ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

20 July 2018 The on-line newspaper devoted to the world of transports 12:52 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS YEAR XXVI - Number 4/2008 - APRIL 2008

Tecnologia informatica

Nuovo sito web rende più semplici le spedizioni

Immaginiamo questo scenario: un operatore gestisce una piccola attività ed acquista le proprie materie prime presso un grossista locale.

Navigando su Internet, si accorge che adesso sarebbe molto più facile comprare presso produttori d'oltremare limitandosi a cliccare sul sito web giusto e, perciò, decide di eliminare la figura del mediatore, effettuando direttamente le proprie ordinazioni.

Il problema successivo è quello di organizzare il trasporto in proprio.

Contatta diverse linee di navigazione e, sebbene esse cerchino di rendergli la vita più facile possibile, ci sono ancora molti termini e molte condizioni incomprensibili da capire, tali da fargli passare la voglia di acquistare direttamente per il resto dei suoi giorni.

Ad esempio, gli si dice che la tariffa di nolo che gli è stata appena applicata è soggetta a sovrapprezzi al momento della spedizione, alcuni dei quali sono elevati quasi quanto il prezzo base, che non ci sono garanzie sugli spazi disponibili e che la tariffa stessa è soggetta a cambiamenti con breve preavviso.

In alternativa, allora può andare dalla sua casa di spedizioni locale, ma, anche in questo caso, gli si richiede di fornire un mucchio di informazioni e la quotazione che alla fine riceve conterrà anch'essa un sacco di "se e ma".

Inoltre, le trascorse esperienza gli hanno insegnato che, quando si dialoga con gli agenti, raramente è colpa loro quando qualcosa va storto.

Quindi, poiché è difficile accertare le responsabilità, solitamente in conclusione finirà per pagare più di quanto aveva messo in preventivo.

La probabile conclusione, perciò, è che finisca per decidere che acquistare direttamente è ancora più problematico che tramite intermediari e che, quindi, non ne valga la pena, ritornando così a lavorare col grossista locale.

Adesso, tuttavia, è disponibile un'altra soluzione.

Dalla metà di gennaio, si possono acquisire trasporti da una divisione della AP Møller Maersk denominata "Youship.com" che mira a rendere l'intero procedimento di acquisizione dei noli facile come comprare un biglietto aereo online.

Prima si prenota, più economico sarà, e si ottiene una tariffa di nolo fissa valida per otto settimane con garanzia di rimborso entro una certa data.

Occorre solo pagare in anticipo per mezzo di una carta di credito.

Lars Jensen, direttore della Youship.com, commenta: "Abbiamo preso il tradizionale procedimento delle spedizioni e lo abbiamo trasformato da capo a piedi al fine di soddisfare le esigenze dei clienti che preferiscono fare acquisti online.

Noi crediamo che il mercato stesse aspettando questo tipo di servizio.

La Youship.com offre una garanzia di spazi con conferma immediata ed un prezzo tutto compreso allettante per i clienti direttamente sul sito web".

Il servizio è progettato per i piccoli caricatori irregolari che non riescono a trarre facilmente vantaggio da accordi contrattuali a lungo termine.

Esso si adatta altresì ai grandi caricatori che si trovano a dover insolitamente spedire carichi su piccole direttrici di traffico non ancora incluse nei loro contratti.

Se la prenotazione dovesse saltare, è disponibile un rimborso completo, unitamente a spazio libero sulla nave che parte successivamente.

La chiave per questa porta è il pagamento immediato mediante carta di credito.

Precisa Jensen: "Un problema per la maggior parte dei vettori marittimi è che i caricatori vogliono sempre la luna senza nessun impegno preciso.

Essi desiderano le tariffe meno care disponibili, garanzie di spazi e sovrapprezzi fissi, ma se la nave salpa più leggera perché il carico promesso non si è materializzato, allora i vettori devono pagare il conto.

Con la Youshi.com, se il carico non si concretizza, allora, proprio come accade per i biglietti aerei acquistati online, il rimborso completo non è sempre disponibile.

Inoltre, il livello dell'onere di cancellazione dipende da quanto preavviso viene dato e da se si vuole riprenotare o meno il medesimo traffico su un'altra nave".

Il conseguimento di quotazioni non comporta più quel processo da parte dei vettori marittimi simile all'Inquisizione spagnola, in cui l'identità del richiedente viene controllata via e-mail e tutto quanto, tranne il colore degli occhi, verificato prima che venga offerto un prezzo.

E' seccante che, in questi giorni, le tariffe di nolo marittimo della maggior parte dei vettori vengano usate solo a mo' di linee-guida, e che essi siano diventati cauti prima di dire ai propri concorrenti quali tariffe siano disponibili sul mercato.

I clienti della Youship.com devono solo entrare nel sito pubblico, inserire il porto richiesto per il carico e lo scarico, il tipo del contenitore richiesto e la data di carico di cui si ha bisogno, per poi cliccare sul pulsante "mostra le tariffe".

Gli utenti possono anche specificare se c'è bisogno di tariffe da porto a porto o da varco a varco, mentre non è possibile scegliere il trasporto terrestre.

Jensen non si sbilanciato sul premio richiesto per il servizio.

Come detto in precedenza, in parte esso dipende da con quanto preavviso viene effettuata la prenotazione, ma a volte sono disponibili speciali accordi.

Infatti, è stata già annunciata una gamma completa di trovate commerciali, tra cui uno sconto di 100 dollari USA sulla prima prenotazione.

Sono stati altresì offerti un'intera settimana di "estrazioni fortunate" e sconti sugli high-cube.

Agli acquirenti è stata persino offerta la possibilità di vincere appezzamenti di terreno sulla luna.

