ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

22 August 2019 The on-line newspaper devoted to the world of transports 18:30 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS YEAR XXVII - Number 12/2009 - DECEMBER 2009

Porti

DP World per ora al riparo dai problemi finanziari della società-madre

La Dubai World, che si trova immersa in problemi finanziari, ha ribadito di non ravvisare alcuna necessità di includere la DP World, quarto operatore di terminal contenitori a livello mondiale, la P&O Ferries o la Zona Franca di Jebel Ali nella propria revisione in corso del modo in cui essa deve provvedere alla ristrutturazione delle obbligazioni debitorie di altre parti del suo impero.

Si ritiene infatti che le suddette consociate siano "in una posizione finanziaria abbastanza stabile" di modo che non hanno bisogno di assistenza.

Questo non significa però che le divisioni in questione non saranno vendute, o parzialmente vendute, in un momento successivo, cosa che potrebbe essere decisa dagli esperti finanziari che al momento attuale stanno assistendo la Dubai World in relazione alle problematiche indotte dai suoi restanti problemi debitori, quantificabili nell'ordine di 26 miliardi di dollari USA.

La questione potrebbe altresì avere attinenza con i futuri programmi di investimento della DP World, fra cui lo sviluppo da 1,5 miliardi di dollari USA di un nuovo terminal contenitori a Londra.

Il primo ormeggio dell'infrastruttura ad acque profonde allo stato dell'arte, denominata London Gateway, in origine avrebbe dovuto essere inaugurata nel primo trimestre del 2011, ma il progetto era già slittato a maggio di quest'anno.

Alla richiesta di un aggiornamento della situazione, il direttore delle comunicazioni Xavier Woodward si è limitato a dire: "Il London Gateway resta sotto revisione, opzioni finanziarie comprese.

Stiamo esplorando diverse opzioni di finanziamento, una delle quali era costituita dall'accertamento delle possibilità di partecipazione del London Gateway Park (il centro distributivo) al programma di finanziamenti del governo britannico per progetti pilota Tax Incremental Funding, annunciato nella scorsa estate.

Il Thurrok Council ha presentato a luglio una richiesta in tal senso al Dipartimento delle Amministrazioni e Comunità locali e noi siamo in attesa delle decisioni al riguardo".

L'intero progetto in origine prevedeva la costruzione del sito senza imposte a carico dei contribuenti britannici, ma le cose sono molto cambiate su questo fronte.

Il London Gateway dispone ancora di un finanziamento di 14,1 milioni di euro da parte dell'agenzia TEN-T della Commissione Europea per quanto attiene le attività di dragaggio.

Inoltre, ha appena ricevuto l'approvazione per il finanziamento da 300 milioni di sterline della BEI.

Il Thurrock Council ovviamente ritiene che occorrano molti altri fondi da parte del governo britannico per far sì che i lavori sul sito inizino al più presto.
(da: ci-online.co.uk, 01.12.2009)



PSA Genova Pra' Vincenzo Miele


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Year XXVII
Number 12/2009

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail