testata inforMARE
4 ottobre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
15:17 GMT+2


CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERSANNO XXXVII - Numero 30 APRILE 2019

TRASPORTO MARITTIMO

CRESCE IL NUMERO DEI MARITTIMI ABBANDONATI A BORDO DELLE LORO NAVI

I casi di abbandono dell'equipaggio non sono in diminuzione malgrado venga prestata una maggiore attenzione globalmente nei confronti di questa brutta prassi.

In tutto il mondo, 4.866 marittimi per un totale di 336 navi sono stati registrati come abbandonati a bordo della nave, secondo i dati rilevati dall'IMO (International Maritime Organisation) e dall'ILO (International Labour Organisation) dal 2004.

Secondo il database IMO/ILO, nel 2018 sono stati abbandonati 791 marinai su 44 navi, mentre nel 2017 sono stati riferiti complessivamente 55 episodi.

Nei cinque anni precedenti, una media di appena 12-17 navi all'anno erano state abbandonate.

Alla fine di marzo, il database ha registrato 13 navi in cui l'equipaggio è stato abbandonato quest'anno, cosa che suggerisce che il 2019 sarà un altro anno con cifre medie superiori in ordine a casi di abbandono dell'equipaggio.

Alcuni stati membri dell'IMO hanno recentemente indicato che essi avrebbero presentato proposte di linee guida in collaborazione con stati di bandiera e portuali al fine di risolvere i casi di abbandono in occasione della prossima sessione della commissione legale dell'IMO.

Jasmin Fichte, socia accomandataria dello studio legale Fichte & Co degli Emirati Arabi Uniti, lotta da anni contro i casi di abbandono dell'equipaggio.

La settimana scorsa il suo studio ha contribuito a recuperare l'equipaggio di una nave che si stava sgretolando da quasi tre anni, riportandolo e terra e rimpatriandolo.

La Fichte ha dichiarato a Splash che la normativa sul pagamento dei salari a terra negli Emirati Arabi Uniti potrebbe essere applicata in mare, realizzando un sistema di liste nere finalizzato a stroncare l'abbandono degli equipaggi.

"La MLC (convenzione internazionale sul lavoro marittimo) ha migliorato la situazione, e tuttavia è ancora troppo semplice per gli armatori tradire l'equipaggio ed occorre che l'IMO reagisca" afferma la Fichte, aggiungendo: "Occorre che negli Emirati Arabi Uniti paghiamo i salari del personale mediante uno strumento governativo al fine di assicurare un pronto pagamento.

Ogni violazione comporterà automaticamente l'inserimento in una lista nera.

Lo stesso dovrebbe avvenire per gli armatori.

Lasciare un equipaggio su una nave abbandonata e inidonea alla navigazione è un reato e dovrebbe essere trattato come tale.

E questo genere di armatori dovrebbe comparire su una lista della vergogna di modo che i marittimi possano controllare le credenziali prima di firmare con loro".

Recentemente è stata pubblicata una nuova guida per assistere le organizzazioni sociali nel far fronte agli incidenti dei marittimi abbandonati e delle navi fermate o trattenute.

Il manuale, intitolato "Arrested and Detained Vessels, and Abandoned Seafarers" è stato prodotto dalla ISWAN (International Seafarers' Welfare and Assistance Network) in partenariato con la InterManager, la ICS (International Chamber of Shipping), la ICMA (International Christian Maritime Association) e la ITF (International Transport Workers' Federation).

La pubblicazione mira ad assistere i membri delle commissioni assistenziali dei porti e gli enti assistenziali nel rivedere le migliori pratiche in tali situazioni.

La nuova guida definisce le responsabilità delle autorità e di altre organizzazioni che potrebbero essere coinvolte quando a bordo di una nave presente in porto si presentano dei problemi.

Natalie Shaw, direttrice affari occupazione alla ICS, commenta: "Nei casi di abbandono è spesso difficile per le parti coinvolte sapere che cosa occorra fare, chi occorra contattare e quali progressi possano essere fatti rapidamente per far sì che i marittimi tornino a casa in breve tempo.