Tutto ciò suona un po' stravagante, ma l'approccio fiabesco non è che una rappresentazione di tutto ciò che il sito Youship.com rappresenta: un modo diverso di guardare allo shipping.

Come altri prodotti internet simili, esso è anche molto serio, viste le garanzie sugli spazi e le promesse di restituzione dei denari anticipati.

Lo Youship.com si connette al sistema elettronico della Maersk Line dietro le quinte, di modo che, di facciata, appare come se i clienti stessero dialogando con una società diversa.

Spiega Jensen: "Noi siamo, infatti, una divisione davvero distinta e già facciamo diverse cose in modo diverso rispetto alla Maersk Line.

Ad esempio, abbiamo il nostro budget, il nostro approccio alle vendite ed i nostri obiettivi, di modo che come noi li conseguiamo è affar nostro".

La Youship.com era in origine una creatura della P&O Nedlloyd nella direttrice di traffico trans-tasmaniana dal 2003.

Il gruppo AP Møller Maersk ha semplicemente modificato il pacchetto al fine di renderlo più accessibile da parte degli utenti.

Esso ha davanti a sé ancora una lunga strada da fare, dato che le coppie di porti sinora offerte sono limitate ed è confinato entro le direttrici di traffico in cui vengono offerte solamente i servizi diretti della Maersk.

Il trasbordo viene considerato troppo rischioso, dato che certi porti sono soggetti ad intasamenti, così come lo sono i carichi pericolosi.

Afferma Jensen: "Dobbiamo pur cominciare da qualche parte ed amplieremo la gamma delle rotte offerte man mano che il servizio si svilupperà.

Naturalmente, è molto importante riuscire ad avere una buona partenza, senza cercare di correre prima di riuscire a camminare.

All'inizio, vorremmo in primo luogo assicurarci di poter consegnare le cose basilari.

Ovviamente, quanto maggiore saranno il supporto ed il feed-back che otterremo da parte dei clienti, tanto migliore diventerà il servizio".

Qualcuno potrebbe considerare il servizio come un ulteriore tentativo da parte della Maersk di far fuori le case di spedizione, ma Rasmus Arnsfelt, dirigente sviluppo attività della Youship.com, è stato svelto a sottolineare come molti dei suoi clienti finora siano state piccole agenzie di logistica.

Dichiara infatti: "Qualcuno, senza dubbio, è stato attirato dalla capacità di ottenere alla svelta l'indicazione dei costi di base, quando si effettua la richiesta di una quotazione.

Si dovrebbe ricordare che anche le piccole agenzie di logistica trovano difficile negoziare direttamente con i vettori marittimi quando non dispongono di basi di carico significative da offrire.

Inoltre, noi non offriamo direttamente ai clienti l'ingresso o lo sdoganamento, ma solo il trasporto marittimo".

Una volta spedito per mare il carico, il "biglietto elettronico" consegnato dallo Youship.com ai clienti è molto simile alla polizza espressa della Maersk Line.

In altre parole, non si tratta di una normale polizza di carico, di modo che non può essere utilizzata come documento che dà titolo all'effettuazione di pagamenti a fronte di lettera di credito.

Sotto tutti gli altri aspetti, tuttavia, essa corrisponde bene alle esigenze dei caricatori.

Le case di spedizione possono inoltre proteggersi dalla Youship.com offrendo un'ampia gamma di servizi a valore aggiunto, quali il trasporto ed il magazzinaggio da porta a porta.

Molti offrono anche credito libero ben al di là delle somme messe a disposizione da molte società di carte di credito.

Un altro svantaggio dello Youship.com consiste nel fatto che gli utenti non dispongono di alcune "linea privilegiata" che li aiuti a compilare correttamente il modulo delle informazioni richieste.

C'è una chat line, ed una volta alla settimana una teleconferenza a linee aperte, ma questo è tutto.

Afferma Jensen: "Noi pensiamo che il sito web sia abbastanza esplicito di per se stesso, ma, se così non fosse, raccoglieremo questa informazione mediante i feedback ottenuti dalla chat line o dalla teleconferenza e modificheremo il sito di conseguenza".

Questo è solamente il tipo di risposta normalmente offerto da altri fornitori di servizi Internet, ma per quelli a cui piace dialogare con la gente, può ancora risultare sconcertante.

I caricatori hanno altresì bisogno di valutare seriamente l'affidabilità dei loro dati inerenti alla produzione dei propri fornitori d'oltremare, a causa delle penalità per cancellazione applicabili nel caso le prenotazioni debbano essere di conseguenza differite.

Dato che la maggior parte degli acquirenti saranno piccoli, essi potrebbero non essere in grado di includere questo fattore nei contratti dei loro fornitori.

Spiega Arnsfelt: "Questo richiede un modo diverso di pensare.

Ognuno deve avere ben chiaro quello su cui si sta impegnando, invece di cercare di tenere aperto il maggior numero di opzioni possibile quanto più a lungo si può: questo è tutto.

La maggior parte di noi adesso riconosce i limiti imposti dalle linee aeree su Internet e si è adattata di conseguenza.

Tutto ciò che chiediamo ai nostri clienti è di comportarsi allo stesso modo.

Quelli che non potranno farlo per ragioni che risiedono al di là del loro controllo dovrebbero davvero rivolgersi altrove.

Non possiamo compiacere tutti quanti tutte le volte, ma solo taluni qualche volta".
(da: Containerisation International, marzo 2008, pagg. 57-58)


Est Europea Servizi Terminalistici Vincenzo Miele ABB Marine Solutions


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Year XXVI
Number 4/2008

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail