ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

20 settembre 2014 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 20.04 GMT+2



20 luglio 2012

La crisi economica spagnola si aggrava e il ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture annuncia nuovi tagli

Sinora con il piano di ristrutturazione e razionalizzazione del dicastero si è proceduto alla liquidazione o cessione di 98 società pubbliche

In queste ore in Spagna è particolarmente manifesta la virulenza della crisi economica che ha colpito la nazione iberica. Dopo la dichiarazione del ministro del Bilancio, Cristobal Montoro, che ha ammesso l'impossibilità dello Stato di far fronte al pagamento dei servizi pubblici senza l'ausilio della BCE, che è intervenuta comprando titoli di Stato spagnoli, oggi l'Eurogruppo ha deciso di intervenire a sostegno delle banche spagnole approvando una tranche iniziale di fondi per 30 miliardi di euro, con disponibilità per arrivare fino a 100 miliardi, destinati alla ricapitalizzazione degli istituti di credito. Ed è di oggi anche la notizia che la Comunitat Valenciana è la prima comunità autonoma spagnola ad aver chiesto formalmente al governo centrale di poter accedere al fondo istituito nei giorni scorsi per fornire liquidità agli enti locali.

Intanto si intensificano le misure per ridurre la spesa pubblica. Oggi il ministero spagnolo dei Trasporti e delle Infrastrutture ha reso noto di aver proposto al Consiglio dei ministri, sulla base del proprio piano di ristrutturazione e razionalizzazione delle aziende a partecipazione pubblica, la liquidazione di cinque società partecipate dal ministero con una quota superiore al 50% del capitale sociale, la cessione o liquidazione di 16 società pubbliche alle quali il ministero partecipa con una quota inferiore al 50%, la fusione delle fondazioni che fanno capo al ministero in una sola fondazione e la cessione di 22 enti o società partecipate da varie Autorità Portuali.

Il dicastero ha precisato che queste misure si aggiungono a quelle già adottate dal Consiglio dei ministri lo scorso aprile che riguardavano altre 49 società pubbliche che fanno capo al ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture.

Con il piano di ristrutturazione e razionalizzazione messo in atto dal ministero si è proceduto sinora complessivamente alla liquidazione o cessione di 98 società pubbliche partecipate da Autorità Portuali o dal ministero.

FIORE
ABB Marine Solutions

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Cerca altre notizie su



Seleziona la rubrica:  Tutte
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto



Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail