAL Euro.

I settori dell''industria, della vendita al dettaglio e della logistica ci possono contare".

La UIC ha definito incomprensibile la decisione di disdire l'accordo.

"La UIC protesta nel modo più fermo contro le motivazioni fornite per disdire l'accordo" afferma la UIC.

"La mancanza di qualità non trova riscontro nella rete della UIC: per noi, la sicurezza e la qualità dei nostri pallet hanno la massima priorità".

La EPAL sostiene che la UIC non è riuscita a prendere nessun provvedimento confrontabile con quelli della EPAL al fine di proteggere la qualità e la sicurezza dei pallet UIC/EUR sin da ottobre 2014.

"In molti paesi, la UIC non organizza del tutto il centro di raccolta per lo scambio" afferma la EPAL.

"Ancora, nel corso dei due anni e mezzo di negoziati, la UIC ha declinato l'offerta della EPAL di rilevare l'organizzazione dell'assicurazione della qualità e della protezione del marchio registrato per i pallet UIC/EUR.

Dare la disdetta all'accordo di scambiabilità rappresenta secondo la EPAL la sola opzione per proteggere effettivamente la qualità e la sicurezza del centro di raccolta dei pallet in futuro".

La UIC ammette che i pallet EUR falsificati costituiscono un grande rischio per la sicurezza degli utenti e delle merci in viaggio ed afferma che i suoi membri adottano un approccio proattivo nei confronti delle contraffazione e prendono tutte le misure appropriate per porre fine ai falsi.

"L'argomentazione secondo cui i pallet UIC sono contraffatti è avulsa dalla realtà: le violazioni del marchio depositato sono, purtroppo, un fatto della vita di tutti i giorni per tutti i produttori di pallet" dichiara la UIC.

"La UIC adotta la linea dura nei confronti di tutti i tipi di frode.

La decisione della EPAL di disdire l'accordo metterà a repentaglio il centro di raccolta dei pallet dal momento che costituisce una soluzione duratura ed aperta che è vantaggiosa in termini di prezzi rispetto ad altri sistemi come il noleggio di pallet.

La revoca dell'accordo creerà incertezza fra gli utenti.

La UIC e le ferrovie sue associate continueranno a considerare equivalenti entrambe le marche di pallet ed a scambiarle in futuro, dal momento che ci crediamo ancora e spalleggeremo un centro di raccolta dei pallet senza frontiere e libero da barriere".
(da: railjournal.com, 6 marzo 2017)



PSA Genova Pra'


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail