ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

20 luglio 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 11:18 GMT+2



19 marzo 2002

Inaugurati oggi i primi lavori per la realizzazione della nuova linea ferroviaria veloce Lione-Torino

Nel 2012 la nuova linea e quella attuale ammodernata consentiranno di togliere dalla strada l'equivalente di 2,6 milioni di veicoli pesanti all'anno

I ministri dei Trasporti francese e italiano, Jean-Claude Gayssot e Pietro Lunardi, hanno partecipato oggi all'apertura di tre principali cantieri nella regione Rhône Alpes per l'ammodernamento dei collegamenti ferroviari tra Francia e Italia e per la realizzazione della linea ferroviaria veloce Lione-Torino. I lavori riguarderanno l'adattamento al gabarit B+ (altezza totale da filo binario di 4,18 metri e larghezza a destra e sinistra dell'asse centrale del binario di 1,36 metri) della linea storica Ambérieu-Modane-Torino, i lavori di sistemazione dell'area Aiton-Bourgneuf per trasformarla in piattaforma di carico di veicoli pesanti sui treni e l'inaugurazione ufficiale dei lavori della sezione internazionale della Lione-Torino, che inizieranno con la realizzazione delle rampe che portano alle gallerie esplorative.

In attesa della messa in servizio della nuova linea Lione-Torino destinata ai passeggeri e soprattutto al trasporto delle merci - ha precisato il ministero dei Trasporti francese - i lavori inaugurati dai due ministri al tunnel di Saint-Antoine consentiranno, con la trasformazione al gabarit B+ dell'insieme dei tunnel sull'asse Digione-Modane-Torino, la circolazione di convogli che trasportano container di dimensioni internazionali, così come vagoni ribassati, sui quali potranno essere caricati camion interi o solo il rimorchio. Alla fine del 2002 - ha ricordato il dicastero - su questa linea circolerà il primo servizio navetta di trasporto combinato ferrovia-strada e, a complemento del trasporto convenzionale o del trasporto combinato, l'autostrada ferroviaria utilizzerà vagoni ribassati. Il servizio di autostrada viaggiante - ha sottolineato il ministero - ha già ora un potenziale annuale di 50.000 veicoli pesanti. Nella prima fase, che andrà dalla fine del 2002 al 2005-2006, l'obiettivo è la costituzione di un primo servizio di autostrada viaggiante tra Francia e Italia. Nella seconda fase del progetto, nel 2005-2006, quando i lavori sulla sicurezza e sulla trasformazione al gabarit B+ dei tunnel attuali sulla linea storica saranno portati a termine, il servizio di autostrada viaggiante potrà trasportare circa 300.000 veicoli pesanti all'anno.
Una terza fase del progetto coinciderà con la messa in servizio del tunnel sotto la Chartreuse, il cui completamento è previsto nel 2008, e darà avvio al servizio di autostrada viaggiante ad ovest di Chaméry e dei massicci montagnosi.

Nel 2012, dopo l'apertura del grande tunnel italo-francese sulla nuova linea Lione-Torino, ma anche del tunnel di Belledonne - ha precisato il ministero francese - il corridoio ferroviario costituito dalla nuova linea e dalla linea attuale ammodernata offrirà la possibilità di togliere dalla strada l'equivalente di 2,6 milioni di veicoli pesanti all'anno, di cui circa un milione grazie al solo servizio di autostrada viaggiante.



Evergreen Line
Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza





Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail