testata inforMARE
5 febbraio 2023 - Anno XXVII
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
08:04 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTSANNO XXXIII - Numero 31 DECEMBRE 2015

TRASPORTO INTERMODALE

LA REGIONE ALPINA TORMENTATA DAL TRAFFICO VEDE LA LUCE ALLA FINE DEL TUNNEL

Il Passo del Brennero fra l'Austria e l'Italia è in sofferenza sotto il peso della congestione, dal momento che sempre più traffico scorre nella valle alpina.

Dopo l'esultanza in occasione del summit COP21 di Parigi, la regione del Tirolo spera che i traffici possano essere limitati.

Gli ultimi dati mostrano come i traffici di transito attraverso il Passo del Brennero si siano incrementati in modo significativo.

A novembre, 10.000 veicoli pesanti in più hanno utilizzato l'autostrada A12 rispetto allo stesso mese dell'anno scorso.

Ciò significa che almeno 1,9 milioni di veicoli pesanti adibiti al trasporto merci ed altri veicoli pesanti hanno utilizzato il Passo del Brennero, totalizzando un incremento del 3,5%.

La situazione sembra essere stata peggiorata dalla riduzione dei pedaggi.

Sebbene tale decisione abbia incontrato qualche opposizione in Austria, Vienna è stata obbligata a prenderla ai sensi della normativa europea.

Il sistema dei pedaggi ricade sotto le cosiddetta Direttiva dell'Eurovignetta, che stabilisce che i proventi dei pedaggi non debbano superare il costo dell'infrastruttura.

La riduzione dei pedaggi era, sostanzialmente, sottratta alla competenza del Ministero dei Trasporti austriaco.

Questa motivazione non è bastata all'organizzazione non governativa Transitforum, che ritiene che il problema del traffico e la riduzione dei pedaggi siano un “attacco brutale” alla zona in questione.

Dopo che un divieto di circolazione per determinati veicoli è stato revocato dalla Corte di Giustizia Europea su richiesta ufficiale della Commissione Europea a dicembre del 2011, il governo del Tirolo sta adesso lavorando alla preparazione di una nuova normativa.

Non prima dell'estate dell'anno prossimo potrebbe entrare in vigore un divieto di circolazione settoriale per i veicoli merci pesanti che trasportano certe merci.

È probabile che circa 200.000 veicoli merci pesanti saranno tolti dalle strade in conseguenza della normativa in programma.

Se non verranno adottati provvedimenti al riguardo, allora è possibile che 2 milioni di veicoli possano utilizzare il Brennero l'anno venturo.

Le disposizioni dell'accordo sui transiti significano che potrebbe essere più agevole mettere in atto le limitazioni.

Le speranze a breve termine adesso risiedono in Andrä Rupprechter, Ministro Federale dell'Agricoltura, Silvicoltura, Ambiente e Gestione delle Acque che proviene dal Tirolo e ha partecipato al summit COP21 ed è nella posizione favorevole per implementare nuove misure.

Una soluzione a lungo termine potrebbe dimostrarsi il tunnel ferroviario di base del Brennero.

Il nuovo collegamento è finalizzato ad alleviare la congestione del traffico, sebbene la sua apertura sia in programma solamente per il 2025.

Il tunnel costituirà una sezione dell'asse lungo 2.200 km da Berlino a Palermo che fa parte delle TEN-T (Reti di Trasporto Trans-Europee) promosse dall'Unione Europea.

Il tunnel lungo 55 km, quando verrà aperto, sarà il secondo tunnel ferroviario mondiale in termini di lunghezza.

Fino ad allora, le comunità alpine, afflitte dal traffico pesante e dal correlato inquinamento, dovranno soffrire ancora a lungo.
(da: euractiv.com, 15 dicembre 2015)



DP World si è aggiudicata la gara per realizzare un container terminal nel porto di Deendayal (Kandla)
Gandhidham
Joint venture Drydocks World - Aker Solutions per ammodernare unità FPSO
Marfret incrementa la frequenza del servizio di linea diretto Italia-Egitto
Genova
Immessa una seconda nave
Cargotec e Konecranes registrano nuovi record di ricavi annuali e trimestrali
Helsinki/ Hyvinkää
Nel 2022 il valore dei nuovi ordini acquisiti dai due gruppi è aumentato rispettivamente del +9,8% e +23,7%
Nel 2022 il valore dei nuovi ordini acquisiti da ABB è cresciuto del +6,7%
Zurigo
I risultati dell'attività commerciale hanno registrato un'attenuazione trimestre dopo trimestre
Lo scorso anno il traffico navale nello Stretto del Bosforo è diminuito del -8,8%
Ankara
Lo scorso anno il traffico navale nello Stretto del Bosforo è diminuito del -8,8%
Nell'ultimo trimestre del 2022 la riduzione è stata del -5,1%
MSC includerà il porto di Livorno nel servizio West Med - Middle East/India
Ginevra
Il collegamento ha frequenza settimanale
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
UPS registra un calo del fatturato dopo 40 trimestri consecutivi di crescita
Atlanta
UPS registra un calo del fatturato dopo 40 trimestri consecutivi di crescita
Nel 2022 i ricavi hanno superato per la prima volta i 100 miliardi di dollari
Nel 2022 i ricavi del gruppo Wärtsilä sono aumentati del +22%
Helsinki
Il valore delle nuove commesse è cresciuto del +6%
Nel 2023 nei porti sardi sono attesi oltre 400mila crocieristi rispetto ai 221mila dello scorso anno
Cagliari
Ad oggi sono programmati 191 scali ai porti di Cagliari, Olbia, Porto Torres, Golfo Aranci, Oristano e Arbatax
Nuovo ricorso di Grimaldi Euromed contro l'ok al piano di concordato preventivo della Moby
Milano
È stato omologato dal Tribunale di Milano lo scorso 24 novembre
Intelligenza artificiale e navigazione autonoma
Tokyo
Sono i campi d'attività in cui coopereranno le giapponesi NYK e Ghelia
Il porto rumeno di Costanza ha movimentato un traffico annuale record
Costanza
Il porto rumeno di Costanza ha movimentato un traffico annuale record
I container sono stati pari a 772.046 teu (+22,2%)
Soddisfazione di Confitarma per l'ok della commissione parlamentare UE alle disposizioni sul credito navale
Roma
Da molti anni - sottolinea la Confederazione - ci battiamo affinché, a fini regolamentari bancari, il credito navale venga gradualmente assimilato a quello infrastrutturale
Investire nella Blue Economy per creare posti di lavoro, aumentare i livelli di reddito e ridurre le emissioni
Losanna
Lo suggerisce uno studio scientifico pubblicato su “Frontiers in Marine Science”
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
MEETINGS
A Livorno una tre giorni di Assoporti per approfondire gli aspetti della trasformazione urbana nella città portuali
Livorno
Si incontreranno due gruppi tecnici...
Giovedì a Milano un convegno di Fedespedi su “La digitalizzazione logistica e il PNRR”
Milano
Fin dal 2020 la Federazione dà il proprio contributo alla costruzione del Piano
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
3rd oil tanker body found, 5 workers still missing
(Bangkok Post)
TAS Offshore in talks to build 27 tugboats
(The Star Online)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf Archivio storico
Mobile