testata inforMARE
28 novembre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
13:17 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTSANNO XXIX - Numero 6/2011 - GIUGNO 2011

Trasporto marittimo

Tonnellaggio panamax sotto pressione

L'ultimo rapporto sul mercato delle portacontainer panamax pubblicato dalla DVB Bank, ditta quotata alla Borsa tedesca di Francoforte, mostra come il settore sia sempre più schiacciato dalle navi più grandi in corso di immissione in servizio e dallo sforzo dei vettori marittimi nel senso di massimizzare le proprie economie di scala.

Il settore delle panamax viene definito dalla DVB Bank come quello che comprende le navi in grado di caricare oltre 3.000 TEU e con un baglio sino a 32,32 metri.

In genere, la classificazione della dimensione massima degli slot in questo settore si attesta sui 5.000 TEU circa.

"Anche se il registro delle ordinazioni delle panamax è gestibile, il settore si trova a dover affrontare una notevole pressione da parte delle nuove costruzioni di navi super-post-panamax e post-panamax" scrive l'autore del rapporto, che allude poi al "probabile cambiamento della distribuzione piuttosto uniforme di questo tonnellaggio fra le direttrici di traffico da e per il Sudamerica, l'Africa, l'Australia ed il Medio Oriente/Asia Meridionale.

Ad esempio, c'è stata una crescente preferenza per le navi post-panamax ad ampio baglio ed a basso pescaggio nei traffici da e per l'Africa" si dice nel rapporto.

Nella pubblicazione si afferma che la sempre maggiore popolarità dell'unità post-panamax in tali traffici è dovuta alla sua elevata quantità di carico (sino a 14 tonnellate) in rapporto al TEU che le ha rese assai adatte al trasporto di grandi carichi.

Nel rapporto, intitolato "Factotum di tutte le rotte di traffico, ma padrone di…?" si dice inoltre che esse presentano una più alta proporzione di slot reefer che gli ha consentito maggiori opportunità di carico, in particolare sulle tratte di ritorno alla volta di regioni quali l'Europa e l'Estremo Oriente dall'Africa, dal Sudamerica e dall'Australasia.

Si tratta di un settore di crescita del mercato containerizzato che sta guadagnando quote di mercato a spese del tonnellaggio reefer specializzato.

Il fatto che alcune post-panamax siano anche attrezzate ha fornito loro una migliore flessibilità operativa rispetto a quella di alcuni dei loro cugini minori, consentendogli persino di scalare direttamente i porti regionali minori.

Di conseguenza, sebbene la capacità impiegata nei traffici Asia-Africa si sia incrementata di 60.000 TEU l'anno scorso sino a raggiungere 840.000 TEU, la capacità in slot delle panamax su questa rotta risulta complessivamente di soli 309.000 TEU, con una diminuzione di 84.000 TEU.

Il precedente rapporto della DVB Bank era stato compilato nel secondo trimestre del 2010.

In relazione ad altri scenari, il rapporto disegna problematiche simili.

Nei traffici Estremo Oriente/Sudamerica, il rapporto sottolinea come la crescita degli slot delle panamax sia stato del solo 8%, rispetto ad un aumento complessivo del 23%.

Allo stesso modo, nel rapporto si dice che sono state perdute quote di mercato a favore del tonnellaggio post-panamax e super-post-panamax sulla rotta Estremo Oriente/Medio Oriente.

Vettori quali OOCL, NYK Line, Hanjin Shipping Co e Maersk Line hanno tutti quanti immesso in servizio navi fra i 5.000 ed i 6.500 TEU.

Nel contempo, il gruppo di ricerca della DVB Bank afferma che le pressioni sono aumentate anche su questo tipo di tonnellaggio impiegato sui servizi tutto-mare, via Canale di Panama, dall'Asia alla Costa Orientale degli Stati Uniti, dove i servizi ferroviari intermodali "fanno di nuovo una concorrenza accanita".

"Anche se la rotta del Canale di Panama è meno cara rispetto al sistema intermodale statunitense attraverso la Costa Occidentale, ai prodotti possono occorrere approssimativamente tre giorni in più di quanto non ci voglia con il sistema intermodale statunitense (a seconda dell'operatore) per raggiungere le loro destinazioni" si legge nel rapporto.

"Pertanto, i prodotti ad alto valore e quelli deperibili entrano attraverso la Costa Occidentale USA, mentre quelli a basso valore entrano da entrambe le coste".

Quanto al futuro, il rapporto sottolinea la persistenza delle problematiche inerenti alle direttrici di traffico per il settore dimensionale in questione.

Pur affermando che il processo delle ricadute derivanti dall'introduzione delle super-post-panamax potrebbe essere lento, esso dichiara che "la linea di tendenza a lungo termine evidenzia la diminuzione delle opportunità per le navi panamax nei traffici secondari est-ovest e nord-sud".
(da: ci-online.co.uk, 29.06.2011)



DALLA PRIMA PAGINA
Porto di Gioia Tauro, ok del Comitato di gestione all'abbattimento delle tasse d'ancoraggio
Gioia Tauro
Stanziate le risorse per la realizzazione della struttura polifunzionale di ispezione transfrontaliera
Uiltrasporti, il governo non sostiene la decarbonizzazione del settore trasporti
Roma
Tarlazzi: assenti o insufficienti le misure nella bozza della nuova legge di Bilancio
Anche lo slancio dei risultati economici della CMA CGM ha perso forza
Marsiglia
Nuovo record di ricavi trimestrali. Nel periodo luglio-settembre i carichi trasportati dalla flotta sono tornati a crescere
Affidata la progettazione dell'elettrificazione di banchine dei porti di Bari e Brindisi
Bari
Contratto del valore di 488mila euro
La giapponese MOL ordinerà due nuove navi da crociera
Tokyo
Investimento di 100 miliardi di yen per unità da 35.000 tsl
Il porto di Trieste cresce nei primi dieci mesi del 2022 ma arretra nell'ultimo quadrimestre
Trieste
Nel periodo luglio-ottobre movimentate 18.325.525 tonnellate di carichi (-7,7%)
Prestito di 43 milioni di euro della BERS a Serbia Cargo
Londra
Fincanziato anche il potenziamento del porto kazako di Aktau
La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) ha concesso un prestito di 43 milioni di euro alla società ferroviaria merci statale serba ...
FESCO acquisterà portacontainer da 6-7.000 teu di seconda mano per importare banane dall'Ecuador
Mosca
Da febbraio a marzo 2022 le spedizioni di banane ecuadoriane verso la Russia sono calate da 9,32 milioni a 5,83 milioni di casse
La prima nave di Explora Journeys prenderà il mare il prossimo 17 luglio
Ginevra
Partirà da Southampton verso il Nord Europa sino ad oltre il Circolo Polare Artico
FerMerci, l'aumento del costo dell'energia rischia di bloccare il trasporto ferroviario merci
Roma
Domani l'associazione proporrà un “Patto per la formazione del personale di esercizio nel trasporto ferroviario merci”
Taglio della prima lamiera della nave da crociera Silver Ray
Papenburg
Silverseas Cruises decide di rinviare di un mese il lancio della gemella “Silver Nova”
Il Korean Register autorizzato a fornire servizi di certificazione e sorveglianza alle navi greche
Atene
Accordo con Ministero delle Attività marittime e delle politiche insulari di Atene
Progetto per la produzione a bordo delle navi di idrogeno pulito e carbonio solido dal metano
Helsinki
Accordo tra le finlandesi Wärtsilä e Hycamite
Bucchioni: SNAM ha diritto di sviluppare la sua attività, ma il porto della Spezia ha il diritto di decidere come utilizzare le proprie infrastrutture
La Spezia
I terminal ex art.16 e art.18 - ha ricordato il presidente degli agenti marittimi - sono le imprese titolate a svolgere le operazioni di imbarco-sbarco merci
Nel terzo trimestre il traffico delle merci nel porto marocchino di Tanger Med è cresciuto del +19%
Ksar El Majaz
Nei primi nove mesi del 2022 l'incremento è stato del +11%
Progetto per realizzare un nuovo porto franco nel Galles
Londra
È stato presentato da Associated British Ports, da Port of Milford Haven e dalle contee di Neath Port Talbot e Pembrokeshire
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Nel 2021 il traffico delle merci nei porti dell'UE è aumentato del +4,1% (-3,5% sul 2019)
Bruxelles
Nel segmento dei container, il traffico in Italia è rimasto stabile mentre è cresciuto nelle altre principali nazioni marittime
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
MEETINGS
Genova, workshop “Nuove energie ai porti”
Genova
Si terrà venerdì a Palazzo San Giorgio
Interporto di Nola, convegno su ZES e logistica
Nola
Si terrà il 3 novembre
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
More than 80 injured as Indian police clash with Adani port protesters
(Reuters)
Unye Port Opened to the World
(Raillynews)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf
Mobile