ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 giugno 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 08:38 GMT+2



29 ottobre 2009

d'Amico International Shipping ha archiviato il terzo trimestre 2009 con una perdita netta di 11,4 milioni di dollari

Non è previsto alcun miglioramento significativo sinché non si verificherà una decisa ripresa economica

La compagnia di navigazione d'Amico International Shipping (DIS) ha chiuso il terzo trimestre di quest'anno con una perdita netta di 11,4 milioni di dollari su ricavi base time charter di 42,6 milioni di dollari rispetto ad un utile netto di 16,0 milioni di dollari su ricavi per 67,6 milioni di dollari nel corrispondente periodo del 2008. Il risultato operativo (EBIT) è stato negativo per 5,3 milioni di dollari rispetto ad un utile di 19,2 milioni di dollari nel periodo luglio-settembre dello scorso anno.

Comunicando oggi tali risultati, la compagnia ha evidenziato come la perdita netta sia il riflesso del difficile contesto di mercato e come d'Amico International Shipping presenti «flussi di cassa operativi a livello di pareggio e disponibilità liquide di rilievo». «L'elevata offerta sul mercato, spinta dal varo di navi di nuova costruzione - ha spiegato la compagnia - ha generato una forte pressione sulle tariffe spot. I risultati di d'Amico International Shipping si possono considerare relativamente buoni, dato il difficile contesto operativo caratterizzato da un lato dalla recessione economica a livello mondiale e dall'altro dalla sovracapacità di navi. La significativa percentuale di copertura da contratti a tariffa fissa, il forte posizionamento sul mercato, unitamente a significative efficienze sulle spese generali ed amministrative e alla solida posizione finanziaria della società hanno consentito a DIS di navigare sulla linea di galleggiamento, vicino al livello di pareggio».

La compagnia ha archiviato i primi nove mesi del 2009 con un passivo netto di 4,2 milioni di dollari su ricavi base time charter per 141,1 milioni di dollari rispetto ad un utile netto di 43,2 milioni di dollari su ricavi per 188,1 milioni di dollari nel corrispondente periodo dello scorso anno. L'EBIT si è attestato a 1,6 milioni di dollari (52,7 milioni nei primi nove mesi del 2008).

Circa le previsioni sullo sviluppo dell'attività nei prossimi mesi, la compagnia ha sottolineato la necessità di mantenere un atteggiamento estremamente prudente in considerazione dell'attuale debolezza del mercato e dell'incertezza a livello di economia mondiale. «I noli delle navi cisterna - ha rilevato DIS - sono in calo da inizio anno e in maniera più decisa a partire dal secondo trimestre. Non si sono registrate ulteriori forti riduzioni sostanziali nel terzo trimestre e non si prevede nemmeno un'ulteriore contrazione nell'ultimo trimestre dell'anno. Le tariffe rimangono sotto pressione e, considerata anche la rilevante crescita nella flotta mondiale, il processo di stabilizzazione e di miglioramento significativo non è previsto fino ad una ripresa economica capace di generare una domanda sostenuta».

ABB Marine Solutions
Voltri-Pra Terminal Europa
Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail