ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

18 luglio 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 09:11 GMT+2



CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERS ANNO XXXVII - Numero 31 MARZO 2019

TRASPORTO MARITTIMO

VETTORI, PORTI E CARICATORI ALLO SCONTRO A CAUSA DELLA REVISIONE DA PARTE DELLA COMISSIONE EUROPEA DELLE ESENZIONI PER CATEGORIA DELLE LINEE DI NAVIGAZIONE

La direzione per la concorrenza della Commissione Europea si è chiesta se il BER (regolamento sulla esenzione per categoria dei consorzi delle linee di navigazione) sia lo strumento corretto per regolare il settore della navigazione di linea in Europa.

Il 20 marzo in occasione del Maritime Day dell'European Shippers' Council svoltosi a Rotterdam il direttore generale per la concorrenza Itai Rabinovici ha dichiarato che la Commissione Europea sta valutando la possibilità di apportare modifiche al BER e di ampliarlo.

"Ma dobbiamo anche prendere in considerazione se l'esenzione per categoria sia lo strumento normativo corretto per conseguire quello che il settore richiede?" ha detto.

"Possiamo emendarlo per adeguarlo ai cambiamenti che si sono verificati nel settore, ma possiamo farlo solo in conformità con i limiti stabiliti dal disposto normativo stesso".

Al momento attuale, il dipartimento per la concorrenza della Commissione Europea sta lavorando ad un documento tecnico, che dovrebbe uscire presto, finalizzato ad occuparsi della questione.

Caricatori e vettori sono divisi, dato che molti proprietari dei carichi e spedizionieri sostengono che il BER è inefficiente e non dovrebbe proseguire dopo la sua data di scadenza del 2020.

"I vettori ritengono che l'esenzione per categoria funzioni bene e che dovrebbe continuare: infatti hanno chiesto nello specifico un'estensione per altri cinque anni; i porti ed i caricatori dicono di no" afferma Rabinovici.

"Entrambe le opzioni sono ancora aperte, di modo che le valuteremo al momento ma l'incarico che abbiamo e la questione di cui dobbiamo occuparci sono quelli della concorrenza".

Comunque, Rabinovici afferma che il documento non dovrebbe contenere raccomandazioni sul fatto di abrogare o meno il BER, sottolineando come questo debba trovarsi nelle mani dei commissari europei.

Invece, esso dovrebbe concentrarsi su quanto bene il sistema stia funzionando e se nel suo stato attuale esso sia riuscito o meno a raggiungere le sue finalità.

"E c'è, naturalmente, una terza opzione che ci si presenta, vale a dire che noi estendiamo ed emendiamo la normativa nella sua forma esistente" ha continuato.

"Questa è una possibilità: la posizione della Commissione non è di chiusura rispetto a tale idea ed è generalmente molto, molto aperta all'attuazione di nuove idee, se si può dimostrare che funzionano".

Secondo i rapporti, la segretaria generale della Federation of European Private Port Operators, Lamia Kerdjoudj Belkaid, ha accolto favorevolmente la proposta di emendare la normativa.

"Adesso possiamo scegliere fra due opzioni: abrogare o modificare.

Da quello che abbiamo sentito oggi, la Commissione Europea sta seriamente valutando la modifica del BER.

Come terminalisti, noi peroriamo una sostanziale modifica del regolamento" ha dichiarato a JOC.com.

"Non possiamo continuare con la condotta di acquisto in comune che viene utilizzata dalle alleanze delle compagnie di navigazione ogni qualvolta esse comprano operazioni terminalistiche".

Per Rabinovic, lo scopo dell'imminente documento tecnico è quello di fornire un rapporto obiettivo e senza pregiudizi sull'attuale stato delle cose.

Ciò, a suo dire, ha richiesto non solo la raccolta di dati obiettivi ma anche l'ascolto di coloro che sono a favore e contrari al BER al fine di effettuare una approfondita valutazione.

"Si tratta di un'indagine: si ascolta, si legge e poi si cerca di fare qualche tipo di argomentazione equilibrata" ha continuato.
(da: theloadstar.com, 21 marzo 2019)



Evergreen Line Vincenzo Miele


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail