ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

18. Dezember 2017 Der tägliche On-Line-Service für Unternehmer des Transportwesens 21:41 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 30 NOVEMBRE 2017

LEGISLAZIONE

TRIBUNALE TEDESCO EMETTE UNA SENTENZA ESEMPLARE SUGLI EQUIPAGGI NON APPARTENENTI ALL'UNIONE EUROPEA CHE LAVORANO NELLE ACQUE TEDESCHE

Nello scorso mese di ottobre, la Atlantic Tonjer stava lavorando in mare nelle acque della Germania quando la polizia tedesca ha abbordato la nave e ha trasmesso al comandante ed agli armatori l'ordine di allontanare immediatamente dalla nave due membri dell'equipaggio, entrambi di nazionalità non appartenente all'Unione Europea.

Ai due membri dell'equipaggio è stato altresì intimato di lasciare il paese.

Questo ordine è stato emesso dalla polizia marittima sulla base del fatto che le persone di nazionalità non appartenente all'Unione Europea non erano autorizzate a lavorare a bordo di una "piattaforma di lavoro mobile" all'interno delle acque territoriali tedesche, il cui limite è di 12 miglia.

Uno dei due membri dell'equipaggio era il direttore di macchina e questa iniziativa è stata presa mentre la nave era effettivamente al lavoro in mare.

Gli armatori quindi hanno dovuto procurarsi un permesso urgente da parte dello stato di bandiera per restare in mare in attesa di trovare dei sostituti.

Malgrado l'eccellente operato degli altri ufficiali di macchina a bordo, questo ha fatto sì che la nave abbia dovuto operare senza direttore di macchina per 24 ore, cosa che ha costituito una chiara violazione degli accordi MLC relativi agli equipaggi, per non dire degli aspetti inerenti la sicurezza personale quando si allontana un ufficiale di spicco mentre la nave è operativa in mare.

La Atlantic Marine pertanto si è opposta alla decisione della polizia facendo ricorso al tribunale.

La sentenza

In primo luogo, il tribunale ha dichiarato di essere competente a decidere in materia, respingendo perciò il tentativo della Polizia Federale di deferire questa materia ad un tribunale diverso sostenendo che il proprio ordine era stato emesso per conto del Ministero degli Affari Interni dello stato del Meclemburgo-Pomerania Anteriore.

La corte ha ulteriormente deciso che la richiesta da parte della Atlantic Marine di sospendere gli ordini della polizia (tecnicamente parlando: di ripristinare l'effetto sospensivo delle obiezioni dell'armatore nei confronti degli ordini della polizia) era ammissibile e giustificata.

A giudizio del tribunale gli ordini della polizia erano chiaramente illegali.

Le motivazioni sono pertanto, riassumendo, le seguenti:
  • la Polizia Federale non era competente ad emettere un ordine che stabiliva una scadenza per lasciare il territorio tedesco; solo la Ausländerbehörde (autorità di registrazione degli stranieri) sarebbe stata legittimata a prendere tale provvedimento;
  • i prerequisiti per chiedere ai ricorrenti di lasciare il territorio tedesco non sono stati rispettati;
  • non c'è nessun obbligo di visto o permesso di lavoro per i membri dell'equipaggio a bordo di una nave nelle acque territoriali tedesche;
  • i ricorrenti erano in possesso di un visto Schengen sul passaporto biometrico che consente loro di entrare nel territorio di Schengen;
  • la Atlantic Tonjer non può essere ritenuta una piattaforma di lavoro mobile; è piuttosto paragonabile ad una nave da recupero ed è considerata un battello marittimo.
Paul Crowther, amministratore delegato e presidente della Atlantic Marine & Aviation LLP, ha fornito questa informazione ai propri contatti con cui è collegato sulla base del fatto che la Atlantic Marine vorrebbe assicurarsi che tutti i marittimi venissero trattati in modo equo e corretto ai sensi della normativa internazionale e non fossero discriminati per motivi di nazionalità.

La Atlantic Marine è stata appoggiata dal suo equipaggio e dal suo comandante in tale vicenda e ne è orgogliosa.

Da allora si è appreso che diversi altri armatori hanno avuto problemi simili, compreso un armatore tedesco, e pertanto Crowther ritiene che questo articolo possa fungere da guida nel caso che tale evento si ripeta.

Si dovrebbe notare che la polizia tedesca ha 14 giorni per appellarsi avverso la decisione e che quindi essa non è ancora definitiva.

Il principio e la sentenza sono stati entrambi riportati qui e Crowther ritiene che sia importante che gli armatori ed i noleggiatori prendano nota di questa sentenza e supportino la normativa internazionale in ordine agli equipaggi non appartenenti all'Unione Europea.

La Atlantic Tonjer ha proseguito nel contratto di noleggio dopo la visita della polizia e ha svolto un riuscito noleggio per i clienti della Atlantic Marine.

Sono andate perdute solo poche ore di tempo operativo in conseguenza dell'iniziativa della polizia, ma, grazie all'istanza presentata ai giudici, Crowther è lieto di affermare che i propri equipaggi comunitari o meno possono continuare a lavorare e supportare la flotta della Atlantic Marine nelle acque tedesche con la consapevolezza di essere legittimati ad esserci e di lavorare a bordo.
(da: hellenicshippingnews.com, 15 novembre 2017)



ABB Marine Solutions Evergreen Line Est Europea Servizi Terminalistici
Consorzio ZAI    


Hotels suchen
Zielort
Ankunftsdatum
Abreisedatum


Inhaltsverzeichnis Erste Seite C.I.S.Co. - Mitteilungen
Seite zurück

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genua - ITALIEN
tel.: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail: admin@informare.it