testata inforMARE
6 février 2023 - Année XXVII
Journal indépendant d'économie et de politique des transports
18:04 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERSANNO XXXVII - Numero 31 OTTOBRE 2019

STUDI E RICERCHE

CI SI ASPETTA CHE LA PERSISTENTE CANCELLAZIONE DI PARTENZE CONTAINERIZZATE NELLA ROTTA ASIA-EUROPA SOSTENGA LE TARIFFE

La casa di spedizioni statunitense Flexport si aspetta che la persistente cancellazione delle partenze nei traffici containerizzati Asia-Europa sostenga le tariffe, mentre la domanda si riprenderà a dicembre in concomitanza dell'arrivo del Nuovo Anno Cinese.

Martin Holst-Mikkelsen, direttore senior del trasporto merci marittimo nella EMEA presso lo spedizioniere digitale, ha dichiarato a Lloyd's Loading List: "Non abbiamo sperimentato una intensa alta stagione in vista della Settimana d'Oro in Cina, come previsto dal mercato in generale.

La domanda resta fiacca, mentre la capacità si è stabilmente incrementata da un anno all'altro.

Allo scopo di contribuire a bilanciare la domanda e l'offerta ci sarà un vasto programma di cancellazioni delle partenze da parte dei vettori nel corso di ottobre e novembre.

Questo contribuirà a sostenere le tariffe ed a rallentare la loro ulteriore erosione.

Ci si aspetta che la domanda si riprenda a dicembre, in vista del Nuovo Anno Cinese".

Nel breve termine, la Flexport non si aspetta un forte impatto diretto dalla guerra commerciale fra Stati Uniti e Cina riguardo alla domanda dall'Unione Europea.

Alla domanda in ordine a se la Flexport abbia constatato qualche recente effetto "preliminare ad una Brexit senza accordo" in relazione ai traffici di trasporto merci marittimo, Holst-Mikkelsen afferma: "Un numero sempre maggiore di clienti sta affrontando le ricadute della Brexit mediante la valutazione e la delocalizzazione dei propri centri distributivi nel Regno Unito e la identificazione dei diversi modi per servire il mercato del Regno Unito da altre parti d'Europa".

Ha poi aggiunto: "Non vediamo al momento un incremento della domanda nel mercato del Regno Unito".

Riguardo al probabile effetto sui traffici marittimi dell'entrata in vigore il 1° gennaio prossimo del limite al contenuto di zolfo del carburante dell'IMO 2020, la Flexport afferma che c'è "una significativa incertezza" nel mercato in relazione all'impatto sulle tariffe.

Aggiunge Holst-Mikkelsen: "I vettori inizialmente hanno provato ad attuare l'IMO 2020 all'inizio del quarto trimestre del 2019.

Esso è stato poi rinviato sino ai primi di dicembre 2019 da un certo numero di vettori ed alcuni hanno persino sospinto l'attuazione al 1° gennaio del tutto.

"Il mercato determinerà le nuove tariffe nel corso del prossimo mese di novembre, ma occorrerà che ci sia un allineamento riguardo all'attuazione ed all'effetto sulle tariffe".

Come riportato da Lloyd's Loading List, nel periodo precedente alla Settimana d'Oro cinese i vettori sono stati costretti a far scendere i prezzi al fine di far sì che le navi salpassero più piene possibile, mentre non si è riusciti a realizzare la corsa anticipata in vista del periodo di vacanze.

Come un importante vettore europeo ha detto a Lloyd's List, "la corsa precedente alla Settimana d'Oro cinese ha dimostrato di non essere uno spettacolo".

Di conseguenza, le tariffe a pronti, prima che le fabbriche chiudessero i battenti nell'ultima settimana di settembre, sono sprofondate al loro livello più basso da maggio nei principali traffici in uscita dall'Asia.

La ditta di analisi Platt ha commentato che i normali incrementi tariffari generali che ci si potrebbe aspettare nella parte iniziale del mese erano stati sostituiti da decrementi tariffari, poiché i vettori hanno iniziato "a competere per un limitato numero di carichi in uscita dall'Asia settentrionale".

Nota la Drewry: "La musica d'atmosfera che circonda il mercato dei contenitori si è deteriorata ulteriormente negli ultimi tre mesi, spingendo la Drewry a declassare le sue prospettive in ordine ai risultati produttivi dei porti containerizzati mondiali per l'anno in corso ed al resto dell'orizzonte quinquennale nella Container Market Annual Review and Forecast 2019/20, recentemente pubblicato dalla Drewry Shipping Consultants.

La Drewry adesso si aspetta che i risultati produttivi dei porti globali aumentino del 2,6% nel 2019, in ribasso rispetto alle precedenti aspettative del 3%.

Quest'ultimo declassamento fa seguito ad un precedente abbattimento delle sue aspettative di crescita del 3% a luglio rispetto alla precedente previsione del 3,9%, dovuto al fatto che le tensioni commerciali e geopolitiche minacciano un ulteriore rallentamento della crescita economica globale, nonché alla regionalizzazione delle filiere distributive della produzione ed alle preoccupazioni ambientali che aggiungono ulteriore incertezza.

Commentando quest'ultimo declassamento, Simon Heaney, dirigente senior delle ricerche sui contenitori alla Drewry e redattore del Container Forecaster, ha affermato: "Il peso dei rischi che esercitano pressioni sul mercato containerizzato sembra diventare sempre maggiore di giorno in giorno.

La situazione è stata esacerbata da una serie di nuovi problemi che oscurano il mercato con ulteriori livelli di preoccupazione ed incertezza rispetto a quelli esistenti in precedenza.

"C'è il pericolo che questo flusso di notizie negative inducano una profezia che si autoavvera, la quale potrebbe essere in contrasto con la realtà dei fatti.

Le statistiche portuali relative a metà annata sono state ragionevolmente solide e la domanda dei consumatori è stata abbastanza resiliente, tutto considerato; ma alcuni indicatori fondamentali hanno recentemente subito un drastico calo e abbiamo la sensazione che sia corretto adottare un atteggiamento leggermente più prudente".

Uno dei maggiori rischi individuati nel rapporto è l'impatto dell'IMO 2020 sull'offerta di portacontainer, sottolinea la Drewry, notando: "Non c'è ancora un chiaro orientamento riguardo a quanti costi aggiuntivi esso farà ricadere sul settore e i recenti attacchi con i droni agli impianti petroliferi sauditi hanno intorbidito le acque quando hanno causato un'impennata dei prezzi del petrolio".

Com'è stato riferito da Lloyd's Loading List, la Flexport la settimana scorsa ha parlato di uno "stallo dei volumi" nel TPEB (trasporto merci marittimo transpacifico in direzione est) a causa di un evento del tipo "cigno nero" - l'assenza di un'alta stagione - indotta da una spedizione anticipata stagionale che ha comportato livelli di scorte più elevate così come una minore domanda nel mercato, con alcune fonti di approvvigionamento statunitensi dirottate nel sud-est asiatico.

Jan Hinz, direttore senior della Flexport del trasporto merci marittimo per gli Stati Uniti, ha dichiarato a Lloyd's Loading List: "Stiamo assistendo ad uno stallo dei volumi nel mercato del TPEB con l'offerta che continua a superare la domanda, mentre la tendenza delle tariffe a pronti del mercato è quella di restare al di sotto del livello delle tariffe contrattuali fisse.

I vettori marittimi stanno cercando di equilibrare la domanda e l'offerta mediante l'annullamento delle partenze al fine di ridurre la capacità.

Ciò è stato attuato nel periodo delle vacanze della Settimana d'Oro per contribuire ad evitare un ulteriore deterioramento delle tariffe a pronti.

Per ottobre ed oltre sono stati annunciati vasti programmi di annullamento delle partenze".

Alla domanda riguardo all'effetto del contenzioso fra Stati Uniti e Cina in ordine alle direttrici di traffico fondamentali, Hinz ha dichiarato: "L'evento da 'cigno nero' di quest'anno per il TPEB è stata la completa assenza di un'alta stagione.

Ciò si può attribuire alle spedizioni anticipate all'inizio della stagione e, di conseguenza, al livello delle scorte più elevato così come ad una minore domanda del mercato.

Avevamo assistito ad una lenta alta stagione prima del 2018 a causa del dirottamento dei modelli di approvvigionamento, ma non in questa misura".

Rispetto alla questione inerente a se la lite sui dazi abbia comportato effetti sulla strategia logistica dei caricatori o spedizionieri, Hinz ha suggerito che il trasporto merci aereo ha assistito al fatto che il quantitativo maggiore di scorte per "spedizioni anticipate" ha sconfitto le scadenze dei dazi.

Afferma Hinz: "Il 2018 è stato un'annata eccezionale per il trasporto merci marittimo nel TPEB con una incredibilmente precoce alta stagione dovuta alle escursioni dei dazi.

La rapida attuazione delle escursioni dei dazi nel 2019 ha reso impossibile ai caricatori di consentire spedizioni anticipate come quelle cui abbiamo assistito nel quarto trimestre del 2018.

La spedizione anticipata è meno pronunciata adesso nel trasporto merci marittimo, ma vi stiamo ancora assistendo nel trasporto merci per via aerea".

(da: lloydsloadinglist.com, 15 ottobre 2019)



Dans le port de Civitavecchia, un trafic illicite de déchets directs en Afrique a été arrêté
Cyvitavecchia
Saisie trois lots de marchandises pour un poids total de 32 tonnes
Gruber Logistics ouvre deux bureaux en Turquie
Gruber Logistics ouvre deux bureaux en Turquie
Heure
L'objectif est d'accroître le trafic vers et en provenance de l'Europe à travers le port de Trieste
L'année dernière, le trafic de marchandises dans les ports espagnols a augmenté de 3,5%.
Madrid
L'année dernière, le trafic de marchandises dans les ports espagnols è a augmenté de 3,5%
Réduction du trafic de transit conteneurisé. Au quatrième trimestre, il y a eu une baisse de -1,1%.
DP World a reçu la course pour faire un terminal de conteneurs dans le port de Deendayal (Kandla)
Gandhidham
Joint venture Drydocks World-Aker Solutions pour moderniser les unités FPSO
Marfret augmente la fréquence des lignes directes Italie-Égypte
Gênes
Entrez un second navire
Cargotec et Konecranes enregistrent de nouveaux records de revenus annuels et trimestriels
Helsinki / Hyvinkää
En 2022, la valeur des nouvelles commandes acquises par les deux groupes a augmenté respectivement de 9,8% et 23,7%
LES DÉPARTS
Visual Sailing List
Départ
Destination:
- liste alphabétique
- liste des nations
- zones géographiques
En 2022, la valeur des nouvelles commandes acquises par ABB a augmenté de 6,7%
Zurich
Les résultats de l'activité commerciale ont enregistré un trimestre après trimestre
L'an dernier, le trafic maritime dans le détroit du Bosphore a diminué de -8,8%
Ankara
Le trafic maritime de l'an dernier dans le détroit de Bosphore è a diminué de -8,8%
Au dernier trimestre de 2022, la réduction était de -5,1%
Le SMC inclura le port de Livourne dans le service West Med-Middle East / India
Genève
Le lien a une fréquence hebdomadaire
UPS enregistre une baisse du chiffre d'affaires après 40 trimestres consécutifs de croissance
Atlanta
UPS enregistre une baisse du chiffre d'affaires après 40 trimestres consécutifs de croissance
En 2022, les revenus ont dépassé les 100 milliards pour la première fois.
En 2022, les revenus du Groupe Wärtsilä ont augmenté de 22%
Helsinki
La valeur des nouveaux engagements a augmenté de 6%
En 2023, plus de 400 millions de crucieristes étaient attendus en Sardiniens contre 221mila l'année dernière.
Cagliari
À ce jour, 191 aéroports sont prévus dans les ports de Cagliari, Olbia, Porto Torres, Gulf Aranci, Oristano et Arbatax.
Nouvel appel de Grimaldi Euromed contre le plan de préemption de Moby
Milan
Il a été approuvé par le Tribunal à Milan le 24 novembre dernier.
Intelligence artificielle et navigation autonome
Tokyo
Ce sont les domaines d'activité dans lesquels les Japonais NYK et Ghelia coopéreront
Le port roumain de Constance a traité un trafic annuel record
Constante
Le port roumain de Constance a traité un trafic annuel record
Les conteneurs étaient égaux à 772.046 teu (+ 22,2%)
PORTS
Ports Italiens:
Ancône Gênes Ravenne
Augusta Gioia Tauro Salerne
Bari La Spezia Savone
Brindisi Livourne Taranto
Cagliari Naples Trapani
Carrara Palerme Trieste
Civitavecchia Piombino Venise
Interports Italiens: liste Ports du Monde: Carte
BANQUE DES DONNÉES
Armateurs Réparateurs et Constructeurs de Navires
Transitaires Fournisseurs de Navires
Agences Maritimes Transporteurs routiers
MEETINGS
En Livourne, trois jours d'Assoports pour approfondir les aspects de la transformation urbaine dans la ville portuaire
Livourne
Vous rencontrerez deux groupes techniques ...
Jeudi à Milan une conférence de Fedespedi sur "La digitalisation logistique et le PNRR"
Milan
Depuis 2020, la Fédération a contribué à la construction du Plan.
››› Archives
REVUE DE LA PRESSE
3rd oil tanker body found, 5 workers still missing
(Bangkok Post)
TAS Offshore in talks to build 27 tugboats
(The Star Online)
››› Index Revue de la Presse
FORUM des opérateurs maritimes
et de la logistique
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archives
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail
Numéro de TVA: 03532950106
Presse engistrement: 33/96 Tribunal de Gênes
Direction: Bruno Bellio
Tous droits de reproduction, même partielle, sont réservés pour tous les pays
Cherche sur inforMARE Présentation
Feed RSS Places publicitaires

inforMARE en Pdf
Mobile