Si spera che, se le parti coinvolte nel supporto ai marittimi pregiudicati seguono i suggerimenti contenuti in questo documento, si potranno risolvere i casi molto più alla svelta a vantaggio sia dei marittimi coinvolti che delle loro famiglie".

Dave Heindel, presidente della sezione marittimi della ITF, ha dichiarato in occasione del lancio del manuale all'inizio di questo mese: "Nessun marittimo dovrebbe fare l'esperienza dell'abbandono.

Sfortunatamente, il tasso di abbandoni in tutto il mondo resta alto e persistono difficoltà per la soluzione di questi casi.

Dati i disagi affrontati dai marittimi abbandonati, è fondamentale che l'assistenza venga assicurata più rapidamente possibile.

Speriamo che questa guida possa aiutare le parti interessate a fornire l'assistenza mentre lavoriamo ai fini della eliminazione della piaga dell'abbandono".
(da: theloadstar.com/splash247.com, 15 aprile 2019)



DALLA PRIMA PAGINA
Il governo finlandese vieta ad Helsinki Shipyard di esportare un nuovo rompighiaccio in Russia
Helsinki
Il mezzo navale è stato ordinato a fine 2021 dalla russa Nornickel
Il progetto “Women in Transport - the challenge for Italian Ports” compie un anno
Roma
Giampieri (Assoporti): la portualità deve essere protagonista anche nella lotta contro le disuguaglianze
MIMS, contributi all'acquisto di nuovi mezzi per il trasporto ferroviario delle merci
Roma
Fondi per 55 milioni di euro del Piano Complementare
Lomar Shipping ha comprato la tedesca Carl Büttner
Londra
Transazione del valore di quasi 160 milioni di dollari
La società armatrice Lomar Shipping del
Installato nel porto di Barcellona un nuovo sistema radar per migliorare la sicurezza del traffico marittimo
Barcellona
Monitoraggio istantaneo e preciso dei movimenti delle navi all'esterno e all'interno dello scalo
Il porto di Barcellona è stato dotato di un nuovo sistema radar per la sorveglianza e
In Svizzera i finanziamenti al servizio ferroviario transalpino di autostrada viaggiante sono stati estesi sino al 2026
Chiasso
RAlpin auspica che la scadenza sia prorogata a fine 2028
CDP, Intesa Sanpaolo e BEI concedono a La Spezia Container Terminal un finanziamento di 160 milioni
Transport & Environment, gli e-fuels per alimentare gli autoveicoli sono un bluff
Bruxelles
Nel 2035 - sottolinea l'organizzazione - potranno alimentare non più del 2% delle vetture europee. Aneris: è fondamentale che l'utilizzo dei carburanti sintetici sia destinato solo al settore aereo e a quello marittimo
È on-line la rinnovata edizione di inforMARE, da sempre quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
Genova
Sviluppata sulla base di una piattaforma proprietaria, offre nuove molteplici informazioni e opportunità ai lettori, agli studiosi e agli inserzionisti
Le associazioni marittimo-portuali europee chiedono di destinare al settore i proventi generati dall'inclusione dello shipping nell'UE ETS
Bruxelles
Lettera congiunta di ECSA, Advanced Biofuels Coalition, CLECAT, CLIA, ENMC, eFuel Alliance, ESC, ESPO, EWABA, FEPORT e SEA Europe
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Una delegazione della svizzera Groupement Fer ha visitato il porto di Genova
Genova
Dal 2018 il servizio ferroviario Southern Express di PSA Italy tra Genova e Basilea ha trasportato oltre 23.000 container
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
MEETINGS
Convegno “Riparazioni navali in crescita: investimenti per il futuro di Genova”
Si terrà il 23 settembre nel capoluogo ligure
Dal 26 settembre al primo ottobre la quinta edizione della Naples Shipping Week
Il programma un calendario di 40 eventi
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Private developers sought for Dhalkout Port
(Oman Daily Observer)
Le secrétaire général de l'Elysée, Alexis Kohler, mis en examen pour "prise illégale d'intérêts"
(franceinfo)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf
Mobile