ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

26 marzo 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 15:01 GMT+1



31 MAGGIO 1997

KAOHSIUNG, VUNG TAU, GIOIA TAURO E PANAMA I 4 PORTI HUB DI EVERGREEN

Saranno il crocevia dei traffici orizzontali attorno al mondo e di quelli nord - sud

La compagnia di navigazione Evergreen di Taiwan l'anno scorso aveva programmato la concentrazione dei suoi traffici in cinque porti di trasbordo, indicandoli in Kaohsiung, Vung Tau, Nhava Sheva, Gioia Tauro e Panama. Ora ha abbandonato temporaneamente il progetto indiano di Nhava Sheva e sta programmando il potenziamento delle sue infrastrutture e dei suoi traffici negli altri quattro porti hub.

A Kaohsiung (Taiwan) Evergreen fa capo a tre banchine attrezzate per il traffico dei container ed ha appena sottoscritto con il Kaohsiung Harbor Bureau un contratto del valore di 426,85 milioni di dollari di Taiwan (circ 25 miliardi di lire italiane) per l'affitto del container terminal n.5 del porto taiwanese. Il terminal, che avrà tre banchine (numeri 79, 80 e 81) nel porto commerciale di Ta Jen, diverrà operativo nel 1999. Sui 90 ettari alle spalle del terminal potranno sostare 49.000 teu e l'impianto sarà in grado di svolgere un traffico di circa un milione di teu l'anno.

Il terminal di Panama è in costruzione e dovrebbe essere completato alla fine di quest'anno o al massimo all'inizio del 1998.

Il terminal di Gioia Tauro è ancora a livello di pianificazione. E' possibile un accordo con il governo italiano che contemplerebbe anche altri settori (trasporto aereo, ecc).

Quanto al nuovo porto di Vung Tau nel Vietnam, il primo passo per un accordo con la Malaysia Mining Corporation e la Tredia Resources di Singapore per costruire questo porto dovrebbe avvenire nel 1999. Vung Tau dovrà essere un porto multipurpose, con attrezzature per il traffico dei container ma anche per il traffico delle rinfuse secche e petrolifere. Nell'area asiatica in piena espansione vi sono molti porti, ma tutti con costi operativi molto alti, ed Evergreen punta proprio su Vung Tau per offrire all'armamento operazioni di banchina a prezzi molto competitivi.

Ai quattro porti hub scelti da Evergreen si aggiungono quelli, per così dire 'principali', di Singapore e di Rotterdam.

L'anno prossimo la compagnia di navigazione di Taipei, che attualmente ha in costruzione 29 navi che le verranno consegnate a partire dalla fine del 1999, darà il via ad una serie di collegamenti "verticali", iniziando da una linea tra Nord e Sud America. E proprio i porti hub diverranno il crocevia di questi nuovi collegamenti con quelli delle linee orizzontali attorno al mondo.

Soddisfacente il consuntivo della compagnia per il 1996. Anche la Evergreen Marine Corporation, come tutte le altre compagnie di navigazione impegnate nei traffici tra Asia ed Europa e viceversa, ha registrato un incremento dei volumi di carico trasportati, tuttavia con un tasso di rendimento più basso di quello realizzato nell'anno precedente. La compagnia, che è la parte del gruppo Evergreen di Taiwan quotata in Borsa, ha registrato un fatturato di 31,26 miliardi di dollari taiwanesi (31,43 nel 1995), con un utile lordo di 3,86 e netto di 3,22 miliardi di dollari taiwanesi (3,17 nel 1995).


ABB Marine Solutions
Evergreen Line

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza





Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail