ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

25 febbraio 2018 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 14.53 GMT+1



6 febbraio 2018

Assologistica e Fercargo denunciano le gravi difficoltà per i servizi intermodali sulla linea Milano-Venezia

Contship Italia, non è possibile nascondere le ricadute negative di immagine subite dal sistema logistico ferroviario italiano

Dopo 13 giorni dal terribile incidente ferroviario di Pioltello (Milano), i terminal intermodali posizionati sulla linea ferroviaria che collega Milano a Venezia risultano fortemente penalizzati con impossibilità per molti di essi di far entrare ed uscire i convogli dedicati alle merci. Lo denunciano le associazioni di categoria Assologistica e Fercargo che - comprendendo le terribili conseguenze in termini di vite umane e dei continui disagi che colpiscono i pendolari - hanno auspicato però «che tutti i soggetti coinvolti lavorino con maggiore rapidità per evitare ulteriori ricadute economiche negative sulle aziende e gli operatori privati associati che così tanto hanno investito per il trasporto ferroviario delle merci in Italia».

«Non basta - hanno osservato Assologistica e Fercargo - il positivo cambio di passo del ministro Delrio impostato grazie alla cosiddetta “cura del ferro”, perché è in occasioni come queste che si nota quanto in Italia il trasporto ferroviario delle merci continui a scontare un problema di percezione e strategicità. Non solo per ciò che riguarda lo stato delle infrastrutture, ma anche per ciò che attiene ai risvolti sull'ambiente e alle ricadute in termini di competitività per i prodotti italiani. I mercati d'oltre Alpe che guardano ai corridoi logistici verso i porti italiani richiedono un ripristino completo ed urgente per il traffico merce».

Assologistica e Fercargo hanno concluso evidenziando che, nel rispetto dei ruoli di chi oggi è impegnato a indagare sulle cause del tragico incidente, non è possibile «nascondere le ricadute negative del sistema logistico ferroviario italiano nei mercati oltre Alpe. Mercati che con difficoltà e impegno i porti italiani stanno cercando di contendere ai porti del Nord Europa».

Alla denuncia delle due organizzazioni del settore del trasporto si unisce quella del gruppo Contship Italia, che gestisce terminal portuali e servizi intermodali con una rete di servizi ferroviari incentrata sull'hub intermodale di Melzo (Milano), terminal - ha sottolineato il gruppo - che «risulta ancora bloccato con impossibilità, per uno dei più attivi centri intermodali del nord Italia, di far entrare ed uscire i treni nazionali e internazionali». Anche Contship Italia ha rilevato che non è possibile «nascondere le ricadute negative di immagine che il sistema logistico ferroviario italiano oggi subisce nei mercati che i porti italiani vogliono contendere ai porti del Nord Europa».

ABB Marine Solutions
Est Europea Servizi Terminalistici

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Cerca altre notizie su



Seleziona la rubrica:  Tutte
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto



Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail