ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

13 novembre 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 19:03 GMT+1



29 ottobre 2001

China Shipping riduce la sua offerta nei traffici est-ovest

Prosegue la partnership del vettore cinese con la CMA CGM, sfumato invece l'accordo con la Zim. Positivi i risultati ottenuti dal gruppo cinese nel primo semestre

Le prospettive di crescita dei traffici container marittimi est-ovest si sono ridimensionate dopo l'11 settembre. Gli attacchi terroristici negli USA e le successive ripercussioni internazionali hanno accelerato la recessione economica in molti Stati ed hanno spinto numerose compagnie di navigazione ad assumere contromisure per far fronte al probabile calo dei volumi e all'eccesso di offerta di trasporto determinato dal consistente aumento degli ordinativi emessi negli anni scorsi per la costruzione di nuove navi.

Per contenere i costi il nuovo vettore China Shipping (CS), diventato in breve tempo uno dei protagonisti del mercato marittimo est-ovest, ha scelto di fondere nel corso di questa settimana il suo servizio Asia-Nord Europa con quello Asia-Mediterraneo. Il nuovo collegamento, nel quale saranno impiegate nove portacontainer contro le diciannove utilizzate in precedenza nei due servizi, avrà frequenza settimanale per i porti nordeuropei, mentre sarà quindicinale per quelli mediterranei.

Il gruppo cinese CS, alla luce della nuova configurazione dei suoi traffici Asia-Europa, ha riesaminato gli accordi di partnership sia con la francese CMA CGM, che noleggerà slot anche nel nuovo servizio, sia con l'israeliana Zim, con la quale è invece sfumata l'intesa annunciata pochi giorni fa (inforMARE dell'11 ottobre 2001).

Le misure di contenimento dei costi sono state assunte nonostante il gruppo China Shipping abbia registrato nel primo scorcio del 2001 dei risultati confortanti. Nel primo semestre di quest'anno il gruppo ha infatti trasportato complessivamente 88,117 milioni di tonnellate di merci, con un incremento del 102,7% rispetto allo stesso periodo del 2000. Il traffico è stato pari a 135,94 miliardi tonnellate-miglia (113,4%). Il trasporto container è stato pari a 873.000 teu (+24,7%).
Nel primo semestre il fatturato è risultato di 9.049,46 milioni di yuan (un miliardo di dollari), con una crescita del 19% sul periodo gennaio-giugno dello scorso anno. Il giro d'affari della filiale di trasporto marittimi containerizzati China Shipping Container Lines (CSCL) è aumentato del 23,4%, mentre quello delle altre filiali China Shipping Tankers, China Shipping Tramps e China Shipping Haisheng è cresciuto rispettivamente del 18,8%, 7,1% e 14,1%.
Il gruppo ha inoltre comunicato di aver ottenuto nel periodo gennaio - settembre di quest'anno un utile di 536,72 milioni di yuan.


PSA Genova Pra'
Salerno Container Terminal
Logistics Solution
Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza





Le pagine saranno aperte in una nuova finestra del browser






Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail