ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

08 de diciembre de 2021 El diario on-line para los operadores y los usuarios del transporte 01:47 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXVIII - Numero 6/2010 - GIUGNO 2010

Trasporto intermodale

Eurotunnel compra la GB Rail Freight

La Eurotunnel ha acquisito la GBRf (GB Rail Freight), terza società ferroviaria del Regno Unito, dal First Group per una cifra che non è stata rivelata, ma che, a detta della Reuters, dovrebbe aggirarsi attorno a 26,3 milioni di euro.

L'iniziativa porta l'operatore anglo-francese dell'infrastruttura del Tunnel della Manica ancora più in seno al mercato del trasporto merci, facendo seguito alla sua acquisizione degli interessi di trasporto merci ferroviario della Veolia in Francia lo scorso mese di ottobre.

Commentando l'accordo, Jacques Gounon, presidente ed amministratore delegato dell'Eurotunnel, ha dichiarato: “L'Eurotunnel è sempre stato un importante collegamento fra il Regno Unito e la Francia.

L'acquisizione della GBRf costituisce una ulteriore espressione del nostro impegno nel Regno Unito e della nostra fiducia nel potenziale in esso insito.

Le crescenti preoccupazioni in ordine all'ambiente e la sempre maggiore esigenza di trasporto merci sia sulle lunghe che sulle brevi distanze stanno a significare che il trasporto ferroviario è un mercato in buona salute”.

Dal momento che assicura un'ampia gamma di servizi ferroviari nel Regno Unito, fra cui diversi treni-blocco per la MSC, oltre ad un paio di treni-blocco comuni a vari utenti, la GB Rail Freight è in buona posizione per dare il via a nuovi servizi alla volta della Francia congiuntamente a Europorte 2, la consociata della Eurotunnel nel cui ambito attualmente risiedono gli interessi francesi della Veolia.

Tuttavia, la francese SNCF e la tedesca Deutsche Bahn potrebbero non ritenere tale iniziativa una concorrenza salutare, dal momento che la Eurotunnel fornisce la trazione ai loro treni attraverso il Tunnel della Manica, di modo che si potrebbe dire che essa sia in conflitto di interessi.

Forse la fine del gioco sarà costituita dall'acquisizione della Eurotunnel stessa, dal momento che circa la metà delle quote azionarie della Eurotunnel sono detenute da quasi 500.000 investitori privati da lungo tempo in sofferenza, mentre le quote residue appartengono ad altri speculatori quali la Goldman Sachs Infrastructure Partners, la Prudential e la M&G.

Tuttavia, è dubbio che la Direzione per la Concorrenza dell'Unione Europea possa consentirlo senza condizioni, dato il suo desiderio di creare una maggiore - e non minore - concorrenza.
(da: ci-online.co.uk, 01.06.2010)



PSA Genova Pra


Buscar hoteles
Destino
Fecha de llegada
Fecha de salida


Indice Primera página Noticiario C.I.S.Co.
Página anterior

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Génova - ITALIA
tel.: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail: admin@informare.it