ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

12 dicembre 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 08:00 GMT+1



29 ottobre 2001

All'inizio del 2002 la Commissione UE varerà un progetto di direttiva sulla sicurezza dei tunnel stradali e ferroviari

Bruxelles ha proposto di elevare la percentuale di cofinanziamento comunitario dei progetti per la realizzazione delle infrastrutture prioritarie, portandola dal 10% al 20%

L'incendio nel tunnel del Gottardo - ha detto oggi il vicepresidente della Commissione Europea, Loyola de Palacio - necessita di una risposta concertata da parte dei Paesi dell'UE. «Questo tragico incidente - ha spiegato - riguarda tutti gli europei: la comunità europea, in collaborazione con la Svizzera, deve cercare delle soluzioni rapide alla congestione del traffico».

L'esecutivo europeo ha annunciato di voler varare all'inizio del prossimo anno una proposta di direttiva sulla sicurezza dei tunnel stradali e ferroviari, con l'obiettivo di armonizzare gli standard minimi di sicurezza. Il progetto di legge riguarderà tutti gli aspetti della sicurezza: da quelli tecnici a quelli sulle normative della circolazione e sulla formazione del personale. La proposta terrà conto dei differenti livelli di traffico nei tunnel e delle loro caratteristiche (in particolare se monotubo o bitubo).

La strategia della Commissione riguarderà anche il potenziamento del trasporto ferroviario nelle regioni alpine. In quest'ambito Bruxelles ritiene prioritaria la realizzazione di tre nuove linee: la tratta del Brennero tra Monaco e Verona, la nuova linea ad alta capacità dei Pirenei e la linea ferroviaria mista (alta velocità e trasporto combinato) Lione-Torino (che dovrà essere realizzata nel 2015). In merito a quest'ultimo progetto, la Commissione ha raccomandato che la galleria sia costruita a "doppia canna".

La Commissione ha inoltre proposto che l'Unione Europea elevi la sua percentuale di cofinanziamento dei progetti per la realizzazione delle infrastrutture prioritarie, portandola dal 10% al 20%.

Oltre a queste misure a medio-lungo termine, il governo europeo ha annunciato l'intenzione di effettuare una serie di interventi che consentano di snellire il traffico stradale a breve termine. In particolare Bruxelles chiederà alle autorità austriache e svizzere di prendere in considerazione la possibilità di elevare la quota di mezzi pesanti a cui è concesso il transito nei loro territori (regime degli ecopunti in Austria e autorizzazioni di transito per i mezzi superiori a 40 tonnellate in Svizzera).
La Commissione si adopererà anche per far sì che gli operatori utilizzino appieno la capacità di trasporto combinato strada-rotaia attualmente disponibili nei collegamenti transalpini.


PSA Genova Pra'
Salerno Container Terminal
Logistics Solution
Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza





Le pagine saranno aperte in una nuova finestra del browser






Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail