ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

17 agosto 2017 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 07.56 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 31 LUGLIO 2017

STUDI E RICERCHE

LE TARIFFE DI NOLO MARITTIMO PER LA TRATTA ASIA-NORD EUROPA "DOVREBBERO CONTINUARE AD AUMENTARE"

Secondo la ditta di analisi relative al trasporto marittimo containerizzato Drewry, i traffici containerizzati dall'Asia al Nord Europa stanno andando al di là delle aspettative e, con un'attenta gestione delle capacità, i vettori dovrebbero raccoglierne i frutti con tariffe a pronti più alte.

La Drewry sottolinea come la crescita della domanda inerente alla tratta primaria Asia-Nord Europa abbia leggermente rallentato dopo la "velocità a rotta di collo" del primo trimestre, secondo l'ultima pubblicazione delle Container Trades Statistics.

Le spedizioni dirette ad ovest dopo cinque mesi si sono incrementate del 3,8% sino a 4,1 milioni di TEU, mentre il tasso di crescita rivisto del primo trimestre era stato del 4,9%.

Si è detto che l'assottigliamento del tasso di crescita "fa prestare credito all'opinione" secondo la quale alcune spedizioni sono state anticipate a marzo al fine di evitare tutti i previsti sconvolgimenti dei programmi derivanti dal riallineamento delle alleanze ad aprile.

Ciononostante, il miglioramento delle sorti di questo traffico è maggiore di quanto non ci si aspettasse e ha indotto la Drewry ad effettuare "una rivalutazione alquanto radicale" delle proprie previsioni inerenti alla domanda per il 2017, elevandole dal precedente 2,1% al 4% per l'annata in corso.

Secondo il World Container Index della Drewry, le tariffe a pronti di un box da 40 piedi sulla rotta di riferimento Shanghai-Rotterdam "sono esplose" la settimana scorso del 17% ovvero di 284 dollari USA fino a 1.936 dollari USA - "in conseguenza della domanda per l'alta stagione e degli incrementi tariffari generali del 1° luglio" - sebbene esse siano state del 4% al di sotto del medesimo periodo dell'anno scorso.

La media delle spedizioni in 12 mesi è aumentata stabilmente dalla fine del 2015 con la media delle spedizioni mensili che ha raggiunto gli 819.000 TEU a maggio, circa il 3% in più rispetto allo stesso mese dl 2016, nota la Drewry.

"La nostra attuale previsione annua implica che la crescita si stabilizzerà alquanto nel corso del resto dell'anno" ha aggiunto.

"In parte le nostre motivazioni consistono nel fatto che con i tassi d'interesse a livelli ultra-bassi e con il calo dei costi di magazzinaggio in Europa oggi ci sono minori pressioni sui dettaglianti che devono mantenere scorte dal budget ridotto, cosa che finirebbe per appianare alcuni picchi della domanda nel corso dell'anno e specialmente nel terzo trimestre".

La Drewry afferma che la capacità operativa nella rotta dall'Asia al Nord Europa si è fino adesso incrementata in linea con la crescita della domanda.

"Le consegne di navi portacontainer di grandissime dimensioni alla fine dell'anno minacciano di sconvolgere quell'equilibrio, ma per il momento gli elementi di base supportano i guadagni nelle tariffe di nolo" sostiene la Drewry nel proprio ultimo rapporto Container Insight Weekly.

Come nota la ditta di analisi, gli scadenzari previsionali indicano che la capacità effettiva mensile in direzione ovest aumenterà sino a 935.000 TEU ad agosto, circa il 2,6% in più rispetto allo stesso mese dell'anno scorso.

Questa cifra comprende slot aggiuntivi derivanti dal nuovo servizio SEANES della CMA CGM che dovrebbe iniziare a metà luglio, sul quale la Cosco e la APL prenderanno degli slot.

"Il SEANES assicura un collegamento diretto unico fra l'Europa e Giacarta così come dà alla CMA CGM l'opportunità di impiegare le Panamax in eccesso di proprietà nell'ambito del proprio sistema globale" nota la Drewry.

L'analista afferma che le tariffe a pronti in direzione ovest sono state molto meno instabili nei primi sei mesi del 2017 rispetto ai mesi finali del 2016.

"L'ambiente più tranquillo è una testimonianza del fatto che il caos attorno al fallimento della Hanjin si è dissolto e che i vettori sono più abili nell'allineare l'offerta di tonnellaggio alla fluttuazione della domanda mediante l'annullamento delle partenze" ha detto.

La Drewry ritiene che l'attuale livello delle tariffe a pronti prevarrà fino all'autunno inoltrato.

"C'è il pericolo che le tariffe possano essere assoggettate a pressioni negli ultimi tre mesi del 2017 quando ci sarà più capacità impiegata rispetto all'ultimo trimestre del 2016, una volta rimossa tutta la capacità della Hanjin" sottolinea.

"I fattori di carico potrebbero poi diminuire nell'ultimo trimestre, sebbene l'oculato annullamento delle partenze possa limitare ogni calo dei prezzi, in qual caso i vettori potrebbero ritrovarsi nella situazione di spingere per un incremento di 200-300 dollari USA delle tariffe per le unità da 40 piedi dei proprietari della merce beneficiari nei contratti del 2018.

Dovesse materializzarsi quella situazione, i traffici potrebbero senz'altro tornare ad uno stato di buona salute finanziaria non testimoniato per diversi anni".

Conclude la Drewry: "Le prospettive per questo traffico di fondamentale importanza stanno migliorando stabilmente e con una oculata gestione della capacità i vettori dovrebbero assistere alla continuazione delle tariffe di nolo nella loro traiettoria verso l'alto".
(da: lloydsloadinglist.com, 11 luglio 2017)



Vincenzo Miele ABB Marine Solutions Evergreen Line
Est Europea Servizi Terminalistici    


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail