ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

31 agosto 2016 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 00.43 GMT+2



11 gennaio 2016

La Spezia Port Service sollecita chiarimenti e interventi rapidi sulla questione dei dragaggi

Borra (Doganalisti): siamo convinti che alla Spezia possa maturare una nuova esperienza di salvaguardia delle realtà economiche e occupazionali anche in concomitanza con le indagini giudiziarie

La Spezia Port Service, la nuova alleanza costituita quest'anno dagli agenti marittimi, dagli spedizionieri e dai doganalisti della Spezia ( del 4 gennaio 2016), sollecita chiarimenti e interventi rapidi sulla questione dei dragaggi nel Golfo spezzino, delucidazioni e misure - ha spiegato la nuova organizzazione - «che, nel pieno rispetto dell'inchiesta giudiziaria in corso e quindi della individuazione di eventuali responsabilità, scongiurino da subito anche il minimo rischio di condizionare negativamente l'operatività presente e futura del porto di La Spezia».

Le indagini portate avanti dall'autorità giudiziaria a seguito di un esposto presentato dai miticoltori spezzini hanno rilevato irregolarità negli interventi di dragaggio, effettuati senza adottare tutte le misure per la tutela dell'ambiente, e lo specchio acqueo antistante Molo Fornelli è stato posto sotto sequestro.

La Spezia Port Service ha evidenziato la necessità che «proprio a La Spezia, porto che ha evidenziato e subito in anticipo rispetto a tutti gli altri porti commerciali italiani il problema delle bonifiche ambientali dei fondali marini, il sistema paese, nella legittima separazione delle sue funzioni istituzionali - ha sottolineato l'alleanza di agenti marittimi, spedizionieri e doganalisti - fornisca una prova di grande maturità e responsabilità: portare avanti con decisione un'inchiesta giudiziaria senza bloccare e quindi distruggere una risorsa economica strategica ed essenziale per tutta l'Italia».

«Se sono stati compiuti errori, abusi o violazioni di legge in ambiti che contiamo siano davvero circoscritti - ha osservato Andrea Fontana, presidente dell'Associazione Agenti Marittimi La Spezia - è giusto che siano evidenziati e sanzionati. Ma proprio La Spezia, che è riuscita a far sopravvivere il porto a quasi un decennio di decisioni e scelte contraddittorie sul tema dei dragaggi, trovandosi comunque costretta a posticipare importanti scelte di sviluppo - ha precisato - è pronta oggi a schierarsi compatta a difesa delle attività commerciali e marittime che fanno di questo scalo un esempio di efficienza a livello internazionale e una componente essenziale e irrinunciabile del sistema logistico nazionale ed europeo».

«Siamo convinti - ha aggiunto Flavio Borra, presidente dell'Associazione Spezzina Doganalisti - che proprio qui nel porto di La Spezia, per le esperienze drammatiche vissute proprio sul tema della compatibilità fra sviluppo e tutela dell'ambiente, possa maturare una nuova esperienza, unica a livello nazionale e condivisa fra le varie istituzioni, (in primis la magistratura inquirente che sta dando prova di grande equilibrio) e i privati, di salvaguardia delle realtà economiche e occupazionali anche in concomitanza con l'accertamento di eventuali responsabilità di tipo giudiziario».

Secondo La Spezia Port Service, anche il dibattito fra istituzioni, in particolare fra l'Autorità Portuale e il Comune, sullo sviluppo del porto e sulle scelte di utilizzo degli spazi e delle banchine portuali deve essere ricondotto a un valore di fondo, condiviso da tutti: «le scelte e le strategie - secondo l'associazione che rappresenta gli operatori portuali spezzini- devono essere compiute in base al valore aggiunto che sono in grado di generare per il territorio; in prima battuta per il lavoro e la generazione di ricchezza che sono in grado di attivare all'interno del porto; quindi per la ricchezza, l'occupazione indotta e lo sviluppo che possono innescare in un'area estesa che sul porto gravita». «Ciò - ha rilevato Alessandro Laghezza, presidente dell'Associazione Spedizionieri del Porto della Spezia - vale per le crociere, migliorando la percezione e quindi lo sforzo per generare ricadute positive cittadine di questo business, esattamente come vale per i containers che non possono essere valutati in funzione di un loro rapido transito come elementi di sacrificio di territorio, bensì come driver di sviluppo di importanti attività indotte sul territorio».

ABB Marine Solutions
Vincenzo Miele
Est Europea Servizi Terminalistici

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Cerca altre notizie su



Seleziona la rubrica:  Tutte
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto



Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail