ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

15 settembre 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 14:47 GMT+2



16 DICEMBRE 1996

TROPPE LE TENSIONI INTERNE ALLA STRUTTURA DELL'AZIENDA FERROVIARIA

Il sottosegretario Soriero auspica chiarezza per porre fine alle critiche irresponsabili

La riorganizzazione del settore ferroviario, dopo il passaggio del timone all'amministratore delegato delle FS, Giancarlo Cimoli, e le critiche da parte di uomini politici ai risultati di bilancio, ha determinato numerose quanto vaghe illazioni sul futuro della spa ferroviaria e soprattutto sull'individuazione dei settori che verranno colpiti dai 'tagli' che derivano dalle necessità di riduzione delle spese.

Un tentativo di fare chiarezza e metter fine alle critiche piovute da più parti è stato effettuato dal settosegretario al ministero dei Trasporti e della Navigazione, Giuseppe Soriero, intervenuto a Gaeta al convegno organizzato dalla Regione Lazio su "Le reti e le infrastrutture per lo sviluppo". Il sottosegretario ha espresso preoccupazione per la discussione in atto: "Non è accettabile - ha detto - che la riduzione di spesa prevista nella legge finanziaria sia utilizzata da qualcuno dentro le FS per proporre tagli indiscriminati di treni, che stanno suscitando allarme in diverse zone del Paese, da Bologna fino al Lazio. E' auspicabile che si superi rapidamente quelle tensioni interne alla struttura FS che si stanno scaricando sui cittadini e sulla qualità del servizio. E' importante - ha concluso il sottosegretario Soriero - che vada avanti rapidamente l'azione già avviata dal nuovo amministratore delegato delle FS per assicurare trasparenza, efficienza, produttività e qualità del sistema ferroviario italiano".


PSA Genova Pra'

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza





Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail