testata inforMARE
06 February 2023 - Year XXVII
Independent journal on economy and transport policy
17:29 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERSANNO XXXVII - Numero 15 LUGLIO 2019

TRASPORTI ED AMBIENTE

MAERSK: VERSO UN FUTURO A CARBONIO ZERO

Il cambiamento dei modelli meteorologici, l'aumento del livello dei mari e la diminuzione della biodiversità.

Stiamo già sperimentando l'impatto materiale del cambiamento climatico che è diventato una delle più importanti questioni cui il mondo si trova di fronte oggi.

Poiché il trasporto marittimo rappresenta il 2-3% delle emissioni globali di CO2 e l'80% circa dei viaggi dei traffici marittimi mondiali, il settore detiene un notevole potenziale per contribuire a realizzare un'economia neutrale rispetto al carbonio entro il 2050, contribuendo a raggiungere la meta dell'Accordo di Parigi di restare ben al di sotto dell'aumento di temperatura di 2°C.

Al fine di accelerare la transizione ad un trasporto marittimo neutrale rispetto al carbonio, la Maersk ha stabilito un nuovo ed ambizioso obiettivo nel 2018 consistente nell'avere emissioni nette di CO2 derivanti dalle operazioni pari a zero entro il 2050.

Navi neutrali rispetto al carbonio dal 2030

Dato che la vita di una nave è di 20-25 anni, la Maersk deve poter disporre di navi neutrali rispetto al carbonio commercialmente redditizie entro il 2030 per poter raggiungere l'obiettivo del 2050.

Lo sviluppo di nuovi carburanti e nuove tecnologie navali così come l'ottimizzazione delle reti saranno i maggiori settori di apporto in tal senso.

"Investiremo significative risorse in innovazione e tecnologia della flotta al fine di migliorare la fattibilità tecnica e finanziaria delle soluzioni decarbonizzate" continua Toft.

Nel corso degli ultimi quattro anni, la Maersk ha investito circa 1 miliardo di dollari USA e ha assunto più di 50 ingegneri all'anno ai fini dello sviluppo e dell'impiego di soluzioni efficienti dal punto di vista energetico.

L'attenzione è rivolta al reperimento di specifiche soluzioni per il trasporto marittimo, dal momento che l'industria richiede soluzioni diverse rispetto a quelle del trasporto su strada, per ferrovia o via aria.

Ad esempio, ci si aspetta che il camion elettrico trasporti un carico massimo di due contenitori da 20 piedi e percorra 800 km con una ricarica.

In confronto, una nave che trasporta migliaia di container da Panama a Rotterdam viaggia per circa 8.800 km.

Con una durata delle batterie breve e l'assenza di punti di ricarica lungo la rotta nuove soluzioni sono imperative.

"L'unico modo possibile per conseguire la tanto necessaria decarbonizzazione nel nostro settore è il completo trasferimento ai nuovi carburanti ed alle nuove filiere distributive neutrali rispetto al carbonio" afferma Søren Toft, responsabile operativo della Maersk.

Richiesta di collaborazione

Da diversi anni la Maersk ha assunto un ruolo di primo piano per conto del settore allo scopo di migliorare l'efficienza energetica.

Di conseguenza, la società ha conseguito una riduzione relativa del 41% delle emissioni di CO2 derivanti dalle proprie attività rispetto al 2008.

La compagnia di navigazione si è data da fare per scindere le emissioni dalla crescita dei traffici e continua a concentrarsi sui milioramenti all'efficienza.

L'obiettivo per l'effiicienza della Maersk, che ora punta ad una riduzione del 60% relativa ad un carico movimentato entro il 2030 rispetto al punto di partenza del 2008, è stato allineato alla strategia dell'IMO (International Maritime Organization) per le riduzioni dei gas serra nel trasporto marittimo.

Tuttavia, il problema del cambiamento climatico può essere risolto solamente diventando neutrali rispetto al carbonio dato che l'efficienza non sarà abbastanza.

Poiché l'attuale tecnologia si dimostra insufficiente, la Maersk riconosce la necessità di innovazione e collaborazione in tutto il settore.

"Andando avanti non possiamo farlo da soli" afferma Toft.

Mediante la fissazione dell'ambizioso obiettivo di emissioni nulle entro il 2050, la Maersk spera di ispirare i ricercatori, gli sviluppatori di tecnologia, gli investitori, i proprietari dei carichi ed i legislatori a mettersi assieme per sviluppare in collaborazione e sponsorizzare le soluzioni sostenibili che dobbiamo ancora vedere nel settore marittimo.

Al di là dei carburanti e della tecnologia navale

La ricerca e lo sviluppo saranno essenziali per far sì che il settore abbandoni l'odierna tecnologia basata sui fossili.

E non si tratta meramente di sviluappre nuovi modelli progettuali delle navi, secondo John Kornerup Bang, responsabile della strategia sostenibile e consulente capo per il cambiamento climatico alla Maersk.

"La realizzazione di una nuova filiera logistica ed il cambiamento delle strutture incentivanti nel mercato per supportare queste nuove soluzioni è molto importante e questo è il motivo per cui stiamo chiedendo a tutti gli attori correlati al settore dello shipping di aggregarsi a questo percorso" afferma.

Il modo in cui si svilupperà il cambiamento climatico avrà un impatto sulla strategia aziendale, sulle prestazioni e sulle condizioni di mercato a livello globale: per la Maersk, i suoi fornitori ed i suoi clienti.

Nel 2019 la Maersk è disponibile all'avvio di un dialogo aperto e collaborativo con tutte le parti possibili per affrontare una delle questioni più importanti del mondo: il cambiamento climatico.

Contribuire agli obiettivi globali

Gli SDGs (Obiettivi di Sviluppo Sostenibili) dell'ONU hanno definito un nuovo e potenziato spazio per attività destinate a contribuire alla soluzione delle principali problematiche a livello globale, come la sempre maggiore urgenza di affrontare il cambiamento climatico.
(da: hellenicshippingnews.com, 27 giugno 2019)



In the port of Civitavecchia, an illicit trafficking of direct waste in Africa has been stopped
Cyvitavecchia
Seized three batches of merchandise for an overall weight of 32 tons
Gruber Logistics opens two offices in Turkey
Gruber Logistics opens two offices in Turkey
Time
The aim is to increase traffic to and from Europe through the port of Trieste
Last year, freight traffic in Spanish ports grew by 3.5% percent.
Madrid
Last year, freight traffic in Spanish ports è grew by 3.5% percent
Reduction of containerized transit traffic. In the fourth quarter, there was a decline of -1.1% percent.
DP World has been awarded the race to make a container terminal in the port of Deendayal (Kandla)
Gandhidham
Joint venture Drydocks World-Aker Solutions to modernize FPSO units
Marfret boosts frequency of direct line service Italy-Egypt
Genoa
Enter a second ship
Cargotec and Konecranes record new annual and quarterly revenue records
Helsinki / Hyvinkää
In 2022 the value of new orders acquired by the two groups increased by 9.8% and 23.7% respectively
SAILING LIST
Visual Sailing List
Departure ports
Arrival ports by:
- alphabetical order
- country
- geographical areas
In 2022 the value of new orders acquired by ABB grew by 6.7%
Zurich
Results of trading activity recorded a trimming quarter after quarter
Last year, naval traffic in the Bosphorus Strait decreased by -8.8%
Ankara
Last year ship traffic in the Strait of Bosphorus è decreased by -8.8%
In the last quarter of 2022, the reduction was -5.1%
MSC will include the Port of Livorno in the West Med-Middle East / India service
Geneva
The link has weekly frequency
UPS records a decline in turnover after 40 consecutive quarters of growth
Atlanta
UPS records a decline in turnover after 40 consecutive quarters of growth
In 2022, revenue surpassed 100 billion for the first time.
In 2022 the revenues of the Wärtsilä Group increased by 22%
Helsinki
The value of new commits has grown by 6%
In 2023, more than 400mila crucierists were expected in Sardinians compared to 221mila last year.
Cagliari
To date, 191 airports are planned at the ports of Cagliari, Olbia, Porto Torres, Gulf Aranci, Oristano and Arbatax.
New appeal of Grimaldi Euromed against the ok to the Moby's pre-emptive plan
Milan
It was approved by the General Court in Milan last November 24
Artificial intelligence and autonomous navigation
Tokyo
They are the fields of activity in which the Japanese NYK and Ghelia will cooperate
The Romanian port of Constance has handled a record annual traffic
Constancy
The Romanian port of Constance has handled a record annual traffic
The containers were equal to 772,046 teu (+ 22.2%)
PORTS
Italian Ports:
Ancona Genoa Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Leghorn Taranto
Cagliari Naples Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venice
Italian Interports: list World Ports: map
DATABASE
ShipownersShipbuilding and Shiprepairing Yards
ForwardersShip Suppliers
Shipping AgentsTruckers
MEETINGS
In Livorno a three days of Assoports to deepen the aspects of urban transformation in the port city
Livorno
You will meet two technical groups ...
On Thursday in Milan a conference of Fedespedi on "The logistics digitalization and the PNRR"
Milan
Since 2020 the Federation has made its contribution to the construction of the Plan
››› Meetings File
PRESS REVIEW
3rd oil tanker body found, 5 workers still missing
(Bangkok Post)
TAS Offshore in talks to build 27 tugboats
(The Star Online)
››› Press Review File
FORUM of Shipping
and Logistics
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› File
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genoa - ITALY
phone: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail
VAT number: 03532950106
Press Reg.: nr 33/96 Genoa Court
Editor in chief: Bruno Bellio
No part may be reproduced without the express permission of the publisher
Search on inforMARE Presentation
Feed RSS Advertising spaces

inforMARE in Pdf
Mobile