ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

18 giugno 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 19:12 GMT+2



1 MAGGIO 1997

NEGATO ALLA COSCO L'USO DI UN'EX BASE DELL'US NAVY A LONG BEACH

L'agenzia di stampa "Xinhua" afferma che la compagnia chiederà il risarcimento dei danni. La COSCO intanto ha ottenuto un'area in concessione a Marsiglia - Fos.

Un tribunale della California ha ordinato all'amministrazione portuale di Long Beach di annullare il contratto con la China Ocean Shipping Company (COSCO) per la concessione in uso di un'ex base della marina militare USA nel porto californiano. La COSCO avrebbe costruito un container terminal che sarebbe diventato il porto base della compagnia cinese sulla costa occidentale degli Stati Uniti.

Il presidente del Consiglio d'Amministrazione del porto californiano, George Murchison, in visita a Pechino, ha detto, secondo quanto scrive il "China Daily", che l'autorità portuale non può far altro che ottemperare all'ordine della Corte.

L'agenzia di stampa ufficiale cinese "Xinhua" scrive che la COSCO si riserva il diritto di chiedere il risarcimento dei danni per la cancellazione del contratto. "L'accordo non è contrario alla legislazione americana e la decisione della Corte californiana creerà alla compagnia ingenti perdite".

La decisione della Corte californiana viene sulla scia di un'ondata di proteste e critiche per le trattative sulla concessione dell'ex base dell'US Navy alla compagnia cinese. Il senatore americano dell'Arizona John McCain aveva inviato due lettere al segretario ai Trasporti Rodney Slater e al capo del Pentagono William Cohen chiedendo di bloccare le trattative. Il senatore affermava che la Federal Maritime Commission (FMC) stava indagando per capire se la compagnia pubblica cinese fosse impegnata in una trattative sleale, quanto a definizione di costi, con le compagnie americane.

Nelle missive il senatore chiedeva che le trattative fossero interrotte finché la FMC sia giunta ad una conclusione.

Ma l'intervento del parlamentare dell'Arizona è solo la punta dell'iceberg di proteste che sono giunte un po' da tutte le parti politiche americane. I deputati repubblicani sono apertamente ostili al progetto e hanno chiesto che l'ex base dell'US Navy non venga consegnata a interessi stranieri, mentre i democratici hanno reclamato l'apertura di un'inchiesta sull'impatto del progettato affitto della base sulla sicurezza nazionale. I cittadini di Long Beach poi reclamano la conservazione dell'area alla marina americana per ragioni storiche.

Mentre sfuma la possibilità per la compagnia cinese di ottenere l'area in concessione a Long Beach, la Cosco ha ricevuto dal Consiglio d'Amministrazione del porto di Marsiglia il permesso per la costruzione di una base a Fos. L'armamento cinese farà costruire su un'area di 17.000 metri quadrati un edificio per uffici e un'officina per riparazione di contenitori. L'Amministrazione portuale marsigliese provvederà per suo conto alle necessarie infrastrutture.

BRUNO BELLIO


ABB Marine Solutions
Evergreen Line
Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza





Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail