ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 novembre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 18:43 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 15 GIUGNO 2017

PROGRESSO E TECNOLOGIA

SECONDO LA MOL UN PARABREZZA SULLE PORTACONTAINER FA RISPARMIARE CARBURANTE E TAGLIA LE EMISSIONI

Il vettore marittimo giapponese MOL ha completato con successo il collaudo di un parabrezza sulla prua di una delle sue navi portacontainer, che, a suo dire, ha fatto risparmiare carburante e ha ridotto le emissioni di CO2 di quasi il 2%.

Il parabrezza è stato installato a settembre del 2015 sulla MOL Marvel da 6.700 TEU costruita nel 2010 ed è stato monitorato nel corso del suo servizio sulla rotta Asia-Costa Orientale del Nord America.

Il parabrezza a forma di ferro di cavallo, che dispone di una forza sufficiente a soddisfare le regole della Classe NK concernenti l'impatto delle onde, racchiude la prima linea dei contenitori impilati al fine di ottimizzare la resistenza al vento.

Afferma la MOL: "Con le più grandi portacontainer odierne, l'altezza dei container caricati in coperta si è incrementata, assoggettando la nave ad una maggiore resistenza al vento.

Il posizionamento obliquo dei container dietro al parabrezza ha reso la nave più aerodinamica, riducendo ulteriormente la resistenza all'aria, ha aggiunto.

E la MOL afferma che il parabrezza offre anche protezione rispetto ai problemi causati dall'acqua, specialmente "l'acqua verde" in coperta a prua quando c'è cattivo tempo.

Sono stati immagazzinati dati mediante il confronto delle prestazioni operative di due navi gemelle sulla medesima rotta, una con il parabrezza e l'altra senza.

Il collaudo non ha tenuto conto dei dati relativi all'impatto delle onde del mare e ha estratto solo quelli sulle differenze inerenti alla resistenza al vento.

I risultati delle analisi sono stati presentati in occasione delle riunioni autunnale e primaverile della Japan Society of Naval Architects and Ocean Engineers a novembre ed a maggio.

La MOL ha dichiarato che i risultati dei test hanno confermato "una riduzione media della CO2 di circa il 2%, viaggiando a 17 nodi all'ora, rispetto ad una nave identica alla stessa velocità ma senza il congegno installato".

Il vettore continua ad effettuare test "per confermare l'analisi dei dati sulla navigabilità ed i viaggi con il parabrezza" e guarda avanti "ad uno sviluppo tecnologico più avanzato" sulla base di un progetto di ricerca.

La lenta navigazione, l'aggiornamento del modello progettuale della prua con il bulbo e gli scafi rivestiti con vernici antivegetative vengono tutti quanti impiegati dai principali vettori marittimi alla costante ricerca della riduzione dei costi del carburante e delle correlate emissioni di carbonio.

L'incremento dei costi del carburante è stata la ragione principale per cui le linee di navigazione containerizzate in genere hanno fatto registrare quest'anno risultati deludenti in relazione al primo trimestre.

Un picco del 60-70% del costo medio del bunker nei primi tre mesi dello stesso periodo del 2016 ha spinto in rosso sia la Maersk Line che la Hapag-Lloyd, malgrado gli analisti si aspettassero che i vettori tornassero a realizzare profitti sulla scorta di un'impennata della tariffe di nolo.

La ricerca della MOL finalizzata al miglioramento dell'aerodinamica delle portacontainer, che riduce così il consumo di carburante, dotandole di parabrezza senza dubbio interesserà i vettori suoi pari.

Nel contempo, la MOL ha annunciato a maggio un progetto congiunto con la Mitsui Engineering & Shipbuilding per lo sviluppo di una concezione di "un sistema di trasporto marittimo autonomo".

La MOL ravvisa importanti vantaggi nel futuro delle navi senza equipaggio, che si dice comprendano l'eliminazione dei viaggi inutili, la riduzione dei costi logistici, l'offerta di un collegamento senza soluzione di continuità con altre modalità di trasporto, la minimizzazione degli incidenti in mare e la riduzione dell'impatto ambientale.
(da: theloadstar.co.uk, 30 maggio 2017)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail