ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

29 September 2020 The on-line newspaper devoted to the world of transports 23:01 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXVI - Numero 15 LUGLIO 2018

TRASPORTO AEREO

PROBABILMENTE LA PESANTE CARENZA DI PILOTI ED IL MINOR NUMERO DI AEREI CARGO DISPONIBILI COMPORTERÀ UNA PIÙ RAPIDA ADOZIONE DEI DRONI

Può darsi che i droni trasportino carichi in aria molto più presto di quanto tutti si aspettino.

La sempre maggiore carenza di piloti e le preoccupazioni inerenti alla capacità di cargo disponibili in futuro stanno acuendo la consapevolezza dell'urgenza di impiegare i droni allo scopo di colmare le lacune.

La carenza di piloti è la preoccupazione più grave per i vettori di aerei merci.

Uno studio pubblicato dalla Boeing l'anno scorso ha appurato che sarebbero necessari oltre 637.000 piloti fra il 2017 ed il 2037.

Ed anche le maggiori linee aree passeggeri sono con l'acqua alla gola.

La Emirates ha rivelato all'inizio di maggio che avrebbe lasciato a terra almeno sei A380 e 14 B777 per due mesi.

Oltre al calo stagionale della domanda, la carenza di piloti ne è stata la ragione principale: secondo una stima, la linea aerea ha 100-150 piloti in meno del numero che sarebbe necessario per operare a piena capacità.

Gli operatori regionali di aerei cargo sono stati colpiti in modo particolarmente duro dalla carenza di piloti e la loro situazione critica negli Stati Uniti è stata aggravata dalla modifica del requisito delle ore minime di volo, passate da 250 a 1.500, secondo Stan Bernstein, presidente della RACCA (Regional Air Cargo Carriers Association).

Ram Memen, ex responsabile della Emirates SkyCargo, è d'accordo.

Egli ravvisa particolari difficoltà nel grande segmento deli trasporto merci aereo, sostenendo che il gruppo di possibili candidati alla riconversione si sta riducendo.

"Tutti gli aerei progettati e costruiti dopo gli anni '90 sono stati ottimizzati in relazione al peso.

Pertanto, il costo della riconversione sta diventando elevato e poiché in genere i prezzi del carburante restano alti, essi diventeranno inutilizzabili, specialmente quando la resa del carico è sotto pressione" afferma.

Questo trasformerebbe nel corso del tempo gli aerei cargo in produzione nel punto di forza del grande settore dei cargo a fusoliera larga, ma il loro cartellino del prezzo li mette fuori dalla portata di alcuni soggetti.

Di conseguenza, la richiesta di droni si sta incrementando, aggiunge Memen.

"Il punto di forza sarà costituito da grandi droni completamente autonomi, accanto ai dirigibili più in ruoli regionali" prevede.

L'interesse per i droni nelle attività di trasporto passeggeri è un altro probabile catalizzatore riguardo al loro uso nel trasporto merci aereo.

Il settore cargo è l'area iniziale di impiego per i droni nell'aviazione, afferma Bernstein.

"Il primo volo commerciale di un aereo senza equipaggio non dovrebbe essere quello di un servizio della United Airlines da Chicago a Los Angele; più probabilmente sarà un volo di trasporto merci da Albuquerque a Santa Fe" ha aggiunto.

Tim Komberec, presidente dell vettore regionale Empire Airlines, nota come le compagnie aeree stiano inziiando a costruire droni più grandi.

"Ritengo davvero che questo stia prendendo piede" ha detto.

Anche i recenti segnali da parte delle autorità statunitensi incoraggiano tale corso, secondo Steve Edgar, fondatore della Empire Unmanned, una partecipata della Empire Airlines che fornisce sistemi e veicoli aerei senza equipaggio che sono certificati dalla Federal Aviation Administration.

Parlando ad aprile in occasione della conferenza primaverile della RACCA, Edgar, che siede nel comitato consultivo dell'aviazione per la regolamentazione dei sistemi per aeromobili senza equipaggio, ha riferito che in seno al comitato c'è un ampio consenso sul fatto che i droni possano operare ai sensi delle attuali regole sulla sicurezza nell'aviazione per gli aeromobili senza equipaggio, cosa che eliminerebbe la necessità di predisporre nuove regole.

I droni stanno già operando sistematicamente nello spazio aereo di Classe A senza incidenti, ha aggiunto.

Egli prevede che l'integrazione dei droni si svolgerà in tre fasi.

La prima comporterà la movimentazione di carichi in carovana alla volta di località lontane, mentre la seconda avverrà nell'ambito del trasporto intercontinentale.

Le operazioni porta a porta, il terzo stadio, saranno quelle più problematiche, ammette Edgar.

A maggio, il Dipartimento dei Trasporti statinitense ha selezionato dieci governi statali, locali e tribali per collaudare i droni commerciali in partenariato con imprese private.

I droni già trasportano piccoli carichi in località remote in alcune giurisdizioni.

In Cina, alla JD.com ed alla SF Express è stato dato il via libera da parte dell'autorità dell'aviazione civile lo scorso autunno affinché potessero inviare pacchi per mezzo di droni in determinate località remote.

In Canada, la Moose Cree First Nation ha concordato lo scorso ottobre di effettuare per conto della Drone Delivery Canada prove di movimentazione di alimentari, farmaci ed altre forniture ad una comunità remota.

Tuttavia, la strada per l'adozione commerciale dei droni per il trasporto delle merci è ancora lunga, avverte Komberec.

"Essa richiederà l'intervento di alcuni notevoli soggetti ed investitori" ha dichiarato.
(da: theloadstar.co.uk, 5 luglio 2018)



PSA Genova Pra' Autorità di Sistema Portuale Mar Ligure Orientale


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail