ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 October 2020 The on-line newspaper devoted to the world of transports 05:04 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 15 MAGGIO 2017

PORTI

LA CONGESTIONE DELLE ATTIVITÀ CONTAINERIZZATE IN CINA SI ALLARGA AD ALTRI PORTI

La congestione nei porti in Cina si sta diffondendo su e giù lungo la costa poiché i nuovi programmi delle alleanze di linea unitamente al cattivo tempo inducono disservizi nelle operazioni di trasporto marittimo containerizzato.

Come riferisce Lloyd's Loading List, i terminal Yangshan di Shanghai stanno ora sperimentando ingenti ritardi e code di navi all'ancora in attesa di entrare nei terminal di giorno in giorno.

Le più congestionate strutture di Shanghai stanno ora subendo ritardi di almeno due giorni per l'ormeggio ed alcune fonti suggeriscono che ciò sta ora comportando un serio impatto sui programmi dei servizi di raccordo.

In una comunicazione ai clienti della Maersk Line rilasciata il 26 aprile si legge che, oltre ai problemi presenti nel maggiore porto containerizzato mondiale, anche i terminal pubblici di Qingdao e Ningbo stanno adesso "affrontando la congestione e l'alta densità nei piazzali".

Secondo i dati raccolti da Lloyd's List, Qingdao, situata a 700 km a nord di Shanghai e Ningbo, 200 km a sud, si sono classificati rispettivamente all'ottavo ed al quinto posto nella classifica mondiale dei terminal container nel 2016.

La Maersk afferma che la causa principale della congestione portuale in Cina è stato "il via vai derivante dalla riorganizzazione delle reti di alleanza iniziata a marzo" ma ha aggiunto che anche il tempo instabile nell'emisfero settentrionale a primavera ha causato ritardi e ha ridotto le prestazioni terminalistiche.

"È nostra intenzione quella di fornire a tempo debito un ulteriore aggiornamento circa la situazione dei terminal " ha dichiarato la Maersk.

"Stiamo lavorando a stretto contatto con i porti cinesi al fine di occuparci di tutti i problemi operativi e siamo stati in grado di mantenere un dialogo molto costruttivo con i nostri partner terminalistici per assicurare le attualità priorità della Maersk Line".

La linea di navigazione ha inoltre suggerito che i ritardi presso i porti cinesi potrebbero continuare per un periodo prolungato.

La Maersk ha detto ai clienti che allo scopo di mantenere la stabilità della propria rete marittima potrebbe intraprendere iniziative di emergenza il mese prossimo "compresi il consolidamento dei volumi e la riduzione degli scali portuali se ciò fosse richiesto provvisoriamente".

Il comitato consultivo per la clientela ha aggiunto: "La Maersk Line dedicherà tutti i nostri sforzi alla minimizzazione dell'impatto sui nostri clienti.

Il nostro personale vi fornirà informazioni di prima mano nel caso venisse richiesto qualche adeguamento dei programmi delle vostre spedizioni".

Lloyd's Loading List ha riferito che il più grande porto containerizzato mondiale, Shanghai, sta lottando contro la congestione dal momento che i caricatori si affrettano a caricare la merce prima dei previsti aumenti tariffari dell'inizio di maggio.

Il porto è stato altresì ostacolato dalla nebbia e dai cambiamenti dei programmi delle navi in seguito alla ristrutturazione degli orari e degli accordi di condivisione delle navi dopo che il sistema delle alleanze delle linee di navigazione è stato ristrutturato all'inizio di aprile.

Alcune fonti all'inizio di questa settimana affermano che i tempi di attesa presso i terminal di Shanghai sono di 18-60 ore a seconda del terminal e del servizio.

Tuttavia, altre fonti la settimana scorsa hanno detto che i ritardi per le navi si stavano allungando fino a dieci giorni.

Il gestore del porto SIPG (Shanghai International Port Group) ha affermato ad aprile di avere riprogrammato gli orari di alcuni scali di linea dal proprio terminal container di Guangdong e dal container terminal di Shengdong presso il porto di Yangshan ai propri terminal di Hudong, Pudong e Waigaoqiao e le linee di navigazione compresa la Maersk hanno confermato che alcune navi hanno dovuto subire la congestione presso il porto di Yangshan "a causa del cattivo tempo stagionale".

Fonti degli spedizionieri hanno affermato che un altro fattore della congestione è stato quello del migliorato accesso al porto di Shanghai lungo il fiume Yangtze.

A detta di uno spedizioniere, il completamento dei miglioramenti apportati al fiume lungo lo Yangtze hanno fatto sì che le navi provenienti dalle zone occidentali della Cina come Chongqing possono raggiungere più facilmente Shanghai, cosa che ha incrementato il numero delle navi.

"Inoltre, ci si aspetta che le tariffe di nolo aumentino dopo il 1° maggio ed i caricatori stanno cercando di spingere fuori la propria produzione per evitare l'aumento dei costi di nolo" ha aggiunto.

Egli ha inoltre affermato che i cambiamenti nelle alleanze di linea e negli orari ha comportato conseguenze per le operazioni marittime.

Poiché i vettori hanno cambiato i terminal, questo ha fatto sì che alcune strutture fossero sovraccariche di merci ed altre sottoutilizzate.

"È anche prassi normale che il porto di Shanghai accetti prenotazioni di carichi in eccesso al 120-130% della capacità" ha aggiunto.

"Se le alleanze cambiano i terminal, allora quei contenitori che non possono essere spediti come da programma avranno grandi difficoltà a spostarsi presso un altro terminal".
(da: lloydsloadinglist.com, 26 aprile 2017)



PSA Genova Pra'


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail