testata inforMARE
06 February 2023 - Year XXVII
Independent journal on economy and transport policy
18:13 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERSANNO XXXVII - Numero 31 MARZO 2019

TRASPORTO MARITTIMO

VETTORI, PORTI E CARICATORI ALLO SCONTRO A CAUSA DELLA REVISIONE DA PARTE DELLA COMISSIONE EUROPEA DELLE ESENZIONI PER CATEGORIA DELLE LINEE DI NAVIGAZIONE

La direzione per la concorrenza della Commissione Europea si è chiesta se il BER (regolamento sulla esenzione per categoria dei consorzi delle linee di navigazione) sia lo strumento corretto per regolare il settore della navigazione di linea in Europa.

Il 20 marzo in occasione del Maritime Day dell'European Shippers' Council svoltosi a Rotterdam il direttore generale per la concorrenza Itai Rabinovici ha dichiarato che la Commissione Europea sta valutando la possibilità di apportare modifiche al BER e di ampliarlo.

"Ma dobbiamo anche prendere in considerazione se l'esenzione per categoria sia lo strumento normativo corretto per conseguire quello che il settore richiede?" ha detto.

"Possiamo emendarlo per adeguarlo ai cambiamenti che si sono verificati nel settore, ma possiamo farlo solo in conformità con i limiti stabiliti dal disposto normativo stesso".

Al momento attuale, il dipartimento per la concorrenza della Commissione Europea sta lavorando ad un documento tecnico, che dovrebbe uscire presto, finalizzato ad occuparsi della questione.

Caricatori e vettori sono divisi, dato che molti proprietari dei carichi e spedizionieri sostengono che il BER è inefficiente e non dovrebbe proseguire dopo la sua data di scadenza del 2020.

"I vettori ritengono che l'esenzione per categoria funzioni bene e che dovrebbe continuare: infatti hanno chiesto nello specifico un'estensione per altri cinque anni; i porti ed i caricatori dicono di no" afferma Rabinovici.

"Entrambe le opzioni sono ancora aperte, di modo che le valuteremo al momento ma l'incarico che abbiamo e la questione di cui dobbiamo occuparci sono quelli della concorrenza".

Comunque, Rabinovici afferma che il documento non dovrebbe contenere raccomandazioni sul fatto di abrogare o meno il BER, sottolineando come questo debba trovarsi nelle mani dei commissari europei.

Invece, esso dovrebbe concentrarsi su quanto bene il sistema stia funzionando e se nel suo stato attuale esso sia riuscito o meno a raggiungere le sue finalità.

"E c'è, naturalmente, una terza opzione che ci si presenta, vale a dire che noi estendiamo ed emendiamo la normativa nella sua forma esistente" ha continuato.

"Questa è una possibilità: la posizione della Commissione non è di chiusura rispetto a tale idea ed è generalmente molto, molto aperta all'attuazione di nuove idee, se si può dimostrare che funzionano".

Secondo i rapporti, la segretaria generale della Federation of European Private Port Operators, Lamia Kerdjoudj Belkaid, ha accolto favorevolmente la proposta di emendare la normativa.

"Adesso possiamo scegliere fra due opzioni: abrogare o modificare.

Da quello che abbiamo sentito oggi, la Commissione Europea sta seriamente valutando la modifica del BER.

Come terminalisti, noi peroriamo una sostanziale modifica del regolamento" ha dichiarato a JOC.com.

"Non possiamo continuare con la condotta di acquisto in comune che viene utilizzata dalle alleanze delle compagnie di navigazione ogni qualvolta esse comprano operazioni terminalistiche".

Per Rabinovic, lo scopo dell'imminente documento tecnico è quello di fornire un rapporto obiettivo e senza pregiudizi sull'attuale stato delle cose.

Ciò, a suo dire, ha richiesto non solo la raccolta di dati obiettivi ma anche l'ascolto di coloro che sono a favore e contrari al BER al fine di effettuare una approfondita valutazione.

"Si tratta di un'indagine: si ascolta, si legge e poi si cerca di fare qualche tipo di argomentazione equilibrata" ha continuato.
(da: theloadstar.com, 21 marzo 2019)



The third race for maritime links with the smaller Sardas will also be deserted.
Cagliari
Trade unions urge to review the tender ban, particularly under the economic profile
In the port of Civitavecchia, an illicit trafficking of direct waste in Africa has been stopped
Cyvitavecchia
Seized three batches of merchandise for an overall weight of 32 tons
Gruber Logistics opens two offices in Turkey
Gruber Logistics opens two offices in Turkey
Time
The aim is to increase traffic to and from Europe through the port of Trieste
Last year, freight traffic in Spanish ports grew by 3.5% percent.
Madrid
Last year, freight traffic in Spanish ports è grew by 3.5% percent
Reduction of containerized transit traffic. In the fourth quarter, there was a decline of -1.1% percent.
DP World has been awarded the race to make a container terminal in the port of Deendayal (Kandla)
Gandhidham
Joint venture Drydocks World-Aker Solutions to modernize FPSO units
Marfret boosts frequency of direct line service Italy-Egypt
Genoa
Enter a second ship
Cargotec and Konecranes record new annual and quarterly revenue records
Helsinki / Hyvinkää
In 2022 the value of new orders acquired by the two groups increased by 9.8% and 23.7% respectively
SAILING LIST
Visual Sailing List
Departure ports
Arrival ports by:
- alphabetical order
- country
- geographical areas
In 2022 the value of new orders acquired by ABB grew by 6.7%
Zurich
Results of trading activity recorded a trimming quarter after quarter
Last year, naval traffic in the Bosphorus Strait decreased by -8.8%
Ankara
Last year ship traffic in the Strait of Bosphorus è decreased by -8.8%
In the last quarter of 2022, the reduction was -5.1%
MSC will include the Port of Livorno in the West Med-Middle East / India service
Geneva
The link has weekly frequency
UPS records a decline in turnover after 40 consecutive quarters of growth
Atlanta
UPS records a decline in turnover after 40 consecutive quarters of growth
In 2022, revenue surpassed 100 billion for the first time.
In 2022 the revenues of the Wärtsilä Group increased by 22%
Helsinki
The value of new commits has grown by 6%
In 2023, more than 400mila crucierists were expected in Sardinians compared to 221mila last year.
Cagliari
To date, 191 airports are planned at the ports of Cagliari, Olbia, Porto Torres, Gulf Aranci, Oristano and Arbatax.
New appeal of Grimaldi Euromed against the ok to the Moby's pre-emptive plan
Milan
It was approved by the General Court in Milan last November 24
Artificial intelligence and autonomous navigation
Tokyo
They are the fields of activity in which the Japanese NYK and Ghelia will cooperate
PORTS
Italian Ports:
Ancona Genoa Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Leghorn Taranto
Cagliari Naples Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venice
Italian Interports: list World Ports: map
DATABASE
ShipownersShipbuilding and Shiprepairing Yards
ForwardersShip Suppliers
Shipping AgentsTruckers
MEETINGS
In Livorno a three days of Assoports to deepen the aspects of urban transformation in the port city
Livorno
You will meet two technical groups ...
On Thursday in Milan a conference of Fedespedi on "The logistics digitalization and the PNRR"
Milan
Since 2020 the Federation has made its contribution to the construction of the Plan
››› Meetings File
PRESS REVIEW
3rd oil tanker body found, 5 workers still missing
(Bangkok Post)
TAS Offshore in talks to build 27 tugboats
(The Star Online)
››› Press Review File
FORUM of Shipping
and Logistics
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› File
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genoa - ITALY
phone: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail
VAT number: 03532950106
Press Reg.: nr 33/96 Genoa Court
Editor in chief: Bruno Bellio
No part may be reproduced without the express permission of the publisher
Search on inforMARE Presentation
Feed RSS Advertising spaces

inforMARE in Pdf
Mobile