testata inforMARE
08 February 2023 - Year XXVII
Independent journal on economy and transport policy
21:03 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERSANNO XXXVII - Numero 15 SETTEMBRE 2019

LEGISLAZIONE

L'UNIONE EUROPEA STUDIA LA RIFORMA DELLE "OBSOLETE" TASSE SULL'ENERGIA: IMPOSTE PIÙ ALTE PER IL TRASPORTO MARITTIMO ED AEREO

L'Unione Europa ha allo studio una riforma delle tasse sull'energia per allinearle agli obiettivi sul clima, come mostra un documento dell'Unione Europea che elenca quali possibili misure aliquote fiscali minime più elevate, imposte sui carburanti fossili e la fine delle deroghe per i settori del trasporto aereo e marittimo.

Il documento, visto dalla Reuters, è stato predisposto dalla presidenza finlandese dell'Unione Europea in vista di una riunione dei ministri delle finanze del blocco sabato prossimo a Helsinki, nel corso della quale si discuterà della questione.

Le regole dell'Unione Europea sulla tassazione dell'energia non sono state mutate da oltre 15 anni ed appaiono "obsolete e scarsamente adatte alle problematiche del cambiamento climatico ed agli sviluppi della politica energetica a livello dell'Unione Europea" si legge nel documento.

Nell'ultimo decennio, i paesi dell'Unione Europea hanno determinato il passaggio globale all'energia rinnovabile ed istituito il maggiore sistema mondiale di scambio delle emissioni per stabilire il prezzo del carbonio e ridurre l'affidamento su carburanti più inquinanti.

Ma le loro tasse non hanno rispecchiato questi cambiamenti, poiché la tassazione esistente "non distingue fra fonti di elettricità rinnovabili e quelle ad alta densità di carbonio" si dichiara nel documento.

Il documento riservato, che non vincola le autorità dell'Unione Europea, sollecita una revisione delle aliquote fiscali per i prodotti energetici, che attualmente sono diverse nei vari stati dell'Unione Europea e non gratificano le fonti energetiche a seconda della loro efficienza.

"Le aliquote minime per l'elettricità ed i carburanti per riscaldamento, ad esempio, sono troppo basse per rivolgere un adeguato segnale tariffario agli utenti dell'energia" scoraggiando l'investimento in efficienza energetica, afferma il documento.

Esso chiede altresì la fine delle esenzioni dalle tasse per l'energia a favore dei settori dell'aviazione e del trasporto marittimo nell'Unione Europea, dal momento che esse "non sono in linea con gli obiettivi di decarbonizzazione delle politiche di trasporto dell'Unione".

Mediante l'aumento delle tasse su un numero maggiore di prodotti energetici, l'Unione Europea potrebbe contribuire più efficacemente alla lotta contro il cambiamento climatico, affermano i sostenitori del piano.

Gli ambiziosi obiettivi per la riduzione delle emissioni di carbonio di almeno il 50% entro il 2030 fanno parte dell'agenda della nuova Commissione Europea che entrerà in carica a novembre.

Tuttavia, l'opposizione da parte di alcuni dei 28 stati dell'Unione Europea ha in passato bloccato le riforme inerenti alle tasse sull'energia.

Un piano dell'esecutivo dell'Unione Europea finalizzato a rivedere le tasse sull'energia è stato stroncato nel 2015, poiché gli stati dell'Europa orientale che fanno affidamento sul più conveniente carburante al carbonio temevano costi più alti, mentre i paesi occidentali erano desiderosi di proteggere alcune delle proprie industrie di trasporto dalla concorrenza globale.

È probabile che l'opposizione al cambiamento delle regole esistenti, che risale al 2003, resti forte, ma la presidente designata della Commissione Europea Ursula von der Leyen ha promesso grandi cambiamenti e ci si aspetta che investa molto del proprio capitale politico nella riforma.

"È stato più volte ripetuto che occorre tassare di più l'uso delle risorse e meno il lavoro.

È il momento di farlo.

Speriamo che la futura revisione della direttiva sulle tasse sull'energia supporti questo obiettivo" afferma John Barros, dirigente per le politiche fiscali presso la Accountancy Europe, un'associazione di categoria.

Le revisioni fiscali dell'Unione Europea sono rese più difficili dalle disposizioni che richiedono il supporto unanime da parte di tutti gli stati membri al fine di poterle attuare.

La von der Leyen richiede la fine di tali disposizioni ed una decisione a maggioranza.

Un programma di lavoro riservato preparato da funzionari della Commissione prima della nomina della von der Leyen a luglio ipotizza proposte legislative finalizzate ad eliminare le esenzioni fiscali per il trasporto aereo e marittimo entro i primi del 2020 e la revisione delle aliquote fiscali minime per i prodotti energetici entro la fine del prossimo anno.

In entrambi i casi, a detta del documento, le revisioni dovrebbero essere decise a maggioranza.
(da: hellenicshippingnews.com/reuters.com, 10 settembre 2019)



CMA CGM would be to acquire ride-hailing company La Méridionale
Marseille
Talks in progress with the STEF Group
Pine Musolino has been elected president of MEDPorts
Pine Musolino has been elected president of MEDPorts
Tunis
Jordi Torrent has been appointed as the secretary-general of the association
Positive components of income generated by 'white certificates' may be subject to tonnage tax
Rome
The Internal Revenue Agency said it was responding to an instance by the Grimaldi Group.
Last year the container traffic handled by HPH Trust decreased by -7.3%
Singapore
Last year the container traffic handled by HPH Trust decreased by -7.3%
The decline in activity occurred in the second half of 2022
Awarded the proposal of project financing for the nautical to be discharged in the port of Cagliari
Cagliari
Work will be carried out in three years
CMA CGM and Port Authority of Barcelona have been allowed to acquire the Puerto Seco Azuqueca
Madrid
Green light of the Spanish antitrust watchman
The third race for maritime links with the smaller Sardas will also be deserted.
Cagliari
Trade unions urge to review the tender ban, particularly under the economic profile
SAILING LIST
Visual Sailing List
Departure ports
Arrival ports by:
- alphabetical order
- country
- geographical areas
In the port of Civitavecchia, an illicit trafficking of direct waste in Africa has been stopped
Cyvitavecchia
Seized three batches of merchandise for an overall weight of 32 tons
Gruber Logistics opens two offices in Turkey
Gruber Logistics opens two offices in Turkey
Time
The aim is to increase traffic to and from Europe through the port of Trieste
Last year, freight traffic in Spanish ports grew by 3.5% percent.
Madrid
Last year, freight traffic in Spanish ports è grew by 3.5% percent
Reduction of containerized transit traffic. In the fourth quarter, there was a decline of -1.1% percent.
DP World has been awarded the race to make a container terminal in the port of Deendayal (Kandla)
Gandhidham
Joint venture Drydocks World-Aker Solutions to modernize FPSO units
Marfret boosts frequency of direct line service Italy-Egypt
Genoa
Enter a second ship
Cargotec and Konecranes record new annual and quarterly revenue records
Helsinki / Hyvinkää
In 2022 the value of new orders acquired by the two groups increased by 9.8% and 23.7% respectively
In 2022 the value of new orders acquired by ABB grew by 6.7%
Zurich
Results of trading activity recorded a trimming quarter after quarter
Last year, naval traffic in the Bosphorus Strait decreased by -8.8%
Ankara
Last year ship traffic in the Strait of Bosphorus è decreased by -8.8%
In the last quarter of 2022, the reduction was -5.1%
MSC will include the Port of Livorno in the West Med-Middle East / India service
Geneva
The link has weekly frequency
PORTS
Italian Ports:
Ancona Genoa Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Leghorn Taranto
Cagliari Naples Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venice
Italian Interports: list World Ports: map
DATABASE
ShipownersShipbuilding and Shiprepairing Yards
ForwardersShip Suppliers
Shipping AgentsTruckers
MEETINGS
In Livorno a three days of Assoports to deepen the aspects of urban transformation in the port city
Livorno
You will meet two technical groups ...
On Thursday in Milan a conference of Fedespedi on "The logistics digitalization and the PNRR"
Milan
Since 2020 the Federation has made its contribution to the construction of the Plan
››› Meetings File
PRESS REVIEW
L'Algérie investit 500 millions d'euros au Cameroun
(L'Expression)
3rd oil tanker body found, 5 workers still missing
(Bangkok Post)
››› Press Review File
FORUM of Shipping
and Logistics
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› File
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genoa - ITALY
phone: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail
VAT number: 03532950106
Press Reg.: nr 33/96 Genoa Court
Editor in chief: Bruno Bellio
No part may be reproduced without the express permission of the publisher
Search on inforMARE Presentation
Feed RSS Advertising spaces

inforMARE in Pdf
Mobile