testata inforMARE

30 novembre 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 02:51 GMT+1



CENTRO ITALIANO STUDI CONTAINERS ANNÉE XVI - Numéro 7-8/98 - JUILLET/AOÛT 1998

Leasing

L'andamento del noleggio dei contenitori speciali

L'IICL (Istituto dei Noleggiatori Internazionale di Contenitori) ha pubblicato il suo secondo rapporto del 1998 in merito all'Indagine annuale sulle flotte noleggiate di contenitori ed unità di carico.

Il secondo rapporto, incentrato sugli speciali, mostra come le unità speciali dei principali noleggiatori ammontassero a 1.123.847 TEU al 1° gennaio di quest'anno, con un incremento di 233.723 unità, ovvero +26,26%, rispetto agli 890.124 TEU fatti registrare lo scorso anno. Il 26,26% di aumento costituisce il doppio di quello dell'anno scorso, attestato al 13,83%.

La suddetta cifra di 1.123.847 TEU al 1° gennaio 1998 rappresenta il 23,36% della flotta complessiva noleggiata dai maggiori operatori. L'aumento comparabile, quello al gennaio 1997, era stato del 20,42%; a gennaio del 1996 era stato del 18,72% ed a gennaio 1995 si era attestato al 16,98%.

L'aumento, tuttavia, era limitato per lo più alle unità high cube per carichi secchi, che avevano tratto vantaggio da un notevole scatto in avanti. Le suddette unità, infatti, erano aumentate di 202.664 TEU, vale a dire più dell'85% dell'aumento complessivo del 1997, pari a 233.723 TEU.

Secondo alcuni commentatori, gli high cube peraltro non costituirebbero delle vere e proprie unità speciali.

Se venisse accolta questa opinione, gli speciali non avrebbero fatto registrare un grande incremento nel 1997. Infatti, partendo da quel presupposto il tasso d'incremento sarebbe stato minore rispetto a quello del resto della flotta.

La flotta noleggiata dai principali operatori, nel suo complesso, era aumentata ad un ritmo del 9,3% circa.

Non tenendo conto dell'incremento degli high cube per carichi secchi, le unità speciali dei principali operatori sono aumentate solo del 7,2% ovvero in modo notevolmente più lento rispetto al resto della flotta.

Se gli high cube venissero eliminati dalle statistiche degli anni precedenti, le percentuali di incremento delle unità speciali dei principali operatori mostrerebbero un modello alquanto diverso. Gli aumenti sarebbero stati, infatti, del 7,9% nel 1996, del 5,3% nel 1994 e del 14,35% nel 1993.

Il rallentamento degli speciali nel 1997 viene ulteriormente confermato dall'esame dei dati relativi ai singoli tipi di containers. Gli aumenti percentuali sono calati per le cisterne, i refrigerati e gli open tops.

In effetti, le unità frigo (diverse da quelle high cube) sono diminuite anche in termini assoluti, mentre le cisterne e gli open tops hanno perduto i loro tassi di incremento a doppia cifra.

Fatta eccezione per gli high cube per carichi secchi, grossi incrementi percentuali sono stati fatti registrare solamente in categorie dove i numeri assoluti sono sempre stati molto piccoli: rinfuse secche, cellulari per pallets ed "altri" flatracks.

Una categoria da osservare nei prossimi anni, tuttavia, è il vasto gruppo dei contenitori cellulari per pallets, che è balzata dai 2.850 TEU del 1° gennaio 1997 alle 10.356 unità del 1° gennaio 1998, con un aumento del 263,37%.

I dati relativi al 1996-98 che riguardano le flotte dei principali operatori mostrano quanto segue:

  Gennaio 1998 TEU Gennaio 1997 TEU 1997-98 Incremento (Decremento) percentuale Gennaio 1996 TEU 1996-97 Incremento (Decremento) percentuale
Cisterne19259175769,581443213,89
Unità frigorifere119835122796-2,411222220,47
Unità frigo high cube94612839529,176883021,97
High cube per carichi secchi66115645855244,1838197720,05
Open tops ed open sides1270921201385,791120187,25
Flats pianali9200800214,9711625 
Flats pieghevoli67860624578,65 12,2
Altri flats1770100775,7752067 
Rinfuse secche13401000341519-34,17
Ventilati986710400-5,4  
Cellulari per pallets103562850263,37 -10,15
Altri150014007,1416305 
TOTALE112384789012426,2678199513,83

I dati inerenti ai principali operatori del settore si riferiscono ai membri dell'IICL (al 1° gennaio 1998), vale a dire CAI, Carlisle, Cronos, Flexi-Van, Florens, Interpool, Sea Containers, Textainer, Transamerica, Triton, XTRA International ed inoltre alla Genstar (la cui la flotta fa ora parte di quella del membro dell'IICL GE SeaCo), oltre che ai due nuovi soggetti entrati a far parte del settore, cioè la Capital e la Gateway.

Il confronto tra le flotte degli speciali al gennaio 1998 con il gennaio dell'anno precedente mostra le aree in cui gli incrementi si sono verificati.

Tenendo conto delle unità high cube per carichi secchi, la percentuale degli speciali presenti nelle flotte dei principali operatori è aumentata dal 20,42% al 23,36%.

La quota della flotta è calata, tuttavia, per quel che riguarda le unità frigo ordinarie, gli open tops, i flats pieghevoli ed i contenitori ventilati.

  Gennaio 1998 Principali operatori   1998 Percentuale TEU dei principali operatori Gennaio 1997 Principali operatori   1997 Percentuale TEU dei principali operatori
Cisterne19259TEU0,417576TEU0,4
Unità frigorifere119.835
47.679
36.078
TEU
20'
40'
2,5122.796
52.370
35.214
TEU
20'
40'
2,82
Unità frigo high cube94.612
47.306
TEU
40'
1,9783.952
41.976
TEU
40'
1,93
High cube per carichi secchi661.156
83
327.441
1.685
1.000
TEU
20'
40'
45'
48'
13,74458.552
370
228.022
950
TEU
20'
40'
45'
10,52
Open tops ed open sides127.092
39.470
43.811
TEU
20'
40'
2,64120.138
43.052
38.543
TEU
20'
40'
2,76
Flats pianali9.200
4.752
2.224
TEU
20'
40'
0,198.002
3.200
2.401
TEU
20'
40'
0,18
Flats pieghevoli67.860
12.680
27.590
TEU
20'
40'
1,4162.457
12.325
25.063
TEU
20'
40'
1,43
Altri flats1.770
618
576
TEU
20'
40'
0,041.007
573
217
TEU
20'
40'
0,02
Rinfuse secche1.340
1.091
150
10
TEU
20'
30'
48'
0,031.000TEU0,02
Ventilati9.867TEU0,2110.400TEU0,24
Cellulari per pallets10.356
2.314
4.021
TEU
20'
40'
0,222.850
850
1.000
TEU
20'
40'
0,07
Altri1500TEU0,031.400TEU0,03
TOTALE1.123.847TEU23,36890.124TEU20,42

(da: IICL News, 18 giugno 1998)


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Année XVI
Numéro 7-8/98

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail